Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

"Tru Blu": campagna pubblicitaria per il Blu-ray

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 11 Novembre 2008, all 11:26 nel canale HT

“Le feste natalizie si avvicinano di gran carriera e l'associazione Digital Entertainment Group ha deciso di stanziare 25 milioni di dollari per la campagna pubblicitaria "Tru Blu" dedicata alla promozione dell'hardware e software Blu-ray in USA”

Digital Entertainment Group è l'associazione statunitense che raggruppa le principali aziende di hardware e software del mercato dell'intrattenimento casalingo. In occasione dell'arrivo delle feste natalizie e per rilanciare - in un generalizzato momento di crisi economica - le vendite del supporto promosso da Sony, gli associati del DEG hanno deciso di stanziare 25 milioni di dollari per la campagna pubblicitaria "Tru Blu" dedicata alla promozione dell'hardware e software Blu-ray in USA.

Secondo gli intenti dell'associazione, la campagna dovrebbe sostenere il raggiungimento del traguardo dei 2,4 milioni di lettori Blu-ray venduti entro la fine del 2008 per quanto riguarda il solo mercato statunitense. Ovviamente il periodo natalizio dovrebbe rivelarsi cruciale per il raggiungimento degli obiettivi e se così fosse, nel 2008 le vendite di hardware Blu-ray avranno triplicato rispetto all'anno passato.

Fonte: HD Numérique



Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: antani pubblicato il 11 Novembre 2008, 11:45
Bella iniziativa, mi domando chi sponsorizzi questa spesa.
Ce ne sarebbe un gran bisogno anche in Italia.
Commento # 2 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 11 Novembre 2008, 12:47
Antani, se leggessi la news troveresti tutte le risposte!

Gianluca
Commento # 3 di: GIANGI67 pubblicato il 11 Novembre 2008, 13:51
OK la pubblicita',ma allora dovrebbero ridimensionare i prezzi di software e players proprio per il Natale.Io penso che in periodi di crisi economica la gente vorrebbe comprare ma non puo',gli appassionati lo sanno che esistono i dischi BR,semplicemente sono cari.
Commento # 4 di: antani pubblicato il 11 Novembre 2008, 14:37
Ho visto che sono i consociati a sponsorizzare, però non credo che tutti contribuiscano in modo uguale. Secondo me è interessante perché farebbe capire chi ha più interesse nello sviluppo del blu ray.
Commento # 5 di: artics1 pubblicato il 11 Novembre 2008, 14:49
Premesso che non ho idea di quanti dischi blu-ray vengono prodotti negli Stati Uniti, se perdessero quei soldi riducendo il prezzo di ogni titolo, di quanto scenderebbe il prezzo di ogni film?
Commento # 6 di: Ryusei pubblicato il 11 Novembre 2008, 15:25
Originariamente inviato da: antani
...Ce ne sarebbe un gran bisogno anche in Italia..


nel nostro piccolo i facenti parte della bd-association qualcosa fanno... mw per esempio ha fatto un promo extra apposito chiamato home video theater, al cui interno ci sono vari lettori BD, sistemi ht con bd integrato, ps3... e anche una promo sconto 20% su alcuni BD... meglio di un dito in un occhio...
credo che da qui a natale anche da noi le offerte aumenteranno e miglioreranno, vedrete a fine novembre... che qui in italia si ragiona tanto di crisi ma dovevate vedere sabato sera ai gigli (grosso centro commerciale di zona) in ora tarda le miriadi di carrelli pieni di ognibendiddio fin oltre l'orlo c'erano a giro, e non parlo solo di giocattoli ma di tv, computer, portatili, console....
Commento # 7 di: stazzatleta pubblicato il 11 Novembre 2008, 15:46
Originariamente inviato da: artics1
se perdessero quei soldi riducendo il prezzo di ogni titolo, di quanto scenderebbe il prezzo di ogni film?


in questo momento occorre un'azione informativa. solo pochi conoscono il bluray. risparmiare a beneficio dei costi di produzione o distribuzione farebbe solo la felicità di quei pochi
Commento # 8 di: Highlander pubblicato il 11 Novembre 2008, 16:41
Si Ale .. ma è anche vero che prezzi più bassi al minuto significa fornire ai negozianti su un piatto d'argento un articolo più appetibile e vendibile, visto che spesso sono proprio loro, confrontandosi con il pubblico, la crisi e le realtà economiche, a crederci poco e fare anche, involontariamente, un pò da tappo con ordini striminziti per pararsi le ciapett ...
Commento # 9 di: AlbertoPN pubblicato il 11 Novembre 2008, 16:59
Originariamente inviato da: Highlander
visto che spesso sono proprio loro... cut .... a crederci poco e fare anche, involontariamente, un pò da tappo



Sono sostanzialmente d'accordo.

Aggiungo anche che secondo me si sono accorti del mezzo disastro che hanno combinato con questo standard :

profilo 1.1, bonus view, 2.0, BD+ etc etc

Tutte cose che hanno creato confusione, malfunzionamenti o proprio dei gran mal di testa a tutti quanti, in primis gli utenti che hanno deciso di provare la strada del ... raggio blu.

Non è un mistero (era una news di Gian Luca di qualche giorno fa, se non sbaglio) che alcuni produttori abbiano ritardato il lancio dei loro prodotti (hw) a dopo le feste Natalizie, oppure in concomitanza con esse ma grazie ad escamotage vari, perchè non erano BD Live compliant e quindi il prezzo medio di vendita dei lettori incompleti è crollato.


Questa opera ... non puzza un pelo di compensazione ?
Cosa ne dite ?



Alberto
Commento # 10 di: Trailbreaker pubblicato il 11 Novembre 2008, 20:40
L'ho sempre detto che ci vuole un'imponente e prepotente cambagna pubblicitaria, è il momento che la gente apra gli occhi e si renda conto che collegare il lettore DVD al plasma o all'LCD non significa vedere i film in Alta Definizione.