Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Apertura Porta Santa in 4K in chiaro

di Redazione, pubblicata il 02 Dicembre 2015, all 18:26 nel canale 4K

“Martedì 8 Dicembre, la cerimonia di apertura della Porta Santa sarà disponibile in ricezione diretta a risoluzione Ultra aHD 4K per gli utenti dotati di apparati compatibili sul canale 4K1 via HOT BIRD”

Questa mattina, durante la conferenza stampa presso la Filmoteca Vaticana, sono stati resi noti i dettagli della copertura mediatica della cerimonia d'apertura del Giubileo Straordinario della Misericordia, presieduta da Papa Francesco l'8 dicembre prossimo, a partire dalle ore 9,30 e prodotta dal Centro Televisivo Vaticano in collaborazione con Radio Vaticana e il contributo tecnologico di Sony, Eutelsat, Globecast e DBW Communication. Per la prima volta nella storia delle celebrazioni papali, verrà effettuata una trasmissione mondovisione dal vivo in Ultra HD. E sarà condotta grazie ad Eutelsat che utilizzerà tre satelliti ad ampia copertura per assicurare la distribuzione della diretta in tutto il pianeta tanto nel formato Ultra HD quanto nel formato HD.

Nello stesso tempo, il segnale Ultra HD sarà disponibile in ricezione diretta per gli utenti dotati di apparati compatibili sul canale 4K1 via HOT BIRD, che raggiunge milioni di abitazioni tra Europa, Nord Africa e Medio Oriente e che in Italia sarà veicolato sul numero 200 della piattaforma satellitare Tivusat. Inoltre, l’evento verrà trasmesso live in Ultra HD presso l’atrio dell’Aula Paolo VI dove saranno installati due TV 65 pollici Sony Bravia 4K HDR modello KD65X9305CB, collegati via satellite e sintonizzati sul canale Eutesat 4K1.

Globecast curerà l’Uplink attraverso due mezzi mobili satellitari SNG di ultima generazione che opereranno presso il TV compound allestito in piazza del Santo Uffizio in Vaticano, uno dedicato alla trasmissione Ultra HD ed uno a quella HD. Ateme, Ericsson e NTT Electronics forniranno invece modernissimi apparati per la compressione del segnale in Ultra HD nel nuovo standard HEVC. Le riprese della cerimonia verranno realizzate esclusivamente nel formato Ultra HD 4K (a 50p) e ‘scalate’ in tempo reale in HD e in SD per assicurare la copertura anche in tutti gli altri formati televisivi. 

Tra l’esterno e l’interno della Basilica di San Pietro è previsto l’impiego di 19 telecamere Sony, di cui 12 HDC-4300 di ultima generazione 4K, equipaggiate con le modernissime ottiche Fujinon 2/3” U-HDTV, e 7 PMW-F55 con Prime Lens. Per memorizzare le preziose immagini sarà utilizzato un server 4K PWS-4400. Il Centro Televisivo Vaticano utilizzerà due mezzi mobili OB VAN (OB 16 e OB 8 recentemente rinnovato con apparati, sistemistica e infrastruttura Ultra HD 4K) avvalendosi del supporto di DBW Communication.

“Sfrutteremo tutte le potenzialità del formato" - ha precisato mons. Dario Edoardo Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione; "noi dobbiamo tenere in buona considerazione certamente gli ultimi, ai quali dobbiamo inviare un segnale in standard definition; ma non dobbiamo dimenticare anche le nazioni più evolute tecnologicamente. Stiamo mettendo in archivio per i secoli a venire un patrimonio storico importantissimo e vale la pena di farlo in 4K: non a caso abbiamo già iniziato le produzioni 4K con la canonizzazione dei due Papi, lo abbiamo fatto anche durante la beatificazione di Paolo VI. La storia tra 20-30 anni non sarà più fatta solo sui testi cartacei ma prevalentemente sugli audiovisivi. Tanto più l’audiovisivo è di alta qualità, tanto meglio sarà per gli storici”.

Per Stefano D’Agostini, Direttore Tecnico del Centro Televisivo Vaticano, “Con la tecnologia 4K, il Ctv, da sempre attento ai nuovi scenari, punta a coinvolgere e ad immergere nell'avvenimento il pubblico di fedeli e non, in tutto il mondo. Non si tratta di rincorrere la tecnologia ma di metterla al servizio della potenza del messaggio del Magistero del Papa. Potremo coinvolgere con la massima qualità possibile chi non potrà essere fisicamente presente in piazza San Pietro, allargandola al mondo intero”.

Renato Farina, Amministratore Delegato di Eutelsat Italia, ha affermato: “Siamo particolarmente lieti di mobilitare le nostre risorse satellitari per contribuire a diffondere nel mondo il messaggio di Papa Francesco, consolidando la partnership con il Centro Televisivo Vaticano. Lo faremo a partire dalla straordinaria potenza dei satelliti Eutelsat che sono in grado di coprire l’intero pianeta e di trasmettere contemporaneamente in tutti gli standard dell’immagine televisiva a disposizione. Grazie all’apporto degli altri player tecnologici, l’iniziativa servirà a segnare un importante passo in avanti per l’affermazione della TV Ultra HD”.

Benito Manlio Mari, Country Sales Manager, Sony Europe, ha dichiarato: “L’intensa cooperazione con CTV negli ultimi cinque anni ha visto un continuo progresso di innovazione attraverso la produzione di eventi memorabili, che coniugano valenza di contenuto e qualità tecnologica di avanguardia. Anche per l’apertura del Giubileo Straordinario, Sony collabora con CTV con l’intento di dimostrare come una tecnologia innovativa possa innalzare l’esperienza di narrazione visiva e il coinvolgimento emozionale dello spettatore. Le riprese con i 19 sistemi camera, già pronte per le riprese in High Dynamic Range, posizionate tra piazza San Pietro e la Basilica, rappresentano il più ampio spiegamento di telecamere UHD mai visto per eventi di questo tipo”.

Per Alessandro Alquati, Direttore Generale di Globecast Italia: “Dopo la trasmissione delle Cerimonie di Canonizzazione del 2014 abbiamo deciso assieme al CTV ed ai nostri Partner di realizzare qualcosa di ancora più ambizioso e innovativo e siamo estremamente  orgogliosi di mettere a  disposizione le nostre risorse tecniche e la nostra esperienza per questo evento eccezionale”Stefano Rebechi, Amministratore Delegato di DBW Communication, ha affermato: “Siamo davvero orgogliosi di partecipare a questo straordinario evento storico fornendo otto catene di ripresa live e il nostro OBVan 4K-UHD”.    



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: igorman pubblicato il 02 Dicembre 2015, 19:07
Potevano pure pensare di fare una diretta su Youtube in 4k così completavano i media di distribuzione
Commento # 2 di: Nordata pubblicato il 02 Dicembre 2015, 19:52
Gli [COLOR=#000000]apparati compatibili quali sarebbero attualmente?

Ritengo decoder Sat, qualche sigla? Anche se dubito sia facile trovarli in commercio.[/COLOR]
Commento # 3 di: mauro-1966 pubblicato il 02 Dicembre 2015, 20:07
Originariamente inviato da: Nordata;4495561
Gli [COLOR=#000000]apparati compatibili quali sarebbero attualmente?

Ritengo decoder Sat, qualche sigla? Anche se dubito sia facile trovarli in commercio.[/COLOR]


Il V+solo 4k dovrebbe essere ok
Commento # 4 di: g_andrini pubblicato il 02 Dicembre 2015, 20:43
Il canale 4K1 è interessante anche come canale di test. In Europa queste festività dovrebbero essere caratterizzate da buone vendite dei TV 4k, dunque questa fonte è una risorsa importante.