Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Skyfall

di Redazione , pubblicato il 02 Novembre 2012 nel canale CINEMA

“L'agente 007 torna sul grande schermo per festeggiare il cinquantesimo anniversario della serie più longeva della storia del cinema. Con Skyfall siamo a quota 23 film, con Daniel Craig ancora nei panni di James Bond dopo i precedenti Casino Royale e Quantum of Solace”

Introduzione

L'agente 007 torna sul grande schermo per festeggiare il cinquantesimo anniversario della serie più longeva della storia del cinema. Con Skyfall siamo a quota 23 film, con Daniel Craig ancora nei panni di James Bond dopo i precedenti Casino Royale e Quantum of Solace. Prodotto da EON Productions di Albert R. Broccoli, Metro-Goldwyn-Mayer Studios e Sony Pictures Entertainment, Skyfall vede un cambio in cabina di regia, con il non brillante - nell'occasione - Marc Forster che ha ceduto la macchina da presa all'inglese Sam Mendes, premio Oscar nel 2000 con l'incredibile American Beauty.

Questa volta è la fedeltà  di Bond verso M a essere messa a dura prova, quando il passato di quest'ultima riemerge e manda in tilt l'intero MI6. Solo Bond e qualche altro agente saranno  in grado di combattere la minaccia, scovare gli infiltrati e risollevare il nome di M. Ma Skyfall è anche un deciso omaggio all'intera saga, con i classici marchi della serie come l'introduzione, le Bond-girl, le ambientazioni, le auto e le canzoni (Adele per la title track e la memorabile sequenza dei titoli di testa) che raccontano questo Bond e ne celebrano la rilevanza, con la celebre Aston Martin DB5 che si ritaglia - come è giusto che sia - un ruolo importante nella storia.

Daniel Craig invita alla regia, con il consenso della produzione, l'amico Sam Mendes, già  incrociato sul set nel 2002 con il crime-thriller Era mio padre. Judi Dench, in un certo senso madre del nuovo Bond, riscopre Craig e lavora sul rapporto personale, oltre a quello lavorativo. E marca un'altra presenza - la settima - nel ruolo di M. Il record di 11 film detenuto da Bernard Lee è sempre più vicino. In Skyfall torna anche Q, l'ufficiale incaricato di fornire Bond armi e dispositivi sempre più all'avanguardia, con l'interpretazione di Ben Whishaw. Javier Bardem è invece il cattivo di turno Silva, con un curriculum che vanta un altro personaggio complesso e oscuro - con relativo premio Oscar - come Anton Chigurh in Non è un paese per vecchi. Nel cast anche Ralph Fiennes e naturalmente anche le Bond-girl, interpretate questa volta da Naomie Harris e Bérénice Marlohe.

Skyfall vede il ritorno degli sceneggiatori Neal Purvis e Robert Wade (entrambi al quinto film da Il mondo non basta del 1999), con l'aggiunta importante di John Logan, pluri nominato agli Oscar con film come Hugo Cabret, The Aviator e Il gladiatore. Da sogno anche l'insieme di tecnici che hanno reso possibili le numerose e spettacolari scene d'azione del film. Basta leggere i loro nomi e la loro - parziale - filmografia: Gary Powell (Quantum of Solace, Casino Royale), Chris Corbould (Il Cavaliere oscuro - Il ritorno, Inception) e Alexander Witt (X-Men - L'inizio, Casino Royale, Bourne Identity).