Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter YouTube

Moonfall, il nuovo disaster movie di Roland Emmerich

di Fabrizio Guerrieri, pubblicata il 03 Novembre 2021, alle 07:06 nel canale CINEMA

Il regista di Independence day e The day after tomorrow racconta di una forza misteriosa che fa sbalzare la Luna dalla sua orbita spingendola in rotta di collisione con la Terra, cancellando così la vita come la conosciamo. Con Halle Berry e Patrick Wilson.


- click per ingrandire -

È stato pubblicato il trailer italiano ufficiale di Moonfall, il nuovo disaster movie di Roland Emmerich, regista di successi commerciali come Independence day e The day after tomorrow. Una forza misteriosa fa sbalzare la Luna dalla sua orbita spingendola in rotta di collisione con la Terra cancellando così la vita come la conosciamo. A poche settimane dall'impatto, con il mondo sull'orlo dell'annientamento, l'esecutivo della NASA ed ex astronauta Jo Fowler è convinta di avere la chiave per salvare il pianeta. Ma solo due persone le credono: un astronauta che fa parte del suo passato, Brian Harper e il teorico della cospirazione KC Houseman. Questi improbabili eroi organizzeranno una missione disperata nello spazio, lasciandosi alle spalle tutti coloro che amano, solo per scoprire che la nostra Luna non è come pensiamo che sia.

Il cast vede Halle Berry nei panni di Jo Fowler, Patrick Wilson nei panni di Brian Harper, John Bradley nei panni di KC Houseman, Michael Peña in quelli di Tom Lopez, Charlie Plummer in quelli di Sonny Harper, Kelly Yu in quelli di Michelle, Donald Sutherland in quelli di Holdenfield e Maxim Roy in quelli del capitano Gabriella Auclair. Moonfall arriverà nelle sale cinematografiche italiane il 3 febbraio 2022.



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: bradipolpo pubblicato il 03 Novembre 2021, 15:50
si sentiva la mancanza del catastrofismo emmerichiano
Chissà, fosse la volta buona che 01 ci regala un altro Dolby Atmos italiano dopo 1917