Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Venezia 67. I premi

di Alessio Tambone , pubblicato il 12 Settembre 2010 nel canale CINEMA

“E' terminata la 67. edizione del Festival di Venezia. Tra i premiati Sofia Coppola, Alex de la Iglesia e Vincent Gallo. Segnaliamo il doppio riconoscimento nella categoria Controcampo italiano per 20 sigarette, drammatico racconto della strage di Nassiriya del 2003”

Il Leone: oro e argento

Si è conclusa la 67. edizione del Festival di Venezia. La giuria guidata dal presidente Quentin Tarantino ha assegnato il Leone d'Oro per il Miglior film a Somewhere, pellicola diretta da Sofia Coppola in programmazione nei nostri cinema proprio in questi giorni, distribuzione Medusa. Il maggiore riconoscimento del Festival dato al film appare in realtà abbastanza generoso e molti in sala hanno espresso il loro disappunto verso Tarantino, che ha gentilmente risposto con un elegante gesto di mano. Somewhere riprende i silenzi e in qualche modo i temi di Lost in translation, che diventano così un punto fermo delle scelte cinematografiche della Coppola.

Sofia Coppola ritira il Leone d'Oro

Sicuramente meglio Balada triste de trompeta di Alex de la Iglesia - film ancora senza distribuzione italiana, in uscita in Spagna il 17 Dicembre - che porta a casa il Leone d'Argento per la regia e l'Osella per la sceneggiatura. Ambientato durante la dittatura di Franco, racconta le passioni e i dolori di un killer pagliaccio, imbavagliato in una vita scandita dal masochismo e dalla vendetta.

Premio speciale della giuria per Jerzy Skolimowski e il suo Essential killing

Doppietta anche per l'ottimo Essential killing di Jerzy Skolimowski, che vince il Premio speciale della giuria e la Coppa Volpi per la Migliore interpretazione maschile con Vincent Gallo, più bravo forse come attore che come regista. Come abbiamo già avuto modo di raccontare nelle nostre news giornaliere, il film è quasi senza dialoghi e segue la fuga del protagonista Mohammed in seguito all'uccisione di tre soldati americani in Afghanistan. Il thriller è sapientemente diretto dal polacco Skolimowski e mostra allo spettatore, senza troppo pudore, violenza e istinto di soppravvivenza di un uomo solo in un ambiente sconosciuto. Il film sarà distribuito in Polonia dal 15 Settembre. Non abbiamo invece notizie per la data di distribuzione italiana.