Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

IFA: proiettore DLP a LED Delta Electronics

di sabatino pizzano, pubblicata il 02 Settembre 2008, alle 12:22 nel canale PROIETTORI

“Delta Electronics, in collaborazione con Texas Instruments e Luminus Devices presenta a Berlino il primo videoproiettore per Home Theater Full HD con tecnologia DLP e illuminazione a LED”

Circa due mesi fa, in questa news vi abbiamo parlato dell'accordo tra Texas Instruments e Luminus Device finalizzato alla realizzazione, grazie alla tecnologia Luminus PhlatLight LED, dei primi videoproiettori per Home Theater illuminati a LED. Tra i primi segni tangibili di questi innovazione è la completa sparizione della lampada (e con essa tutti i difetti annessi).

A distanza di poco tempo, i frutti di questo importante accordo non sono di certo mancati. In occasione dell'IFA di Berlino - attualmente in svolgimento - Delta Electronics ha infatti presentato il primo prototipo di videoproiettore Full HD per Home Theater con tecnologia DLP e illuminazione a LED, alla cui base troviamo proprio la tecnologia Luminus PhlatLight LED.

"L'esperienza visiva è sorprendente. La qualità dell'immagine con risoluzione Full HD, assieme a colori più saturi ed un maggiore contrasto, è molto impressionante", ha dichiarato Jeff Fu, direttore della divisione Proiettori e Display di Delta Electronics, che poi ha concluso: "Con questo prodotto crediamo che l'era dei videoproiettori a LED sia finalmente arrivata. Il sistema di illuminazione a LED sostituisce completamente la lampada, la ruota colori e l'otturatore di un proiettore tradizionale. Il fattore fondamentale è la necessità di un preciso e complesso algoritmo di controllo che permette all’illuminazione a LED di lavorare con il chip DMD al fine di ottenere un'elevata qualità delle immagini. Abbiamo raggiunto di recente dei miglioramenti che ci consentono di introdurre finalmente questo prodotto sul mercato: questo proiettore a LED non è semplicemente un nuovo prodotto ma un nuovo orizzonte per tutta l'industria".

Per finire, tale proiettore è accreditato di un rapporto di contrasto pari a 500.000:1, con una durata pari a circa 20.000 ore. Non è stata ancora fissata una data per l'inizio della commercializzazione, tantomeno è stato individuato un eventuale prezzo di listino. Una seconda dimostrazione di questa macchina è prevista per il prossimo CEDIA di Denver, in Colorado (USA).

Fonte: Redazione



Commenti (31)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Pollastrello pubblicato il 02 Settembre 2008, 12:39
Si sa qualcosa sui valori di luminosita' raggiunti ?
Certo che se i prezzi si rivelassero contenuti potremmo avere dei dlp monochip senza rainbow, mica male !
Commento # 2 di: Moralizzatore pubblicato il 02 Settembre 2008, 13:13
che figata con tali valori ci si potrà guardare in tutto relax qualsiasi cosa senza porsi problemi di lampada
Commento # 3 di: Marco75 pubblicato il 02 Settembre 2008, 13:36
Inoltre la luminosità dovrebbe essere la stessa dalla prima alla ventimillesima ora
Commento # 4 di: pela73 pubblicato il 02 Settembre 2008, 13:36
bella notizia,
spero seguiranno modelli anche di altre case.

la rivincita dei dlp
Commento # 5 di: Alberto Pilot pubblicato il 02 Settembre 2008, 13:42
Originariamente inviato da: Pollastrello
Certo che se i prezzi si rivelassero contenuti potremmo avere dei dlp monochip senza rainbow, mica male !


In un DLP monochip l'immagine viene creata a schermo per sovrapposizione delle tre immagini con i colori primari R G B.
Grazie al Brilliant Color, oggio giorno, in alcune applicazioni, ci sono anche i colori complementari C M Y, ma comunque il concetto è che quello che vediamo (o meglio, ciò che resta impressionato sulla nostra retina) non è effettivamente così, ma la sommatoria di queste immagini che appunto per noi diventano colorate e con tutte le sfumature etc.

Grazie all'utilizzo dei LED, in pratica, si elimina il gruppo lampada + fuota colore + notch filter in giro per il percorso ottico (utili per eliminare le enfasi in alcune parti dello spettro luminoso dati dalle lampade U.H.P.), e si sostituiscono appunto con questo nuovo tipo di illuminazione.

Ad ogni modo, comunque, le immagini di un monochip saranno sempre e solo costruite all'esterno del proiettore, sullo schermo.
E questo non cambia.

Già con gli ultimi ASIC la TI aveva minimizzato (se non proprio ridotto a zero) l'effetto rainbow a schermo ; ovviamente poi questo aspetto è anche funzione dell'implementazione dell'elettronica da parte delle singole Case in modo da rendere più performanti e migliori le loro macchine, etc.

Il vero vantaggio dei LED (tutto ancora da scoprire, ovviamente) è la durata del gruppo illuminante, decisamente più longevo delle lampade a scarica, e soprattutto lo spettro della luce prodotta, già di per se vicina ai riferimenti dello standard colore per i segnali da riprodurre.

Per il resto ... chi vivrà vedrà .....


Mandi !


Alberto
Commento # 6 di: Raffaele pubblicato il 02 Settembre 2008, 14:40
in pratica, si elimina il gruppo lampada + ruota colore + notch filter. Alla luce di quanto riporti ci potrebbe anche essere un risparmio sui futuri proiettori. Ottimista...
Commento # 7 di: Alberto Pilot pubblicato il 02 Settembre 2008, 14:44
Originariamente inviato da: Raffaele
Ottimista...


Non sai quanto costa il gruppo LED + controller ....
Commento # 8 di: fabio2678 pubblicato il 02 Settembre 2008, 14:50
Ma, è una macchina professionale o consumer ?
Commento # 9 di: Alberto Pilot pubblicato il 02 Settembre 2008, 14:58
Delta Electronics, in collaborazione con Texas Instruments e Luminus Devices presenta a Berlino il primo videoproiettore per Home Theater Full HD con tecnologia DLP e illuminazione a LED


Mi pare che era scritto in modo chiaro e conciso
Commento # 10 di: Raffaele pubblicato il 02 Settembre 2008, 15:06
Nella mia affermazione c'è ovviamente una base volutamente ironica. Pur non conoscendo il costo del led e del controller sicuramente ci sarà anche il fattore novità sul quale il marketing punta. Consideriamo inoltre, a questo punto, il costo della lampada di ricambio risparmiata. Non ci resta che aspettare anche, se non più, per le prestazioni reali del proiettore. Poi, chi è interessato, aspetterà ulteriormente perchè questa nuova tecnologia prenda piede e quindi raggiunga prezzi umani. Se pensiamo ai primi pj HD ed allo street price attuale. Insomma si tratta di avere pazienza, come sempre.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »