Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Pioneer D-ILA KRF-9000FD in Italia

di sabatino pizzano, pubblicata il 25 Giugno 2008, all 16:14 nel canale PROIETTORI

“Pioneer annuncia ufficialmente l'esordio sul mercato italiano del suo primo proiettore della linea KURO con tecnologia D-ILA. Basato sul JVC HD100, è dotato di risoluzione Full HD e di un rapporto di contrasto di 30.000:1”

Diverse settimane fa vi avevamo riportato del rinvio alla seconda metà di giugno del lancio sul mercato del primo proiettore Kuro di Pioneer. Giugno è arrivato ed il produttore giapponese è stato di parola.

Pioneer Italia ha infatti annunciato la disponibilità anche sul mercato italiano del KRF-9000FD, videoproiettore D-ILA basato sul noto JVC HD100, con connettività HDMI in versione 1.3, risoluzione 1920x1080 e rapporto di contrasto di 30.000:1. Confermato anche il prezzo di listino, precedentemente annunciato in 7.499 Euro.

Di seguito una tabella riassuntiva su tutte le specifiche tecniche di questo videoproiettore: KRF-9000FD

Fonte: Pioneer Italia



Commenti (6)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Highlander pubblicato il 25 Giugno 2008, 17:53
EPISODIO II: [I]La Guerra dei Cloni[/I]...........
Commento # 2 di: primacorte pubblicato il 25 Giugno 2008, 22:16
"sono il primo e resto il migliore?"

che stupida operazione: l' HD100 costa qualche centesimo in meno ed offre le maggiori garanzie di chi ha inventato ed ottimizzato il sistema.

sono il primo e resto il migliore?
Commento # 3 di: tsq1to pubblicato il 25 Giugno 2008, 23:23
"Zoom 2x motorizzato a lenti focali"

Secondo Pio dovrei comprarlo (anche) per questo? Almeno la fatica di tradurre decentemente potevano farla! Bah!
Commento # 4 di: Highlander pubblicato il 26 Giugno 2008, 10:20
Come già scritto varie volte ...
E' principalmente un'operazione commerciale JVC che con l'accordo con Pioneer cerca di entrare e conquistare quegli spazi di mercato dove Pioneer va forte da sempre
Lo scopo è quello di far conoscere ad un numero sempre più maggiore di utenti la tecnologia del D-iLA e reclutare fans possessori
Commento # 5 di: AlbertoPN pubblicato il 26 Giugno 2008, 11:22
Originariamente inviato da: Highlander
Lo scopo è quello di far conoscere ad un numero sempre più maggiore di utenti la tecnologia del D-iLA e reclutare fans possessori


Sono anni che la JVC cerca players commerciali per i propri prodotti/brevetti .....

Non mi soffermerò ancora sul perchè non ci sia mai riuscita (a conti fatti, neppure in questi ultimi mesi), dato che è un argomento trito e ritrito ... quello che stupisce maggiormente è l'approccio di Pioneer che per voce del suo Rappresentante italiano (intervista su AF Digitale) dice di non crederci molto (riferito alla video proiezione domestica).

Che i prodotti JVC abbiano problemini e problemoni è risaputo (anche se noto, detto sempre a denti molto stretti da tutti ... quasi i possessori fossero una setta carbonara ), ed essendo proprio legati al progetto/prodotto, non è che Cineversum, Dreamvision o Pioneer possano risolverli alla base.

Probabilmente questi proiettori re-brandizzati attireranno quella quota di clienti super fidelizzati dal marchio, dall'assistenza tecnica e dalla qualità percepita del prodotto.

Non mi scandalizzerei dopo tutto, più di tanto.
In altri settori merceologici è anche peggio.


mandi !


Alberto
Commento # 6 di: Highlander pubblicato il 26 Giugno 2008, 11:37
Originariamente inviato da: Alberto Pilot
....
Che i prodotti JVC abbiano problemini e problemoni è risaputo (anche se noto, detto sempre a denti molto stretti da tutti ... quasi i possessori fossero una setta carbonara )......

Alberto ... bha .... per quanto mi riguarda ... nessuna setta carbonara ...
Scrissi e puntai il dito sulle debolezze/difetti dell'RS1/HD1 e ho trovato la pace dei sensi nell'HD100 che mi soddisfa in pieno nonostante, Essedo TUTTO migliorabile, anche qui ho scritto e fatto rilevare quelle che IMHO possono essere le migliorie da effettuare

Forse, anzi ... sicuramente, la cosa che più salta all'occhio è una discontinuità qualitativa nella produzione in quanto risulta ESSENZIALE riuscire ad accaparrarsi una macchina selezionata e questo NOn gioca a favore dell'immagine di un Brand ... ma con la corsa dei prezzi al ribasso e i controlli di qualità che possano rientrare nei budget ... più o meno ... sono messi tutti maluccio ...

Oramai si preferisce curare a suon di Caring più che prevenire a suon di Test di funzionalità, qualità e stress ...