Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

LG Display: perdite per 152M di Euro

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 20 Aprile 2011, all 12:37 nel canale DISPLAY

“Non sembra un gran momento per i produttori di TV e dopo la notizia della vendita della divisione TV da parte di Philips, ora è LG Display ad annunciare forti perdite per il secondo trimestre consecutivo”

Nonostante la forte crescita nelle quote di mercato, il secondo produttore al mondo di pannelli LCD non sembra passare un gran momento. La divisione LG Display del colosso coreano ha annunciato lo scorso lunedì di aver subito perdite per il secondo trimestre consecutivo. Il rosso ammonta ora a 239 miliardi di Won, circa 152 milioni di Euro. LG Display imputa la causa al forte declino della domanda che ha generato un crollo dei prezzi.

Sempre secondo LG, la situazione dovrebbe migliorare nel corso dell'estate, con i prezzi che dovrebbero tornare a salire. Vedremo se sarà effettivamente così (qualche dubbio lo nutriamo).

Fonte: LG Display



Commenti (15)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Roy Neary pubblicato il 20 Aprile 2011, 15:08
Sicuramente salteranno molte teste ai piani alti di LG...
C'é troppa offerta in giro e, complice la crisi, la richiesta diminuisce; forse se snellite le gamme e semplificate la scelta e la piantaste tutti di offrire ogni giorno un nuovo ritrovato tecnologico magari le cose vi andranno meglio.
E svegliatevi una volta tanto, la stragrande maggioranza della gente NON CAMBIA IL TELEVISORE UNA VOLTA ALL'ANNO SOLO PER FARVI CONTENTI!
Mi spiace che, molto probabilmente, a rimetterci alla fine saranno solo gli operai che perderanno il posto di lavoro.
Commento # 2 di: messaggero57 pubblicato il 20 Aprile 2011, 16:08
Anche in questo caso, niente di nuovo sotto il Sole! Per far fronte alla tendenza a scendere del valore incorporato in ogni prodotto dovuto all'altissima produttività dei processi industriali, bisogna aumentare la massa dei prodotti che però non si sa più dove piazzare. Ogni anno inventano qualcosa di nuovo per cercare di invertire la rotta, ma non è che ognuno di noi può mettersi in casa dieci televisori!
Commento # 3 di: nba78 pubblicato il 20 Aprile 2011, 16:57
Io lavoro in un negozio di elettronica e dopo il vero boom dell'anno scorso,dovuto anche al passaggio al digitale terrestre(sono in Lombardia)le vendite negli ultimi mesi sono inevitabilmente calate molto,d'altronde come è già stato detto un televisore è considerato (giustamente) un bene destinato a durare nel tempo e la maggior parte delle persone non ha soldi,tempo,competenza e voglia per rincorrere le ultime novità,che tra l'altro sempre piu' spesso sono novità a cui la gente non è interessata,vedi 3D o Internet Tv.Immagino che dal punto di vista dei produttori la situazione non sia facile,con i mercati occidentali piuttosto saturi e con fabbriche che ormai sfornano tv come biscotti,l'unica è rivolgersi ai mercati emergenti,dove pero' per fare grandi numeri,bisognerebbe proporre i tv a prezzi ancora piu' bassi di quelli di oggi.
Commento # 4 di: doorsimo pubblicato il 20 Aprile 2011, 23:51
MI SPIACE SOLO PER GLI OPERAI... MA ABBASSATE I PREZZI!!!! CON TUTTA LA GENTE CHE PERDE LAVORO.. VERGONA!!!! PRODOTTI CHE VALGONO 2 SOLDI VENDUTI ALLE STELLE!!!!!
Commento # 5 di: Paulin pubblicato il 21 Aprile 2011, 09:59
Semplice. Basterebbe produrre televisori che si rompano dopo due anni.. Non metto l'emoticon che ride perchè molte aziende lo fanno davvero su alcuni loro prodotti.
Commento # 6 di: RickDeckard pubblicato il 21 Aprile 2011, 10:11
Originariamente inviato da: doorsimo
MA ABBASSATE I PREZZI!!!!


In proporzione, rispetto a 10-15 anni fa le TV costano il 300% in meno, il crollo verticale dei prezzi è la causa della chiusura (e degli ovvi licenziamenti) di tutti gli stabilimenti di elettronica di consumo in Europa e Nordamerica e dello spostamento di tutta le produzione in Asia (giappone escluso ovviamente).
Commento # 7 di: phoenix pubblicato il 21 Aprile 2011, 10:23
Personalmente,credo che il problema di fondo sia il modello economico che sta distruggendo il mondo:il consumismo alla fine si dimostrerà un fallimento...occorre cambiare qualcosa ed in fretta
Commento # 8 di: messaggero57 pubblicato il 21 Aprile 2011, 10:25
Originariamente inviato da: primocontatto
In proporzione, rispetto a 10-15 anni fa le TV costano il 300% in meno...


Ti quoto alla grande! Il mio Sharp 32 100 Hz, Hd-ready, tre anni fa costava 1.400 € ed era uno dei modelli top di gamma: oggi l'equivalente non arriverebbe a 400 €! E' questo il dramma dell'industria: la grande massa prodotta a ritmi sempre più vorticosi fa crollare il valore contenuto in ogni pezzo e di conseguenza i prezzi. Da qui la necessità di spostare la produzione dove i salari sono più bassi per recuperare margini di profitto. Il problema però e che questo determina crisi e disoccupazione nei paesi che dovrebbero acquistare i prodotti. Un bel rebus per il capitalismo. Quanto ai giapponesi non escluderei che qualche gigante dell'elettronica dismetta la propria divisione TV come già successo con Pioneer.
Commento # 9 di: dino2008 pubblicato il 21 Aprile 2011, 10:50
Perdita o mancato guadagno. Su quanti tv prodotti ?? una notizia come sempre buttata lì, un numero che non dice proprio niente.
Commento # 10 di: sasadf pubblicato il 21 Aprile 2011, 18:21
Ma se LG ci perde....

....allora chi ci sta guadagnando?!

Panasonic? mmmm, il mercato dei plasma è ristretto...


Solo un nome mi verrebbe in mente allora.....siamo destinati ad avere TV monomarca in futuro?

Futuro oscuro..

walk on
sasadf
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »