Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Epson Moverio BT-35E nuovi smartglass

di Franco Baiocchi, pubblicata il 13 Giugno 2018, alle 12:23 nel canale AVPRO

“Epson ha presentato i suoi nuovi smartglass con display Si-OLED, risoluzione HD a 720p e caratteristiche ideali per applicazioni in ambito sanitario, ingegneristico, per il pilotaggio di droni e altri utilizzi commerciali”

Epson annuncia il lancio in Europa della versione più recente degli smartglass Moverio BT-35E che potranno essere utilizzati con l'hardware attualmente sul mercato tramite la connettività HDMI e USB-C, per applicazioni nel sistema sanitario, nel pilotaggio dei droni commerciali, nell'area ingegneristica, nell'intrattenimento e in molti altri settori.

Il modello BT-35E è pensato per essere utilizzato:

  • Nel sistema sanitario come display primario o secondario. Anziché voltarsi a guardare il monitor, un medico può continuare a rimanere concentrato sul paziente, mantenendo una posizione più naturale.
  • In diverse applicazioni tecniche come display primario o secondario per attività che richiedono latenza bassa e maggiore efficienza, tra cui il supporto da remoto.
  • Nell'intrattenimento, per consentire ai visitatori di parchi tematici e musei di riprodurre contenuti video migliori o di utilizzarlo come display a sovraimpressione.
  • Per i droni commerciali, ad esempio DJI Phantom 4 Pro, come display FPV secondario per i controller che dispongono di display primario e di un'uscita HDMI.

Valerie Riffaud-Cangelosi, Head of New Market Development di Epson Europe, dichiara: "Dagli utenti del settore sanitario che intendono continuare a focalizzare la loro attenzione sui pazienti ai piloti di droni che desiderano aggiungere funzionalità di realtà aumentata alle loro configurazioni, questi smartglass a visione stereoscopica con lenti trasparenti Si-OLED per l'utilizzo a mani libere possono offrire un'ampia gamma di contenuti a bassa latenza ricorrendo a una serie di dispositivi che usano la connettività HDMI o USB-C. Con questi occhiali, il nostro obiettivo è portare i successi e i progressi dei nostri elementi ottici a un pubblico più ampio, perché possa utilizzarli come display con lenti trasparenti per l'hardware di cui dispone."

Caratteristiche principali:

  • Display Epson Si-OLED
  • Risoluzione HD a 720p
  • Ampia gamma di sensori integrati, tra cui fotocamera da 5 MP, giroscopio, accelerometro, bussola e sensore luce ambientale
  • Unità di interfaccia esterna con connettività HDMI e USB-C
  • Design compatto e leggero che si adatta a molte conformazioni della testa e consente di indossare gli smartglass sopra agli occhiali
  • Supporto per contenuti 3D con codifica side by side
  • Laccetto da collo per lasciare le mani completamente libere
  • Nasello esclusivo, ideale per l'uso sopra agli occhiali
  • Aste regolabili per una migliore indossabilità
  • Epson fornisce l'API per la telecamera e i sensori

Il modello BT-35E sarà disponibile a partire da settembre 2018.

Per maggiori info: www.epson.it

 



Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Scuttle1970 pubblicato il 14 Giugno 2018, 07:45
Si sanno quali sono le differenze con l'attuale modello BT300?
Commento # 2 di: Franco pubblicato il 15 Giugno 2018, 10:31
Ho girato la domanda all'ufficio stampa di Epson e questo è quanto mi hanno risposto:

in effetti dal comunicato stampa sembrerebbe che, rispetto ai precedenti modelli BT-300 e BT-350, le differenze siano nella porta USB tipo C e nelle aste regolabili (perché in effetti la parte “occhiale” è la stessa).

Invece, ed è forse la cosa più importante per il tipo di applicazioni cui è destinato, c’è anche l’ingresso HDMI di una sorgente video tipo PC, che consente agli smartglass di diventare a tutti gli effetti un secondo schermo indossabile. Inoltre il BT-35E non ha la piattaforma Android, a differenza sia del BT-300 che del BT-350.

Il BT-35E è stato fatto per dare un secondo schermo - indossabile – in quelle applicazioni – per esempio quelle medicali - dove è molto importante non avere ritardo tra l’immagine che viene ripresa dalla fotocamera (es. di una colonna laparoscopica) e quello che il chirurgo vede sulle lenti degli smartglass. Per via della doppia conversione da segnale su circuito elettronico a WI-FI e nuovamente da Wi-FI a circuito elettronico, che avviene nei modelli esistenti è impossibile avere la simultaneità dell’immagine ripresa e di quella vista. Il ritardo è sull’ordine dei 200 msec o più e un chirurgo non si fida a tagliare se non vede la lama che si muove nello stesso momento in cui lui la muove. Invece con il collegamento HDMI o USB tipo C il ritardo è di un solo frame e quindi la visione è in tempo veramente reale.
Commento # 3 di: Scuttle1970 pubblicato il 15 Giugno 2018, 10:50
Grazie mille per le informazioni. Allora per l'uso che ne faccio io (pilotare droni), il vecchio modello va ancora bene.