Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Banano Corp: edu-game per l'eco-sostenibilità

di Riccardo Riondino, pubblicata il 28 Maggio 2015, all 16:08 nel canale MOBILE

“Istituto Oikos, organizzazione non-profit impegnata nella tutela della biodiversità e per una gestione responsabile delle risorse naturali, mette a disposizione un app gratuita per riflettere sull’impatto che le nostre scelte alimentari hanno su ambiente, salute e diritti umani”


A partire da giugno, sugli store Apple e Google play, si potrà scaricare gratuitamente “Banano Corp”, un educational game creato da Istituto Oikos nell’ambito del progetto “Cambia il clima” – avviato nel 2014 in collaborazione con Oxfam Italia - per imparare a riflettere sulle conseguenze delle nostre scelte alimentari, che possono spesso avere un grave impatto su ambiente, salute e vita di altre persone. Per rendersi conto di cosa significa “mangiar bene”, il gioco ci mette nei panni del perfido Don Banano, proprietario della Banano Corp, con il quale seguiremo il viaggio di una banana, dalla piantagione in Sudamerica fino al banco del nostro supermercato.

Passo dopo passo scopriremo come il commercio intensivo di questi frutti comporti, in alcune aree del nostro pianeta, la distruzione delle foreste, la violazione dei diritti dei lavoratori, l’inquinamento ambientale, e anche possibili danni alla salute umana, a causa dei prodotti chimici usati per il trattamento. L'app “Banano Corp” è dunque anzitutto uno strumento educativo, mirato a rendere consapevoli del peso delle proprie scelte di consumo alimentare quotidiane, e incoraggiare l’adozione di stili di vita più sostenibili.

Attraverso i crimini e i misfatti di Don Banano, potremo imparare come un gesto semplice e quotidiano come mangiare una banana possa avere gravi ricadute sul futuro del nostro pianeta. Per questo è importante, quando facciamo la spesa, seguire alcuni semplici accorgimenti, come leggere bene l’etichetta, scegliere prodotti di stagione, privilegiare la vendita diretta e la “filiera corta”. Piccole accortezze che possono contribuire alla costruzione di un mondo più pulito e ricco di biodiversità. E di un futuro migliore per noi e per le generazioni a venire.

Per ulteriori informazioni: www.istituto-oikos.org
 
Fonte: Ufficio Comunicazione ed Educazione alla Sostenibilità
Istituto Oikos Onlus


Commenti