Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sony FMP-X1 4K: connessione obbligatoria

di Nicola Zucchini Buriani, pubblicata il 04 Luglio 2013, all 10:34 nel canale HT

“Il media player Ultra HD, in arrivo a giorni negli USA, si prefigura come una delle piattaforme più protette di sempre, per via della presenza di HDCP 2.2 e della necessità di mantenere una connessione permanente alla rete”

Il media player Sony FMP-X1 non è ancora disponibile, ma può già vantare caratteristiche praticamente uniche: non solo è una delle pochissime sorgenti Ultra HD sul mercato (insieme a REDray di RED, vedi news), ma rischia concretamente di diventare anche quella con il maggior numero di protezioni contro la pirateria. I DRM (Digital Rights Management, ovvero i sistemi tecnologici implementati per inibire copia e acquisizione del segnale) sono infatti notevoli, sia per numero che per tipologia. Anzitutto, data l'inefficacia della precedente versione di HDCP (aggirata già da tempo), viene introdotta una nuova versione, la 2.2. Quali novità apporta? Sostanzialmente la vera differenza è la funzione di "localizzazione", che pone un limite spaziale alla distanza tra il lettore ed il display/proiettore utilizzato. I chip HDCP sono quindi in grado di capire quando, ad esempio, si sta inviando il segnale in adattatori che riversano il segnale in rete, oppure in extender utilizzati su lunghe distanze. Le protezioni saranno, inoltre, diversificate a seconda dei titoli in modo da complicare l'aggiramento delle stesse: trovare il modo di by-passare i sistemi utilizzati su un film non darà quindi accesso a tutta la libreria.

La riproduzione avverrà, inoltre, in un ambiente cosiddetto TEE, Trusted Execution Environment. In sostanza il processo sarà isolato, a livello hardware, dal resto del sistema operativo, in modo da poter eseguire il software in un ambiente controllato e sicuro. Se le misure elencate vi sembrano già notevoli, sappiate che ne mancano ancora altre due. Tutti i film, in fase di download, verranno "marchiati" con un watermark, ovvero un'identificazione univoca e non eliminabile, che riporterà i dati del lettore su cui è stato scaricato il titolo, oppure quelli dell'utente che ha effettuato l'operazione. In questo modo, se quel particolare file dovesse finire online, a disposizione del pubblico, sarebbe facile risalire al responsabile. Ultimo requisito, ma non certo per importanza o rilevanza, è la connessione alla rete: chi vorrà utilizzare FMP-X1 dovrà necessariamente disporre di un collegamento fisso a Internet. Questo requisito è essenziale per consentire al lettore di autenticarsi prima di riprodurre ogni titolo, impedendo quindi interventi di hacking sul lettore e la riproduzione di contenuti non autorizzati. Stanti tutti questi requisiti, sono ormai piuttosto evidenti le motivazioni che hanno portato ad un lancio esclusivo negli USA e alla compatibilità limitata esclusivamente ai nuovi TV Ultra HD Sony X900A da 55 e 65 pollici (evidentemente dotati di HDMI compatibile con il nuovo HDCP 2.2.) - vedi news.

Fonte: Copyright and Technology



Commenti (37)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: runner pubblicato il 04 Luglio 2013, 11:04
forse hanno esagerato un tantino

scommetto che nel giro di qualche mese avranno aggirato tutti i DRM e i soli che avranno problemi saranno gli acquirenti paganti dei film
Commento # 2 di: kabuby77 pubblicato il 04 Luglio 2013, 11:14
Mi pare strano che non consentano l' utilizzo con il VW1000ES, è come tirarsi la zappa sui piedi....
Commento # 3 di: SSAbarth pubblicato il 04 Luglio 2013, 11:40
Il VW1000ES non supporta HDCP 2.2 . Quindi non è compatibile .
Commento # 4 di: SydneyBlue120d pubblicato il 04 Luglio 2013, 12:23
Dati i controlli grotteschi mi pare necessario citare questo video spettacolare relativo al Biondo che si lamentava delle protezioni dell'X1, chissà cosa direbbe di questo?!?

[video=youtube_share;6gHRR_R-Hcc]http://youtu.be/6gHRR_R-Hcc[/video]
Commento # 5 di: hi_speed pubblicato il 04 Luglio 2013, 12:55
Questi sono fuori di testa

Credono veramente che cambieremo tutta la catena ?
Commento # 6 di: gius76 pubblicato il 04 Luglio 2013, 14:12
He he, allora c'ho preso! L'avevo già scritto in un altro thread (se non ci credete lo cerco)...

Questo forse spiega il ritardo dei Blu-ray 4K, cioè probabilmente le majors preferiscono il download come VOD piuttosto che il supporto fisico su disco per ragioni di maggiore tutela del copyright. Vi suona strano? E allora vuol dire che non avete capito lo scopo della connessione obbligatoria (come da titolo).

E' molto verosimile che la ragione di pretendere una connessione sempre attiva, abbia a che fare con le chiavi crittografiche, le quali potrebbero non essere affatto disponibili nel sistema, ma solo nei server a cui ci si connette. Un tale sistema chiuso poi è probabile che le chiavi le gestisca esclusivamente nella memoria volatile del dispositivo (in pratica svaniscono appena si toglie la corrente). E' anche possibile che qualunque tentativo di trovare le chiavi nella memoria, col dispositivo in funzione, venga intercettato ed interpretato come il cosiddetto attacco criptoanalitico man in the middle, e quindi destinato a fallire.

Chi lo sa, magari gli hacker, mentre si gustano un film in 4K, inonderanno il povero giocattolino Sony con l'azoto liquido nella speranza di congelare anche la chiave nella memoria volatile, ma stavolta è possibile, viste tutte le ulteriori misure di sicurezza, che il tentativo di craccare diventi troppo antieconomico, anche considerato che verrebbe meno la già debole scusa della copia di sicurezza che fa da paravento a certi business nati pretestuosamente con questa scusa. Mi sembra che stavolta facciano davvero sul serio.
Commento # 7 di: Deimos7777 pubblicato il 04 Luglio 2013, 14:43
Ahah forte il video...simpaticissimo. Cmq io sono pienamente d'accordo con la politica della super protezione dei contenuti 4k....
Commento # 8 di: Bisocri pubblicato il 04 Luglio 2013, 15:21
Perchè, arriverà in Italia? Con la mia connessione a 1,5Mb in dowload come la vedete scaricare un film 4k per il sony...
Commento # 9 di: AlbertoPN pubblicato il 04 Luglio 2013, 15:56
Originariamente inviato da: SSAbarth;3922400
Il VW1000ES non supporta HDCP 2.2 . Quindi non è compatibile .


Interessante questa rivelazione.

hai qualche info sulla HDMI 2.0 ed anche sulla 2.2 ?
In giro se ne parla pochissimo .... mi fa piacere che sei informato, almeno si possono scambiare due chiacchiere strutturate !!

Grazie di quel che potrai rivelare.
Commento # 10 di: kabuby77 pubblicato il 04 Luglio 2013, 16:22
Beh bisognerebbe sapere se è aggiornabile a queste nuove versioni.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »