Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Beethoven, Rattle e i Berliner in Blu-ray

di Marco Cicogna , pubblicato il 16 Maggio 2016 nel canale DIFFUSORI

“in CD, Blu-ray Disc, liquido e streaming, arriva il prodotto discografico più ghiotto della stagione. La recente incisione dell'integrale delle sinfonie di Beethoven a Berlino con la direzione di Sir Simon Rattle arriva in un lussuoso box che offre una pluralità di formati audio e video. Tecnologia d'avanguardia al servizio della grande musica. ”



 
E' appena uscito. L'ho comprato a Monaco la scorsa settimana in occasione dell'High-End nello splendido negozio di dischi all'ultimo piano dei grandi magazzini "Beck" sulla Marienplatz. Lo trovate ovviamente anche sul sito della Filarmonica di Berlino e tra un po', credo, anxche su Amazon. Per quanto riguarda il solo programma audio potete anche scaricare i files in FLAC o WAV in 24/192 (stereo e surround) e rinunciare al formato fisico. Visitatelo (il sito), potreste aver voglia di comprare anche un biglietto per un concerto per sentire la grande Musica, quella vera, magari in occasione della prossima edizione di IFA Berlino a settembre.  
 
 
Le sinfonie di Beethoven non hanno bisogno di presentazioni, monumento musicale dell'Ottocento e fondamento orchestrale con il quale ogni compositore successivo dovrà fare i conti. Un ascolto immancabile per ogni essere umano, al di la delle mode del momento o di fenomeni culturali più o meno “volatili”. Qualche parola in più la merita l'esecuzione di Rattle, “moderna” nel senso migliore del termine, affronta con equilibrio pagine tra le più celebri del repertorio con tempi piuttosto veloci seppure non affrettati, curando con precisione certosina ogni frase. Slancio ritmico, cura delle dinamiche, assoluta trasparenza delle linee strumentali sono i tratti essenziali di una lettura che esalta soprattutto le sinfonie “giovanili”. La partitura è riscritta di fronte all'ascoltatore con la complicità di quella perfetta macchina sonora che è la Filarmonica di Berlino. Smalto e puntualità dei fiati ai massimi livelli, ma apprezziamo l'eloquenza del fraseggio degli archi, capaci di seguire letteralmente ogni sfumatura imposta dalla direzione. Emerge un'orchestra ampia, tridimensionale,  raffinata, il cui colore è messo in evidenza dalla qualità della registrazione, molto buona nella versione “live” in video, eccellente nell'ascolto del programma solo audio. Ma non è questione di formati. C'è la Musica innanzitutto ed il suono dei Berliner, per alcuni versi inarrivabile. Notevole già in due canali, nel cinque canali si coglie il respiro della sala con una concretezza ambientale ancora più affascinante.

 
Due esempi per tutti (ma vi prego, non limitiamoci ad un ascolto superficiale da “audiofilo). Secondo tempo della Settima, archi in pianissimo, ma sentite la presenza, la coerenza e la solidità della sezione contrabbassi: da brivido per una resa sonora inedita a questi livelli. Un altro spunto ancora (ma devo essere breve, altrimenti Emidio mi “taglia) l'avvio della “marcia” (l'aria del tenore) nel finale della Nona. Questa sezione è introdotta dalle note profonde del controfagotto, poi entra grancassa in pianissimo e triangolo; c'è un dettaglio incredibile, un senso di “naturale presenza” davvero raro. Il supporto delle immagini ovviamente accresce il coinvolgimento, al pari della migliore musica in video di cui abbiamo raccontato altre volte proprio in queste pagine.       
 
 
Il box si presenta come un elegante libro rilegato. Le incisioni sono accompagnate da testi, video e fotografie realizzate nel corso della registrazione delle sinfonie lo scorso ottobre. La confezione contiene cinque CD e tre Blu Ray. In un singolo Blu Ray c'è il programma “puro audio” in due ed in cinque canali (incisione in studio senza pubblico). Gli altri due Blu Ray offrono la ripresa video dei concerti in DTS Master Audio a due e a cinque canali con le immagini dal vivo. Vi prego di notare che si tratta di esecuzioni diverse delle nove sinfonie, in studio e dal vivo. Per non farsi mancare nulla c’è anche un documentario sul ciclo Beethoven e una efficace presentazione della Digital Philharmonie, il servizio di musica in streaming di alta qualità della Filarmonica di Berlino. E' stata questa la prima istituzione musicale a dotarsi di un servizio di questo tipo. Con un abbonamento è possibile godere di buona parte della programmazione della Filarmonica di Berlino (anche in diretta “live”), oltre ad avere l'accesso a concerti e altro materiale. Ciliegina sulla torta un codice per scaricare i files audio in alta definizione e un voucher per l'accesso ad una settimana del servizio streaming della Digital Philharmonie”. Per 69 Euro Vi basta?
 
Buon ascolto
 
 

 

Articoli correlati

Home Video HD e 4K: maggio

Home Video HD e 4K: maggio

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di maggio. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico. Buona collezione a tutti
Home Video HD e 4K: aprile

Home Video HD e 4K: aprile

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione e in UHD 4K per il mese di aprile. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico. Buona collezione a tutti



Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: g_andrini pubblicato il 16 Maggio 2016, 14:30
Il trailer non è male, il prezzo è veramente contenuto, considerato che ho pagato 30 euro il Capodanno 2015...
Commento # 2 di: gionaz pubblicato il 16 Maggio 2016, 16:21
wow, il più grande di tutti !!!
sarà mio !!!
Commento # 3 di: revenge72 pubblicato il 17 Maggio 2016, 18:29
Grazie per la segnalazione !!!
Commento # 4 di: gsagen pubblicato il 18 Maggio 2016, 00:19
Preso!!
Grazie per la segnalazione
Commento # 5 di: sheva pubblicato il 19 Maggio 2016, 10:52
ordinato ieri
Commento # 6 di: revenge72 pubblicato il 23 Maggio 2016, 08:38
Una indicazione che frenerà gli entusiasmi.
Il contenuto audio dei BD Video è pesantemente castrato.

Il PCM 2.0 è limitato a 16 bit 48 KHz
Il DTS MA è 5.0 -16bit 48 KHz ed è (come è dichiarato nella etichetta interna) un volgare UPMIX

Il BD Audio invece ha le tracce che avrei voluto anche nel BD Video.
PCM 2.0 16 bit 96 KHz e DTS MA 5.1 96 KHz.

Non riesco a capacitarmi dell' inserimento di upmix multicanale quando era pronta la traccia vera in alta risoluzione.
Commento # 7 di: AlbertoPN pubblicato il 23 Maggio 2016, 12:14
sono quei piccoli dettagli che fanno la differenza.
In negativo, in questo caso.

Disattenzione, superficialità o chissà cosa .... sta di fatto che avendo già tutto pronto, non esiste scusa in merito ... IMHO.
Commento # 8 di: mau98 pubblicato il 29 Maggio 2016, 12:18
Scusate, ho acquistato anch'io il prodotto, ieri ho scaricato il wave della prima parte delle sinfonie col codice, oggi non riesco più a trovare il link per scaricare gli altri file ... mi loggo, trovo il mio ordine, trovo la pagina downloadable products, clicco sull'ordine .. nulla, nessun link per scaricare ....
dove sbaglio?
Maurizio
Commento # 9 di: g_andrini pubblicato il 29 Maggio 2016, 21:10
Le registrazioni dal vivo sono sempre problematiche da eseguire, è normale la stereofonia come risultato finale.
Con le registrazioni in studio, invece, si può sperimentare di più.
Commento # 10 di: revenge72 pubblicato il 30 Maggio 2016, 09:10
Originariamente inviato da: g_andrini;4579910
Le registrazioni dal vivo sono sempre problematiche da eseguire, è normale la stereofonia come risultato finale.



Si è vero ma in questo caso specifico lo spazio ove avviene la registrazione è sempre lo stesso (la sala concerti della Philarmonie a Berlino), di esperimenti nel corso di questi anni possono averne fatti a iosa (ma visto il livello dei tecnici sarebbe stata sicuramente buona la prima) ... nulla vieta di avere una doppia regia in fase di mixing.
Per le registrazioni multicanale (ci può essere un canale per ogni singolo microfono) ... mixing /livelli/ritardi si fanno a bocce ferme in studio quindi non esiste alcun problema di controllo.