Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Dolby Pro Logic IIz: surround anche dall'alto

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 14 Gennaio 2009, all 11:59 nel canale DIFFUSORI

“In occasione del CES 2009, Dolby ha presentato la nuova tecnologia di decodifica Pro logic IIz che consente di riprodurre due canali matriciali verticali aggiuntivi da incapsulare nelle tracce 5.1, 7.1 e anche stereo”

Se per voi installare i diffusori in configurazione 7.1 canali è stato un gioco da ragazzi, ecco che Dolby ha in serbo una nuova tecnologia che richiede l'aggiunta di ulteriori 2 canali frontali "superiori". Gli ingegneri Dolby hanno infatti sviluppato la nuova tecnologia di decodifica matriciale Pro Logic IIz, che consente di inserire all'interno di tracce 2.0, 5.1 e 7.1 le informazioni necessarie a riprodurre gli effetti di "altezza" (la pioggia che cade dall'alto, un elicottero posizionato sopra di voi o ancora un aereo che sorvola la vostra testa.

In questo modo la scena sonora, oltre ad avere uno sviluppo orizzontale, potrà prossimamente avere anche uno sviluppo verticale, rendendo le colonne sonore dei film o gli effetti dei videogiochi ancora più realistici e in grado di restituire un maggiore respiro. L'inconveniente è che questa tecnologia richiede appunto l'installazione di ulteriori due canali frontali, portando la configurazione dei diffusori necessari a ben 9.1 canali (anche se considerando che la maggior parte dei film viene proposta in 5.1, una configurazione 7.1 canali potrebbe essere sufficiente alla stragrande maggioranza dei casi). La scelta di utilizzare una configurazione frontale "superiore" (piuttosto che posteriore) è stata giustificata dal fatto che l'ascoltatore localizza più facilmente i suoni con provenienza frontale.

Durante la presentazione è stato utilizzato un prototipo di sintoamplificatore Onkyo TX-SR607 con chip Pro Logic IIz e amplificazione a 7.1 canali e secondo quanto annunciato, i primi modelli dotati del nuovo chip dovrebbe arrivare sul mercato entro l'estate.

Anche DTS sta lavorando a una soluzione matriciale simile a quella presentata dal concorrente Dolby e che dovrebbe chiamarsi Neo X. In questo caso però, la decodifica matriciale prevede potenzialmente addirittura 11.1 canali con due canali frontali "superiori" o "verticali" e due ulteriori canali frontali "orizzontali" da aggiungere all'attuale configurazione 7.1 canali. Il Neo X potrà comunque funzionare anche con i soli 2 canali frontali "verticali" aggiuntivi. I primi modelli di processori e sintomapli dotati di DTS Neo X dovrebbero arrivare sul mercato entro la fine dell'anno o ad inizio 2010. Premesso che l'effetto sarà indubbiamente molto spettacolare e coinvolgente, la prospettiva di vedere installati 10 se non addirittura 12 diffusori nel salone di casa rasenta a mio avviso (ripeto, a mio avviso) quasi la follia...

Fonte: Twice



Commenti (75)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: StarKnight pubblicato il 14 Gennaio 2009, 12:13
E tappezzare ogni CM libero di pavimento, pareti e soffitto del proprio salotto con una diffusore no ?

Io sono anni che vado avanti con una tradizionale configurazione 5.1 visto che non ho lo spazio neppure per la sesta cassa centrale posteriore e quando mi vedo lo stesso film nel salatto di un mio amico configurato (correttamente) come 7.1 non noto alcunissima differenza...

Sono configurazioni solo per patiti che possono anche permettersele ma del tutto inutili per il 99% della popolazione.
Commento # 2 di: Microfast pubblicato il 14 Gennaio 2009, 12:22
Esatto, di sicuro non comprerò un nuovo apparecchio per questa trovata ........
Commento # 3 di: godzilla666 pubblicato il 14 Gennaio 2009, 12:25
Qui siamo un po' oltre il discorso dei patiti, qui siamo al maniacale. Probabilmente buona parte dei cinema neanche può vantare un impianto del genere e poi rimane da vedere il discorso dei sorgenti.
Mi chiedo quanti film supporteranno una tale configurazione, quando già avere un 7.1 in BD in italiano è un miraggio...
Commento # 4 di: EdoFede pubblicato il 14 Gennaio 2009, 12:35
Un'altra trovata inutile, come 6.1 e 7.1, giusto per fare scena sugli impianti da mercatone o entry level.

Il salto di qualità c'è quando si cura il fronte anteriore. Dietro 2 canali bastano e avanzano.
Commento # 5 di: loreeee pubblicato il 14 Gennaio 2009, 12:39
sarò antico, ma come audio imho si può fermarsi al 5.1 per i film, tutti questi punti di ascolto mi sembrano quasi inutili.. onestamente non ho mai sentito un 7.1 configurato bene con un vera traccia 7.1, ma già il 5.1 mi sembra che dia un risultato piu che soddisfacente e coinvolgente
Commento # 6 di: Dave76 pubblicato il 14 Gennaio 2009, 12:50
Sono ancora lontani dal Cinema DSP HD3 di Yamaha....gli mancano ancora i 2 high surround back...
Commento # 7 di: paolodt pubblicato il 14 Gennaio 2009, 13:20
Qui più che altro, dall'alto possono arrivare le mazzate delle mogli alle quali viene proposto di aggiungere altre due speakers!
Commento # 8 di: stillman pubblicato il 14 Gennaio 2009, 14:19
ma dai... e poi...

avete presente la tecnica che si usa con il bullet time....

il soggetto in mezzo ed intorno 200 macchine fotografiche....

ecco magari farranno lo stesso con i diffusori... li chiameranno superultrasurrroundchetifacagardosso....

Commento # 9 di: Murakami pubblicato il 14 Gennaio 2009, 14:20
Questa rincorsa a chi monta più speaker mi sa di ridicolo: che si inventino algoritmi HRTF migliori per far percepire il contrasto alto-basso con le attuali configurazioni di altoparlanti.
Comunque, scusate, la tecnologia DolbyTrueHD a quanti altoparlanti può già arrivare, nelle specifiche dell'algoritmo? Ben di più, se non sbaglio...
Commento # 10 di: Dave76 pubblicato il 14 Gennaio 2009, 14:24
fino a 14 canali audio (però solo 7.1 su HD-DVD e BR)...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »