Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

HP: display flessibile e indistruttibile

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 09 Dicembre 2008, all 12:11 nel canale DISPLAY

“Hewlett Packard in collaborazione con il Flexible Display Center dell'Arizona State University annunciano la messa a punto di un prototipo di display flessibile che sarà anche indistruttibile ed economico”

Ormai da diversi anni i più importanti nomi dell'industria dell'elettronica di consumo stanno lavorando per mettere a punto dei display flessibili che consentano di migliorare l'esperienza visiva soprattutto in mobilità. Oltretutto, le tecnologie di "Flexible display" dovrebbero assicurare minori consumi rispetto alle attuali soluzioni ed avere anche un impatto ambientale decisamente inferiore rispetto ai tradizionali display. A quest'ultimo proposito, il processo produttivo di massa dei display flessibili dovrebbe garantire un risparmio di circa il 90% del materiale necessario rispetto a un display tradizionale. Il tutto si tradurrebbe, inoltre, in significative riduzioni dei costi produttivi e quindi relativi risparmi per i consumatori al momento dell'acquisto dei dispositivi portatili

HP, in collaborazione con il Flexible Display Center dell'Arizona State University, annuncia la messa a punto di un prototipo di display flessibile e indistruttibile utilizzando una tecnologia litografica di "impronta auto-allineante" (SAIL - Self-Aligned Imprint Litography). Questa tecnologia è considerata auto-allineante in quanto le informazioni sul suo schema di configurazione è impresso nel substrato in maniera da mantenere un perfetto allineamento indipendentemente dalla distorsioni indotte dal processo di creazione. SAIL consente la produzione di sequenze di strati di transistor molto fini su materiale plastico flessibile a costi ridotti.

Al momento non è ancora stata indicata una data di introduzione di massa della tecnologia, ma partner produttivi dell'innovativo display flessibile saranno la DuPont Teijin Films ed E-Ink (che fornisce la tecnologia che consente la persistenza senza energia delle immagini riprodotte dal display).

Per maggiori informazioni: http://flexdisplay.asu.edu
Video dimostrativo sulla resistenza (da scaricare): Flex-display-test_000.wmv

Fonte: Business Wire



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Alessandro Pecorelli pubblicato il 09 Dicembre 2008, 12:32
si parla del 90% di risparmio in componenti....ma a noi quanto costerà?
non mi sembra che si parli di risoluzione, immagino già gli schermi pubblicitari, nei campi di calcio, se avesse una certa resirtenza potrebbe essere addirittura essere utilizzato come terreno di gioco, magari nel tennis o altri sport a basso impatto podesco
i pubblicitari saranno in estasi!
ciao ale!
Commento # 2 di: maurino72 pubblicato il 09 Dicembre 2008, 13:53
Pensa ... Non ci sarebbe neanche bisogno di disegnare le linee con il gesso...
Commento # 3 di: NickOne pubblicato il 09 Dicembre 2008, 18:47
Indistruttibile un corno!
Ci sono in giro bimbi che hanno capacità distruttive molto evolute, inquietano le mie notti come il giorno del giudizio e i T1000.

Commento # 4 di: Alessandro Pecorelli pubblicato il 09 Dicembre 2008, 21:15
a prova di bimbo non c'è nulla!
però le applicazioni di questo prodotto sono potenzialmete illimitate!
ciao ale!