Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Esoteric K-01X, K-03X

di Riccardo Riondino, pubblicata il 29 Gennaio 2015, alle 11:05 nel canale AUDIO

“I nuovi lettori stand alone di vertice della gamma Esoteric, con diverse caratteristiche costruttive mutuate dalle meccaniche separate delle serie superiori ”

I lettori SACD-CD K-01X e K-03X sono i nuovi player integrati di vertice del costruttore nipponico, sostituendo i modelli K-01 e K-03 che potranno comunque essere aggiornati con un kit di prossima introduzione. Sono forniti di un nuovo  telecomando, mentre le meccaniche di lettura adottate sono le stesse dei predecessori: la VMK-3.5-20S per il K-01X, e la VMK-3.5-10 come dotazione del K-03X. La prima presenta caratteristiche analoghe a quella impiegata nella meccanica P-02: peso di 5,2 kg, platorello da 20mm in duralluminio, pick-up su asse scorrevole, motore trifase ad alta coppia (6 bobine) e cuscinetti a sfere in ceramica. Un circuito VS-DD con alimentatore dedicato si occupa di pilotare il motore del platorello. La meccanica adottata nel K-03 ha un peso di 4,4 kg, platorello da 10mm in duralluminio e cuscinetti in acciaio.

Il motore di trazione è identico al 20S, ma il pilotaggio impiega un circuito più semplificato e l'alimentazione viene condivisa con il resto del sistema di lettura. La sezione di conversione D/A del K-01X adotta una configurazione completamente dual-mono, a partire dai circuiti di alimentazione (trasformatore compreso): 8 DAC 32 bit (AK4495S) per canale con buffer di uscita realizzato con operazionali MUSES 02 alimentato a ±22V, similarmente al top di gamma Grandioso D1. Il K-03X adotta 4 DAC e un unico trasformatore toroidale per i due canali, ma la stessa configurazione di uscita, con alimentazione a ± 22 V. In entrambi i modelli sono disponibili uscite XLR e sbilanciate RCA, quest'ultime ottenute convertendo il ramo freddo in caldo e sommandoli. L’algoritmo di processamento per la conversione D/A PCM avviene a 35 bit nel K-01X e a 34 bit per lo 03X.

Il circuito di generazione del clock dei due player viene denominato VCXO (Voltage Controller Crystal Oscillator), anch'esso utilizzato nel Grandioso. Viene espressamente sviluppato da Nihon Dempa Kogyo (NDK) per Esoteric, ed è direttamente connesso al DAC, bypassando il circuito PLL. Capace di una precisione di +/- 0,5 ppm, è dotato di alimentazione dedicata. Presente anche l’ingresso USB-B asincrono, per il quale è previsto un circuito di isolamento dedicato, che si affianca ai digitali ottici e coassiali, per il supporto ai formati DSD a 2,5/5,6 MHz e 384kHz/32 bit PCM. I due lettori sono dotati di sovra-campionamento 2X e 4X e conversione da PCM a DSD. Disponibile anche il download di un player software per l'impiego con Mac e PC. Il controllo del volume digitale a 32 bit permette inoltre ai lettori K-01X e K-03X di pilotare direttamente un amplificatore finale, senza problemi di guadagno, vista l’alimentazione sovradimensionata dei circuiti di uscita e la possibilità di settare il livello di uscite XLR tra 0dB e + 6 dB.

Caratteristiche tecniche:

Dischi compatibili: SACD, CD, CD-R/RW
Impedenza di uscita XLR/RCA: 40 ohm/10 ohm
Risposta in frequenza: da 5Hz a 40kHz
Livello massimo di uscita XLR/RCA: 4.8Vrms/2.4Vrms
Rapporto segnale/rumore K-01X/K-03X: 117dB/116dB
Distorsione armonica totale K-01X/K-03X: 0,0006%/0,001%
Uscite digitali: XLR (3Vp-p) e RCA (0.5 Vp-p)
Ingressi digitali: RCA (impedenza 75 ohm) 0.5 Vp-p, ottico, USB-B 2.0
Ingresso clock sync: BNC 75 ohm
Formati supportati: PCM (WAV) 44,1-384 kHz, 16-32 bit; MP3 32-320 kbps, DSD 2,8/5,6 MHz; FLAC 44,1-384kHz, 16-32 bit
Dimensioni: 445x162x438 mm

I lettori Esoteric K-01X e  K-03X sono disponibili con prezzi al pubblico di 23.900,00 e 14.500,00 Euro rispettivamente

Per ulteriori informazioni: www.audiogamma.it

Fonte: Audiogamma



Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: puket pubblicato il 29 Gennaio 2015, 11:45
Praticamente regalati! ;-)
Commento # 2 di: Riccardo Riondino pubblicato il 29 Gennaio 2015, 11:58
Il nome Esoteric non è casuale...
Commento # 3 di: Subzero pubblicato il 29 Gennaio 2015, 14:11
ammazza che carroarmati! ma 23k.....
Commento # 4 di: Sgulingione pubblicato il 29 Gennaio 2015, 16:10
E dopo aver speso 23k € per un lettore mi toccherebbe farmi operare alle orecchie per poter apprezzarne la qualità . Mi sento fortunato a non avere un orecchio particolarmente raffinato, così mi posso accontentare spendendo meno senza sentire il bisogno di ciò che non potrei, comunque, permettermi. Sarebbe curioso un ascolto al buio, con un impianto di riferimento, per vedere quante persone riuscirebbero ad apprezzare le differenze tra questi lettori e dei validi lettori dal costo di dieci volte inferiore. Scusate lo scetticismo ma 23k € per un lettore cd...
Commento # 5 di: Riccardo Riondino pubblicato il 29 Gennaio 2015, 16:57
ehm...date un occhiata qui
Commento # 6 di: Sgulingione pubblicato il 29 Gennaio 2015, 18:42
Quello che intendo dire io è che a volte ho dei dubbi sul fatto che determinate soluzioni tecnologiche (che so benissimo abbiano dei costi molto elevati di progettazione e costruzione) finiscano poi col sortire degli effetti che siano realmente apprezzabili dai nostri sensi o che, perlomeno, facciano la differenza in termini di qualità realmente percepibile. E intendo percepibile dall' orecchio umano e non da dei sensori di laboratorio che possono essere decisamente più sensibili. Altrimenti si tratterebbe di apparecchi che rappresentano un gran sfoggio di tecnologia ma, in buona parte, ridondante rispetto alla funzionalità che devono assolvere. O buoni per poter fare fregiarsi del possesso di un apparecchio d' elitè perchè costoso ed esclusivo. Insomma la domanda è: la maggior parte delle persone percepirebbero la maggior qualità di riproduzione di questi apparecchi rispetto ad altri di costo di dieci volte inferiore ( che nel caso del lettore cd in oggetto vuol dire un apparato dal rispettabilissimo prezzo di € 2300) ?
Commento # 7 di: Riccardo Riondino pubblicato il 29 Gennaio 2015, 20:01
Ma certo, la tua domanda è più che pertinente, quel link era solo una provocazione scherzosa (nel caso non si fosse capito...). Il gap maggiore credo sia tra l'entry level, anche se di qualità, e la fascia medio-alta. Tanto più si sale di livello, più le differenze cominciano a essere meno evidenti, magari microdettagli percepibili da orecchie allenate e in possesso, ovviamente, di componenti dello stesso valore. Se la tua domanda si riferisce a utenti senza particolari pretese ed esperienza di ascolto, probabilmente la maggior parte non saprebbero rilevare differenze, ma un appassionato di hi-fi penso invece che qualcosa percepirebbe...il valore che ciascuno potrebbe/vorrebbe dare a questo qualcosa è naturalmente soggettivo, oltre che dipendente da possibilità economiche fuori portata per la stragrande maggioranza degli utenti. Però mi è anche capitato di sentire persone quasi scandalizzate dai prezzi dell'hi-fi di alto livello, che non si farebbero invece problemi (a patto di poterselo permettere) a comprare un bottiglia di vino dal costo di qualche migliaia di Euro...Per finire, prodotti del genere vanno forse inquadrati nell'ottica della scelta semi-definitiva, nel senso che il livello costruttivo si traduce anche in un affidabilità presumibilmente valutabile in qualche decennio di impiego
Commento # 8 di: lapro97 pubblicato il 30 Gennaio 2015, 10:47
Che due bestie. Concorrenza ad Accuphase.
Benvenuta decodifica DSD64/DSD128, quella mp3 se la potevano risparmiare. Che ci azzecca con l'high-end?!
Commento # 9 di: Mau60Mau pubblicato il 03 Febbraio 2015, 08:20
tutti sti soldi in balia di tanti CD registrati male!..... Comunque fortunato chi può permettrseli!!!!
Commento # 10 di: hoppio24 pubblicato il 03 Febbraio 2015, 14:12
Sono assolutamente d'accordo con te.
Purtroppo ci sono troppe incisioni mediocri, e i sacd sono pochi e cmq sempre dello stesso genere.
Io ascolto praticamente solo classica e jazz, perciò i sacd e le buone incisioni non mancano e sono contento, ma la stramaggioranza sono come abbiamo già detto incisioni per nulla eccelse.
Io non possiedo assolutamente un lettore di questo costo, perchè obbiettivamente non ci credo tantissimo nella differenza rispetto ad un buon lettore da 2000/4000€, ma sicuramente già con il mio denon dcd 2020 modificato quando metto vecchi cd o cd mal registrati sento tutti i difetti e mi godo poco la musica con grande dispiacere.
Quindi avere lo stesso problema dopo aver speso piu' di 20000€ non deve essere gratificante.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »