Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Primare BD32MKII

di Riccardo Riondino, pubblicata il 18 Febbraio 2015, alle 01:54 nel canale HT

“La svedese Primare presenta la versione aggiornata del lettore universale BD32, con upscaling UHD, doppia porta USB, uscite analogiche 7.1ch, streaming web e DLNA, nuovi circuiti di uscita, convertitori DA aggiornati e compatibilità fino a DSD”

Il Primare BD32 MKII, oltre ai dischi Blu-ray, DVD-Audio/Video, SACD/CD, può riprodurre vari formati audio, inclusi DSD, da periferiche USB. Lo streaming è disponibile da rete LAN con protocollo DLNA o da servizi internet, via RJ45, o Wi-Fi attraverso il dongle USB in dotazione. La connettività digitale comprende due porte USB-A, un ingresso HDMI compatibile MHL, uscite digitali Toslink e coax. analogiche stereo RCA/XLR e uscite 7.1 canali su connettori RCA. Il convertitore D/A è un Crystal DSD DAC CS4398, mentre l'uscita bilanciata utilizza operazionali BurrBrown OPA2134, condensatori in polipropilene WIMA e EPCOS e resistori MELF; quella single-ended utilizza un singolo MosFet bufferizzato. La sezione di uscita multi-canale è una versione semplificata di quella stereo, con DAC multicanale Crystal CS4382A, gli stessi OPA2134 e componenti passivi WIMA, NPO SMD e MELF.

Il settore video offre una doppia uscita HDMI con upscaling UHD 3840x2160 mediante un processore Kyoto-G2 Marvell Qdeo, che può operare anche la conversione del rapporto di aspetto a 2,35:1 (stretch zoom per proiettori con lenti anamorfiche). Se il processore A/V a cui viene abbinato è sprovvisto di ingressi HDMI 1.4a, l'uscita HDMI 1 può essere utilizzata per il veicolare il segnale video e la 2 per l’audio (compreso DSD, Dolby TrueHD e DTS-Master Audio). Presente anche un uscita videocomposita denominata Diag, in grado di visualizzare il menu di set-up in caso di anomalie nel collegamento HDMI. Gli stadi di alimentazione della meccanica di trasporto, della sezione video e del display sono isolati dalla sezione audio. Questa è dotata di trasformatore C-Core simile a quello usato nel preamplificatore PRE60, e utilizza un banco di condensatori da 82.000uF, diviso in molti elementi di piccola capacità, da 2.200 e 4.700uF, per ottenere un basso valore di ESR (Resistenza Equivalente Serie).

I regolatori sono gli LM317/337 estremamente veloci e posizionati a ridosso dei circuiti che alimentano. Il BD32 MKII è in grado di riprodurre file DSD stereo o multicanale con estensione DFF o DSF, e frequenza di campionamento di 2,8224 MHz (DSD64). La compatibilità include anche i formati: AAC, AIFF, ALAC, APE, FLAC, M4A, MKA, OGG, PCM, WAV, MP3 e WMA. I servizi web comprendono Picasa, Youtube, Netflix, VUDU, Pandora e Film Fresh.

Il BD32 MKII è disponibile con finitura nera o titanio, al prezzo al pubblico di 3.900,00 Euro

Per ulteriori informazioni: www.audiogamma.it



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: kabuby77 pubblicato il 18 Febbraio 2015, 10:26
Quando vedo queste realizzazioni mi viene un sorriso
utilizza un banco di condensatori da 82.000uF, diviso in molti elementi di piccola capacità, da 2.200 e 4.700uF, per ottenere un basso valore di ESR (Resistenza Equivalente Serie).
e
I regolatori sono gli LM317/337
e mi chiedo se queste scelte le facciano effettivamente i tecnici o quelli del marketing...
Commento # 2 di: Puppodums pubblicato il 18 Febbraio 2015, 11:30
Perdonami Kabuby, sono curioso ma non capisco al Tua osservazione.
Scusa, non sono un tecnico.

Paolo
Commento # 3 di: j.roger pubblicato il 18 Febbraio 2015, 14:13
Che senso ha

Mettere in commercio un lettore universale con l'uscita hdmi limitata alla versione 1.4a in periodo cosi a ridosso dell'età del 4k? Spero vivamente per primare che tale uscita hdmi possa essere aggiornata alla versione 2.0 e quindi a tutti i crismi che ciò comporta,altrimenti quel lettore venduto (a 3900€!!!!!) rischia di diventare obsoleto ancor prima di essere commercializzato.
Commento # 4 di: kabuby77 pubblicato il 18 Febbraio 2015, 14:16
Ciao, figurati non c'è niente da scusarsi.
Lo scopo di questi accorgimenti è quello di avere delle alimentazioni stabilizzate esenti il più possibile da rumori e disturbi.
Il valore di 82000uF è enormemente spropositato, e mi ricorda la classica guerra di chi ce l' ha più grosso, per farti un esempio in un apparecchio normale potresti trovare un valore di 1000. I regolatori di tensione LM317/337 sono dei componenti storici capisaldo di tutti gli hobbisti di elettronica che si cimentano nell' autocostruzione. Sul mercato oggi si trovano allo stesso prezzo componenti con prestazioni superiori e se proprio si vogliono fare le cose alla grande si possono progettare regolatori a componenti discreti o utilizzare schemi multistadio. Niente di esoterico anche alla portata di un bravo perito.
Commento # 5 di: Puppodums pubblicato il 19 Febbraio 2015, 14:06
Grazie. Chiarissimo.