Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

OLED RGB: la durata sale di 27 volte!

di Franco Baiocchi, pubblicata il 26 Novembre 2015, all 12:50 nel canale DISPLAY

“L'ITRI di Taiwan ha sviluppato una nuova architettura PCOLED per i dispositivi OLED RGB che ne aumenta notevolmente la durata fino a 27 volte”

L'Industrial Technology Research Institute (ITRI) a Taiwan ha riportato lo sviluppo di una nuova architettura per i dispositivi OLED che aumenta in modo significativo la durata dei display RGB OLED. La nuova struttura, chiamata Plasmon-Coupled Organic Light Emitting Diode (PCOLED), aumenta la durata di 27 volte, rispetto alla struttura convenzionale blu fluorescente / rosso e verde fosforescente . La figura seguente compara l'architettura PCOLED con quella tradizionale.

Nell'architettura tradizionale, gli strati rosso e verde fosforescente sono impilati sopra uno strato blu fluorescente per emettere luce bianca. Tuttavia, lo strato blu fluorescente ha una scarsa efficienza e durata, cosa che limita la durata complessiva del dispositivo. Il PCOLED sostituisce lo strato fluorescente blu con uno strato verde fosforescente con una nuova struttura metallica doppia. Questa configurazione emette luce blu, e poiché si basa sul materiale fluorescente verde, la durata del dispositivo aumenta notevolmente.

"In un'interfaccia organico-metallica convenzionale di un OLED, vi è una oscillazione collettiva di elettroni, chiamata "plasmon surface", creata da onde elettromagnetiche che viaggiano attraverso l'interfaccia" spiega il Dr. Jeng dell'Intelligent Energy-Saving System Division all'ITRI. "Normalmente, la componente TM viene convertita in plasmon surface mentre la componente TE passa attraverso. In termini ottici, l'interfaccia agisce come un polarizzatore, così il 50% della luce si perde come calore. "

"Nel materiale verde fosforescente, vi è in realtà una banda di emissione blu in aggiunta a quella verde, ma è molto debole. Con la struttura metallica doppia, in realtà si generano più "plasmon" e si sposta la probabilità di emissioni dalla banda verde a quella del blu. Questo non è un processo di upconversion ma semplicemente un cambiamento delle condizioni all'interno del materiale verde ", ha detto il dottor Jeng.

Il Dr. Jeng ha spiegato inoltre che questa condizione è stato scoperta per caso mentre stavano facendo un altro esperimento sull'out-coupling della luce e hanno visto una leggera emissione di luce blu. Andando più in profondità, si sono resi conto del potenziale della scoperta e così si sono concentrati sullo sviluppo della tecnologia PCOLED. Fino ad oggi, hanno sviluppato campioni 10x10 e 15x15cm. Le caratteristiche della luce blu e dei materiali sono riportati nella tabella.

Il Dr. Jeng ha osservato che il ruolo della ITRI è quello di sviluppare la tecnologia e cercare partner commerciali. Fino ad adesso, l'ITRI sta lavorando con una società locale, chiamata WiseChip, per iniziare la commercializzazione della struttura PCOLED su di una linea di display OLED a matrice passiva. La tecnologia a matrice passiva (la stessa utilizzata da Sony per gli straordinari monitor OLED Broadcast) è più facile da produrre rispetto a quella a matrice attiva, oltre che straordinaria per il dettaglio delle immagini in movimento, quindi ha senso iniziare gli sforzi di commercializzazione con il processo più semplice.

Il dr. Jeng dice che  può essere utilizzata la stessa apparecchiatura e nessuna nuova strumentazione è necessaria per il PCOLED. Naturalmente, i materiali ed i processi cambiano, ma lui pensa che questo cambiamento sia reversibile. I substrati per questa linea sono piccoli, quindi per la produzione solo di piccoli display, e i primi prototipi sono appena stati completati basandosi su questa linea modificata. Tuttavia, è probabile che sia necessari altri 1-2 anni prima che escano sul mercato prodotti commerciali. Va inoltre notato che la fabbricazione di OLED è un processo di deposizione sotto vuoto, quindi, potrebbe essere più adatto a breve termine solo per i display, in quanto è probabilmente troppo costoso per l'illuminazione in generale. Ma il dottor Jeng sta già pensando a soluzioni, che hanno lo stesso potenziale ma con costi molto più bassi. Egli spera di lanciare un programma su questo in pochi anni.

Ringraziamo Chris Chinnock di Insight Media per la segnalazione.

Fonte: Display Daily

 

 



Commenti (14)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: kikkolat pubblicato il 26 Novembre 2015, 13:35
Il nome della tecnologia è in onore di Plasm-on
Commento # 2 di: Plasm-on pubblicato il 26 Novembre 2015, 14:00
Dovrebbero almeno darmi un tv gratis!
Commento # 3 di: IukiDukemSsj360 pubblicato il 26 Novembre 2015, 14:04
Originariamente inviato da: Redazione;4491979
Link alla notizia: http://www.avmagazine.it/news/telev...olte_10745.html

L'ITRI di Taiwan ha sviluppato una nuova architettura PCOLED per i dispositivi OLED RGB che ne aumenta notevolmente la durata fino a 27 volte

Click sul link per visualizzare la notizia.


Questa è una grande notizia per il futuro di Oled, e l'annullamento del mono-costruttore di pannelli, avremo finalmente una vera alternativa ad LG, e non solo per le elettroniche a bordo diverse, ma pannelli identici per tutti.. quindi la data di fine 2017 data da Samsung come partenza per la sua gamma Oled potrebbe essere veritiera a forse nel 2018, potremmo anche avere una i primi pannelli Oled RGB, made in Jap, da sony o Panasonic.. o sto sognando ad occhi aperti.?

Ps: l'avevo detto già oltre un anno fa che la tecnologia Oled RGB sarebbe migliorata e tornata in pista, era solo una questione di tempo.. in questo caso anni di ritardo!

comunque scordatevi di vedere tra 2 anni pannelli Pmoled RGB di grandi dimensioni, per quelli l'attesa sarà lunga, mentre speriamo che Samsung possa adottare una soluzione simile a questa suoi panelli Amoled RGB che dovrebbe essere lanciati sul mercato nel 2017
Commento # 4 di: Plasm-on pubblicato il 26 Novembre 2015, 14:18
Due anni sono tanti e se LG aumenta la produzione ed abbassa i prezzi in due anni il mercato lo conquista lei.
Se un tv Oled WRGB 4k da 55 scende sotto i 2000 euro (cosa non assurda visto il trend) entro 1 anno, non vedo chi potrà investire su un'altra tecnologia Oled alternativa visto che poi i costi di sviluppo non potrebbe scaricarli sugli early adopter.
Il problema è economico non tecnico. Se poi questi pannelli avranno dei costi molto più bassi in fase di produzione tale da poter permettere gia all'uscita dei tv di avere prezzi simili a quelli WRGB allora è un altro discorso. Ma se costeranno il doppio nessuno li comprerà.
Commento # 5 di: g_andrini pubblicato il 26 Novembre 2015, 14:24
L'ambiente industriale dell'oled è in pieno fermento, oramai è chiaro che, forse, sarà la tecnologia definiva riguardo gli schermi. Manca però ancora un po' di tempo.
Commento # 6 di: IukiDukemSsj360 pubblicato il 26 Novembre 2015, 14:32
Originariamente inviato da: Plasm-on;4492060
Due anni sono tanti e se LG aumenta la produzione ed abbassa i prezzi in due anni il mercato lo conquista lei.
Se un tv Oled WRGB 4k da 55 scende sotto i 2000 euro (cosa non assurda visto il trend) entro 1 anno, non vedo chi potrà investire su un'altra tecnologia Oled alternativa visto che poi i costi di sviluppo non potrebbe scaricarli sugl..........[CUT]


Tempo e denaro, ma il tempo vale più di ogni altra cosa.. troppo spesso ce lo dimentichiamo

tutto questo porterà LG a cercare di fare la corsa nell'abbassare il prezzo-costo dei loro pannelli, in modo di piazzarne il più possibile nella fascia da 55' in su fino ai 70 nei prossimi due anni, che non avrà alcuna concorrenza o quasi, salvo l'arrivo dei cinesi, Panasonic da sola con i costi d'acquisito del panello di RGB, per quest'anno è solo un esercizio di stile, neppure prove generali, vedremo nel 2016, se Samsung o qualche produttore cinese, non saranno pronti a lanciare una linea Oled tv RGB da 55' in sù a prezzi simili a LG, ma con qualcosa in più = migliore elettronica, in caso non facessero a tempo entro la fine del 2017, potrebbe essere davvero GAME OVER, dove l'unica differenza tra un tv Oled e l'altro sarà solo il prezzo, il desing, in parte delle elettronica e pre-taratura di fabbrica più o meno accurata e qualche funzione extra-smart esclusiva.. e Stop.
Commento # 7 di: g_andrini pubblicato il 26 Novembre 2015, 15:33
@Plasm-on

I WOLED di LG caleranno vistosamente di prezzo, visto che è una tecnologia molto economica. Ricordo però che gli OLED RGB vantano una resa cromatica nettamente superiore.
Commento # 8 di: Plasm-on pubblicato il 26 Novembre 2015, 16:21
Originariamente inviato da: g_andrini;4492159
@Plasm-on

I WOLED di LG caleranno vistosamente di prezzo, visto che è una tecnologia molto economica. Ricordo però che gli OLED RGB vantano una resa cromatica nettamente superiore.


Non metto in dubbio che siano superiori, il punto è di quanto lo siano visibilmente esposti in un negozio e quanto è la differenza di prezzo. Mi spiego meglio mettiamo che un Oled LG l'anno prossimo lo si trovi in vendita nel taglio 55 4k a 1800 euro ed un corrispondente modello RGB Oled costi il doppio secondo te quanti lo compreranno?
Il mercato non va con la qualità infatti i migliori tv che c'erano (plasma Pioneer e Panasonic) sono usciti di produzione.
Purtroppo non sono gli appassionati come noi a decidere le sorti del mercato ma la massa che generalmente cerca il miglior prezzo possibile anche a scapito della qualità, infatti oggi i tv più venduti sono gli lcd di fascia bassa.
Sto facendo un discorso prettamente commerciale non tecnico.
Commento # 9 di: messaggero57 pubblicato il 26 Novembre 2015, 16:59
Originariamente inviato da: IukiDukemSsj360;4492076
..salvo l'arrivo dei cinesi, Panasonic da sola con i costi d'acquisito del panello di RGB, per quest'anno è solo un esercizio di stile, neppure prove generali, vedremo nel 2016, se Samsung o qualche produttore cinese, non saranno pronti a lanciare una linea Oled tv RGB da 55' in sù a prezzi simili a LG...


Premesso che i cinesi e Panasonic hanno già iniziato a produrre TV OLED utilizzando i pannelli WRGB di LG (non RGB), non vedo come possano altri produttori inserirsi nel settore se non trovano alternative tecnologiche entro breve tempo. Due anni sono tantissimi nell'elettronica di consumo e LG oltre ad avere un vantaggio enorme ha già programmato investimenti massicci per aumentare più del doppio la produzione di substrati e a quel punto le economie di scala impediranno a chiunque di produrre TV con prezzi al dettaglio minimamente paragonabili. Tanto per fare un esempio lo scorso anno il 55EC930V Full-HD che ho preso approfittando di uno sconto del 22% costava 3.000 € appena uscito; adesso il 55EG920V UHD si trova a 2.800 on-line ed è sul mercato praticamente da un mese: come farà Samsung o chiunque altro a stare dietro a questo trend se non facendosi fornire i pannelli da LG? In parole povere questa nuova tecnologia, che da quanto si evince dall'articolo è nata per caso come spesso succede, sembra andar bene per piccoli dispositivi, ma per i televisori il discorso è completamente diverso.
Commento # 10 di: Plasm-on pubblicato il 26 Novembre 2015, 17:16
Originariamente inviato da: messaggero57;4492236
.....Tanto per fare un esempio lo scorso anno il 55EC930V Full-HD che ho preso approfittando di uno sconto del 22% costava 3.000 € appena uscito.....[CUT]


... se consideri che oggi il 55EC930 lo si trova a meno della metà del prezzo... sotto i 1500 euro... questo non puo fare altro che rafforzare i miei dubbi sull'uscita di una nuova tecnologia Oled a prezzi uguali o minori in breve tempo.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »