Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sinto-ampli Denon AVR-3312 e 1912

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 17 Maggio 2011, all 09:46 nel canale DIFFUSORI

“La casa giapponese annuncia l'arrivo di due nuovi sinto-ampli multicanale della serie "12" che vanno ad affiancarsi agli AVR-1312 e AVR-1612. I nuovi AVR-3312 e AVR-1912 saranno entrambi compatibili 3D, AirPlay e FLAC”

Denon ha presentato i nuovi sinto-amplificatori Home Theater AVR-1912 e AVR-3312. Il primo sarà disponibile a un prezzo inferiore ai 700 Euro e offre amplificazione 7 x 125W, compatibilità 3D, sei ingressi e un'uscita HDMI 1.4, collegamento Ethernet per riprodurre radio Internet, streaming di contenuti audio (anche FLAC) e foto dalla rete (via DLNA 1.5), nonché da dispositivi Apple (iPhone, iPod Touch, iPad) via AirPlay e da PC Windows 7 via Play To e porta USB per riprodurre audio (anche FLAC ad alta risoluzione) e collegamento diretto di iPod, iPhone o iPad. Naturalmente non manca la compatibilità con tutti i codec di compressione con e senza perdita, nonché con le elaborazioni Dolby Pro Logic IIz, Audyssey Dynamic Volume, Dynamic EQ e MultiEQ XT.


Retro del Denon AVR-3312

Il AVR-3312 è più potente e versatile: l'amplificazione è 7 x 165W e sul fronte connessioni troviamo 7 ingressi (uno frontale) e due uscite HDMI 1.4 (utilizzabili contemporaneamente) e uscite pre-out 7.2 canali. Oltre a tutte le caratteristiche già citate per il 1912, questo modello offre anche uno circuito AL24 Plus, un riduttore di jitter e un circuito D.D.S.C. -HD. Il prezzo annunciato sarà di circa 1.500 Euro. Per entrambi i modelli è prevista anche la App gratuita "Denon Remote" per controllare i sinto-ampli via iPhone, iPod Touch o iPad.

Per maggiori informazioni e caratteristiche: AVR-1912 e AVR-3312

Fonte: Denon



Commenti (15)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: magoturi pubblicato il 17 Maggio 2011, 10:09
Originariamente inviato da: Redazione
Link alla notizia: http://www.avmagazine.it/news/diffu...-1912_6303.html

La casa giapponese annuncia l'arrivo di due nuovi sinto-ampli multicanale della serie 12 che vanno ad affiancarsi agli AVR-1312 e AVR-1612. I nuovi AVR-3312 e AVR-1912 saranno entrambi compatibili 3D, AirPlay e FLAC

Click sul link per visualizzare la notizia.

-Come li legge i formati FLAC?.
SALVO.
Commento # 2 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 17 Maggio 2011, 10:14
Da sinistra verso destra!

Scusami, ma non capisco la domanda...

Gianluca
Commento # 3 di: magoturi pubblicato il 17 Maggio 2011, 10:24
Originariamente inviato da: Gian Luca Di Felice
Da sinistra verso destra!

Scusami, ma non capisco la domanda...

Gianluca

-C'e' un ingresso USB o cos'altro?, io i files FLAC li leggo con il PC mediante il VLC ma il mio MARANTZ SA8003 non li legge e neanche nessun'altro lettore audio in commercio, spero che questa volta sia stato piu' chiaro...
SALVO.
Commento # 4 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 17 Maggio 2011, 10:43
A parte che di lettori audio compatibili FLAC ce ne sono quanti ne vuoi in commercio (vedi squeezebox, ma anche il mio WB TV Live li riproduce tranquillamente, ma ce ne sono molti altri) e comunque basta che leggi la news con attenzione (nonché i link che ho messo) per toglierti tutti i dubbi!

Gianluca
Commento # 5 di: marco79 pubblicato il 17 Maggio 2011, 10:54
Infatti, più chiara di così la news!

E confermo che molti AV in commercio leggono FLAC senza problemi. OK, parliamo di modelli recenti, ma ci sono!
Commento # 6 di: ALE77 pubblicato il 17 Maggio 2011, 13:22
Dopo il Marantz 7005 ecco un altro ampli con implementata airplay e con app remote o telecomando all'italiana per gestire l'ampli da IPOD !!

poi con l'IOS 4.3 è possibile far leggere all'ipod tutta la libreria di itunes sul PC in wifi e mandarla via airplay all'ampli...

Gianluca ti chiedo un chiarimento, si è capito se AIRPLAY è solo audio o anche audio-video visto che il sintoamplificatore è per definizione AUDIO/VIDEO...

Se così fosse quanto precedentemente descritto potrebbe valere anche per applicazioni come AIRVIDEO che con l'ultima versione implementa AIRPLAY. Si avrebbe quindi la possibilità di leggere tramite IPOD qualsiasi film presente sul PC e vederlo sullo schermo/schermi collegati al sintoampli...
Se non fosse gestito anche il video, va da se a mio parere che varrebbe la pena tenersi il proprio sintoampli ( tipo io che ho un marantz 7002 ) a abbinargli in uno degli ingressi una APPLE TV ( se si vuole audio e video ) o una AIRPORT- EXPRESS ( solo per l'audio ).

Per quanto riguarda le performance in HT e 2 CH invece a quale ampli della stessa categoria si possono confrontare questi della NEWS ??

Vorrei capire se l'upgradite, i cui sintomi si stanno facendo evidenti, avrebbe senso partendo io appunto da un MARANTZ SR 7002 ;

Ale
Commento # 7 di: Kralin pubblicato il 17 Maggio 2011, 13:25
questo 1912 non sembra davvero male.
ma c'è un interfaccia grafica degna, o c'è una text-based?
davvero ottima la lettura dei FLAC HD da usb.
Commento # 8 di: ALE77 pubblicato il 17 Maggio 2011, 13:33
Come sottolineato son cose che attraggono ma che rischi di avere già implementate in un oggetto già collegato al tuo attuale ampli...
Certo si dovrebbe accendere due apparecchi.... però...
non vorrei che fossero solo specchietti per le allodole....
Del 3d non mi interessa, le due uscite HDMI le ho già....
Si tratta di capire a livello audio cosa offre....
non ho capito ( forse mi è sfuggito ) se oltre alle uscite 7.2 ha anche gli ingressi analogici 7.1 0 7.2 ?!
Inoltre se può gestire un 9.1 o se in caso si colleghino i diffusori per il front eight bisogna rinunciare ai surround back...
Commento # 9 di: Spectrum7glr pubblicato il 17 Maggio 2011, 14:30
io onestamente non capisco tutto il clamore attorno ad Airplay...a mio modo di vedere si tratta dell'ennesimo tentativo di reinventare la ruota e di passarlo per novità: esiste il DLNA che fa già tutto, lo fa con maggiore flessibilità (e senza bisogno di piegarsi a standard proprietari) ed è già implementato in tantissimi device. Qualcuno di grazia mi spiegherebbe dove sta il plus?
Commento # 10 di: gattapuffina pubblicato il 17 Maggio 2011, 15:08
Originariamente inviato da: Spectrum7glr
io onestamente non capisco tutto il clamore attorno ad Airplay...a mio modo di vedere si tratta dell'ennesimo tentativo di reinventare la ruota e di passarlo per novità: esiste il DLNA che fa già tutto, lo fa con maggiore flessibilità


Il DLNA sulla carta è più flessibile, il problema è che, quando crei un'iniziativa con un logo, ci si aspetta che se sull'apparecchio c'è quel logo, questo funzioni sempre.

Il problema principale del DLNA è che non dà nessuna garanzia sui codec supportati dall'apparecchio client, l'unico obbligatorio è l'MPEG2, qualsiasi altra cosa è a discrezione dell'implementazione.

Esempio classico, se metti su un apparecchio server certificato DLNA un file .MKV e ci colleghi un client certificato DLNA tipo la PS3, il file NON verrà comunque riprodotto, perché la PS3 comunque non supporta quel formato. Certo, esiste la strada del re-encoding in tempo reale ma, a parte il calo di qualità, richiede una certa potenza di elaborazione sul server, e comunque non tutti lo supportano.

Poi, c'è il problema che il DLNA ha bisogno di un database sul server, in modo che i client possano sfogliare i file disponibili, quindi questo va tenuto in sync e, ad esempio usando il server più conosciuto (Twonkymedia) ci sono opzioni da configurare ogni quanto il database va aggiornato, bisogna scegliere l'intervallo di refresh delle cartelle, etc.

Insomma, è una cosa che dovrebbe essere semplice e alla portata di tutti, ma in realtà richiede configurazione e qualche conoscenza informatica.

L'Airplay non ha nulla da configurare e non c'è un database. I formati sono meno flessibili perché sono solo quelli riconosciuti da iTunes (quindi niente MKV o FLAC...), ma se due apparecchi supportano l'Airplay, è garantito al 100% che lo streaming tra loro funzionerà. Ovviamente l'Airplay supporta i contenuti protetti con DRM da iTunes, mentre il DLNA no.

L'Airplay da la possibilità di cominciare la visione di un file su un apparecchio (es. iPhone/iPad), poi commutare sulla TV durante la riproduzione senza interromperla, oppure vedere il filmato in simultanea su iPhone/iPad e TV, e anche inviarlo simultaneamente a più TV, sempre senza interrompere la visione.

Inoltre, con l'Airplay è possibile inviare al TV un filmato da internet direttamente mentre si naviga sul Web, senza doverlo prima scaricare e salvare sul server, cosa che il DLNA non permette.

Attenzione, non sto dicendo che l'Airplay sia meglio del DLNA, che appunto è più flessibile, però a prezzo di una certa complessità di configurazione, e alcuni problemi di compatibilità tra apparecchi che interpretano le specifiche a modo loro, alla fine non è un sistema dal funzionamento così trasparente come dovrebbe essere.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »