Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Smart TV Alliance per "app" in comune al via!

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 20 Giugno 2012, alle 16:35 nel canale DISPLAY

“Durante lo scorso IFA di Berlino, LG, Philips e Sharp avevano annunciato l'intenzione di sviluppare un eco-sistema comune dedicato alle loro piattaforme Smart TV. A quasi un anno di distanza, il consorzio parte ufficialmente e le applicazioni saranno quindi compatibili tra le varie piattaforme ”

Lo scorso settembre, LG, Philips e Sharp avevano annunciato la volontà di sviluppare un eco-sistema comune dedicato alle piattaforme Smart TV. L'iniziativa fu subito accolta con favore, in particolare, dagli sviluppatori, che intravedevano in questa iniziativa, l'opportunità di creare applicazioni compatibili con vari marchi di televisori. A distanza di quasi un anno, il consorzio "Smart TV Alliance" è stato ufficialmente lanciato su iniziativa dei fondatori LG Electronics e TP Vision (che ha rilevato la divisione TV di Philips). L'obiettivo è molto semplice: permettere agli sviluppatori di ridurre tempi e costi di sviluppo delle applicazioni. Nel rispetto degli standard definiti dal consorzio, le applicazioni saranno quindi perfettamente compatibili con le piattaforme Smart TV dei produttori aderenti al consorzio "Smart TV Alliance".

Parliamo quindi di applicazioni compatibili con varie piattaforme e non di S.O. Smart TV in comune, visto che ogni produttore rimarrà libero di sviluppare la propria piattaforma in maniera totalmente indipendente dall'adesione al nuovo consorzio. I membri del consorzio dovranno però rispettare gli standard di compatibilità per il funzionamento delle applicazioni sulle varie piattaforme: in particolare si fa riferimento ai linguaggi di programmazione HTML 5, CE-HTML e HbbTV. A breve dovrebbero raggiungere il consorzio alcuni produttori giapponesi (tra cui Sharp) e la Smart TV Alliance rilascerà a breve un kit di sviluppo (SDK) dedicato a tutti gli sviluppatori che vogliano creare applicazioni compatibili.

Per maggiori informazioni: sito ufficiale

Fonte: Engadget



Commenti