Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

TV 3D, le raccomandazioni di Samsung

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 15 Aprile 2010, all 10:31 nel canale DISPLAY

“Il costruttore coreano ha pubblicato sul proprio sito statunitense un documento di raccomandazioni per gli utenti dei nuovi televisori 3D. In particolare, i genitori devo stare attenti ai propri bambini e il 3D è sconsigliato ad anziani e donne in dolce attesa”

Samsung ha pubblicato sul proprio sito un documento che riassume le raccomandazioni utili prima di acquistare e utilizzare un loro televisore 3D (ma ovviamente la cosa è valida per i TV 3D di qualsiasi marca, n.d.r.). In particolare, l'azienda coreana sottolinea come siano i bambini e gli adolescenti i soggetti potenzialmente più sensibili a incontrare problemi di salute durante la visione stereoscopica. Devono quindi essere i genitori a monitorare l'uso e l'eventuale abuso della funzionalità 3D dei televisori da parte dei propri figli.  

Sempre nello stesso documento, Samsung aggiunge anche altre categorie "a rischio": è sconsigliato l'uso del 3D a donne in gravidanza, anziani, individui con gravi patologie, nonché sotto effetto di alcol o prive di sonno. In generale viene raccomandata l'interruzione immediata dalla visione in 3D e la consultazione di un medico nei seguenti casi: vista alterata, malessere, forte mal di testa, nausea, perdita di lucidità, confusione, crampi o disorientamento e convulsioni.

In generale e per evitare problemi andrebbe evitata la visione in 3D prolungata e a distanza molto ravvicinata allo schermo. La distanza ideale dovrebbe corrispondere a 3 volte quella dell'altezza dello schermo e con una seduta ad altezza schermo. Anche per tutti coloro che non hanno problemi di vista o particolari patologie, l'uso prolungato del 3D e relativi occhialini può provocare stanchezza e mal di testa: anche in questi casi, la visione andrebbe quanto prima interrotta.

Per esperienza personale, ci sembrano indicazioni fin troppo cautelative, ma ci sembra giusto sottolineare le possibili ripercussioni della visione in 3D, specie per i bambini che magari si ritroveranno a giocare per ore davanti alla TV. Come per tutte le cose, non bisogna mai abusare e approcciarsi con un minimo di buon senso!

Per maggiori informazioni: documento ufficiale Samsung (in inglese)

Fonte: Samsung Electronics



Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: gioo pubblicato il 15 Aprile 2010, 11:03
se ho capito bene, scientificamente parlando tutto ruota attorno al fatto che con questo tipo di 3D si tende ad ingannare il cervello umano, ossia si costringe l'occhio a lavorare in maniera innaturale considerando immagini fuori campo come immagini vicine o viceversa... qualcosa di simile, no?
Commento # 2 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 15 Aprile 2010, 11:45
Sì è più o meno così....si tratta sostanzialmente di un'illusione!
Ma questo vale per qualsiasi tipo di tecnologia stereoscopica...non solo per questi nuovi TV

Gianluca