Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Enrico Ferrari: Sony Digital Cinema 4K

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 26 Aprile 2012 nel canale AV Professional

“Intervista ad Enrico Ferrari, Account Manager della divisione Cinema Digitale di Sony per Italia, Spagna e Portogallo e responsabile dello sviluppo della strategia di crescita in Europa in un settore sempre più competitivo.”

Intervista con Enrico Ferrari

Il nostro primo approfondimento sul cinema digitale è con Sony che lunedì scorso, in occasione del CinemaCon di Las Vegas, ha fatto due annunci importanti. Il CinemaCon è la fiera organizzata dagli esercenti cinematografici americani e che ospita non solo produttori e distributori dei contenuti ma anche e soprattutto i fornitori di prodotti e servizi per la riproduzione degli stessi. Sony, che è tra i principali ospiti della manifestazione, in questa occasione ha annunciato il traguardo di 13.000 proiettori 4K installati nelle sale cinematografiche in tutto il mondo e la compatibilità del proiettore SRX-R320 con il prossimo film "The Hobbit" di Peter Jackson anche con frame-rate a 48Hz in 3D, con un aggiornamento che sarà disponibile in autunno.

Per approfondire la conoscenza con i prodotti e le soluzione di Sony per il cinema digitale, abbiamo incontrato  Enrico Ferrari che, dallo scorso Ottobre 2011, è Account Manager della divisione Cinema Digitale di Sony per Italia, Spagna e Portogallo e responsabile dello sviluppo della strategia di crescita in Europa in un settore sempre più competitivo.

AV Mag: Sony è stata la prima ad aver offerto un prodotto a risoluzione 4K per le sale (il modello R220 del 2007) ma solo più recentemente con il modello 320, al contrario di quello che è successo nel resto del mondo, la penetrazione di proiettori Sony 4K nei cinema italiani è finalmente significativa. A cosa si deve questo cambio di passo?

E. Ferrari: il proiettore Sony SRX-R320P rappresenta la naturale evoluzione del suo predecessore - il modello SRX-R220 - e, fin dal suo lancio, nel 2010, si è confermato come il primo proiettore Digital Cinema 4K dedicato alle sale cinematografiche 2D e 3D.  Nel 2005 Sony ha introdotto i primi proiettori 4K SXRD e l’elevata risoluzione insieme alla straordinaria qualità dell'immagine hanno contribuito a confermare la leadership dell’azienda nella proiezione digitale. Sony ha ormai raggiunto e superato la soglia dei 10.000 proiettori installati a livello mondiale, di cui 8.000 negli Stati Uniti, più di 1.100 in UK (circa il 30% della market share) e ordini per circa 300 unità in Germania.

Tutto ciò grazie al valore aggiunto offerto da Sony Digital Cinema che mette a disposizione dei gestori di cinema servizi a 360° che includono l’installazione e la manutenzione in loco, il monitoraggio remoto CineWatch™, oltre a un centro operativo di rete (NOC) attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, sistemi di videosorveglianza di livello avanzato e sistemi di digital signage per le aree comuni, che offrono installazione, creazione, gestione e distribuzione dei contenuti. Inoltre, per supportare economicamente i cinema nella migrazione al digitale, Sony Digital Cinema rende disponibili per gli esercenti sistemi di sostegno finanziario alla digitalizzazione, come Virtual Print Fee (VPF), un modello basato sul coinvolgimento di terze parti nella condivisione di costi e benefici. Sony Digital Cinema ha infatti stipulato numerosi accordi per la fornitura di Virtual Print Fees (VPF) con i 6 Hollywood studios e con distributori locali e, grazie alla sua presenza internazionale, è in grado di rendere disponibile programmi VPF in molti paesi.