Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Il Blu-ray viola dei brevetti?

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 26 Marzo 2008, all 10:05 nel canale HT

“La Commissione per il Commercio Internazionale statunitense avrebbe avviato un'inchiesta per una possibile violazione da parte del consorzio Blu-ray di alcuni brevetti che riguardano la messa a punto di diodi a laser blu”

La US ICT - Commissione per il Commercio Internazionale degli Stati Uniti - avrebbe deciso di avviare un'inchiesta dopo una denuncia per violazione di brevetti, depositata il 20 febbraio scorso, dal Professor Gertrude Neumark Rothschild della Columbia Università. Secondo quest'ultimo, circa una trentina di produttori di apparecchi di elettronica di consumo starebbero sfruttando "spudoratamente" alcune tecnologie coperte da brevetti e sviluppate dai ricercatori dell'Università. In particolare, i brevetti riguarderebbero la messa a punto di diodi laser a onde corte utilizzati soprattutto nei lettori Blu-ray (ma anche nell'ormai defunto HD DVD).

Secondo quanto denunciato dal Professore in "Scienze dei materiali" sul banco degli accusati siedono marchi del calibro di Sony, Hitachi, LG, Lite-On, Panasonic, Toshiba, Motorola, Nokia, Pioneer, Samsung, Sanyo, Sharp e molti altri. Il Professor Rothschild, docente alla Columbia University dal 1985 ha collaborato anche con i laboratori di ricerca Philips e alla fine degli anni '80 ha depositato una serie di brevetti relativi ad alcune tecnologie nell'ambito dei semiconduttori. Uno di questi, depositato nel 1988, sarebbe ancora oggi l'unico alla base delle tecnologie che hanno permesso di realizzare i diodi a laser blu.

Rothschild chiede quindi l'interdizione all'importazione sul suolo statunitense di tutti i prodotti che violano le sue proprietà intellettuali. Per ora, la US ICT si è limitata ad aprire un'inchiesta e non ha ancora deciso di applicare sanzioni, ma la Columbia University non è nuova a questo tipo di denunce ed è già riuscita in passato a far condannare aziende come Philips Lumileds e Toyoda Gosei per la violazione di suoi brevetti.

Fonte: Clubic



Commenti (12)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: jkw pubblicato il 26 Marzo 2008, 10:18
...e quali potrebbero essere le conseguenze per il mercato Europeo?
Commento # 2 di: Dave76 pubblicato il 26 Marzo 2008, 10:44
E se ne viene fuori adesso? mah...
Commento # 3 di: sevenday pubblicato il 26 Marzo 2008, 11:05
Ci mancano solo le beghe legali...mah...
Commento # 4 di: AndreA123 pubblicato il 26 Marzo 2008, 13:28
ragazzi, viene voglia di mandarli a C....E , questo cosa vuol dire ? che a breve aumenteranno i prezzi dei lettori blu ray ? ma questa storia non era gia' venuta fouri con i brevetti su mp3 ?
Commento # 5 di: Apple^HT pubblicato il 26 Marzo 2008, 20:10
grandissimi gli amerciani !

aspettano sempre il momento apice per uscirne fuori con la solita storia dei brevetti. e il bello è che c'azzeccano sempre e fanno tirar fuori fior di quatrini.

sto BD è una vittoria verso il disastro ?? bà... ho la PS3, che poi vada male o bene saranno cavoli di sony ora. intanto me la tengo visto che è comodissima per vedere i video in AVCHD
Commento # 6 di: Onslaught pubblicato il 26 Marzo 2008, 20:20
Per forza,la legislazione americana sui brevetti è assurda,si brevettano applicazioni generiche o idee a migliaia,logico che prima o poi qualcuno violi qualche brevetto.
Commento # 7 di: guido pubblicato il 26 Marzo 2008, 20:20
Originariamente inviato da: Dave76
E se ne viene fuori adesso? mah...


in USA si può brevettare una cosa senza essere in grado di produrla (basta il progetto) cosa impossibile in Europa (hai tempo un'anno in Italia)
così molti brevettano e mettono nel cassetto in attesa che qualcun'altro
sfrutti la cosa e poi si chiedono indennizzi.

La tecnica spesso è questa: brevetto la vite, se qualcuno inizia ad usarla non dico niente (altrimenti cercherebbe un'alternativa),
poi quando tutto ormai funziona con le viti e non se ne può fare a meno
faccio causa


Guido
Commento # 8 di: pistu pubblicato il 26 Marzo 2008, 23:13
io ho brevettato la luce quindi va tutto a me.Solite notizie che lasciano il tempo che trovano
Commento # 9 di: guido pubblicato il 27 Marzo 2008, 15:06
Originariamente inviato da: pistu
.Solite notizie che lasciano il tempo che trovano



e allora spiega come mai grosse industrie si trovano a far fronte a cause
con piccole società mai conosciute che si ricordano di far causa solo
dopo anni

Guido
Commento # 10 di: gattapuffina pubblicato il 27 Marzo 2008, 17:50
Originariamente inviato da: pistu
Solite notizie che lasciano il tempo che trovano


Guarda che per una fesseria del genere, ci siamo giocati la promettente tecnologia SED.

Dopo le minacce legali di una piccola azienda americana che aveva dei brevetti antecedenti, e ha fatto causa a Toshiba USA per averli infranti, Toshiba si è spaventata ed è uscita dalla Joint venture che aveva con Canon per lanciare i TV basati su SED. Entro poco tempo, pure Canon ha praticamente ammesso che per ora non se ne parla più.

E tutto è cominciato dopo quella causa per questioni di brevetto.

Ora, è chiaro che ormai è troppo tardi per bloccare il Bluray. Quella è solo la minaccia che viene usata per cercare di ottenere un settlement il più sostanzioso possibile i cui costi, ho come l'impressione di indovinare chi li sosterrà.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »