Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Ozark 4, arrivano il trailer, gli episodi e la data di uscita

di Fabrizio Guerrieri, pubblicata il 20 Ottobre 2021, alle 05:22 nel canale CINEMA

È stato pubblicato il trailer della quarta e ultima stagione dell’acclamata serie Netflix con Jason Bateman e Laura Linney, che vede un onesto consulente finanziario iniziare a riciclare denaro sporco per i cartelli della droga messicani


- click per ingrandire -

I soldi sono, nella loro essenza, la misura delle scelte di un uomo. È stato pubblicato il teaser trailer della quarta e ultima stagione di Ozark, l’acclamata e pluripremiata serie Netflix che vede il consulente finanziario Marty Byrde che ricicla denaro sporco per i cartelli della droga messicani a Chicago. Ma quando le cose iniziano a precipitare decide di spostarsi con la moglie Wendy e i figli Charlotte e Jonah sulle montagne di Ozark nel Missouri, un luogo tranquillo in cui poter continuare a condurre gli affari criminali con meno controlli. O almeno così credono.

Tornano così Jason Bateman nei panni di Martin “Marty” Byrde e Laura Linney in quelli di sua moglie Wendy, assieme a Julia Garner nei panni di Ruth Langmore. Oltre a loro ci saranno i nuovi ingressi nel cast di Alfonso Herrera, Adam Rothenberg, Felix Solis e Damian Young. L’ultima stagione di Ozark, divisa in due parti, sarà composta da 14 episodi e i primi 7 verranno resi disponibili in esclusiva streaming su Netflix il 21 gennaio 2022. Non è ancora nota la data dell’uscita della seconda parte, ma conosciamo già l’inquietante titolo del primo episodio: L’inizio della fine.

leggi anche:

Netflix | Tutte le novità di Ottobre 2021

Amazon Prime Video | Tutte le novità di Ottobre 2021

Disney+ e Star | Tutte le novità di Ottobre 2021



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: stazzatleta pubblicato il 20 Ottobre 2021, 12:13
una delle mie serie preferite, speriamo non abbiano perso la crudezza dei precedenti