Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Bang&Olufsen Avant: TV 55” UHD con WiSA

di Nicola Zucchini Buriani, pubblicata il 08 Maggio 2014, alle 16:59 nel canale DISPLAY

“Il produttore danese ha presentato Avant, un nuovo TV Ultra HD da 55”, dotato di supporto motorizzato da tavolo, da pavimento o parete, Smart TV e compatibilità con la tecnologia audo WiSA”

Bang&Olufsen ha svelato un nuovo TV, denominato Avant. La scelta del nome porta con sé un significato ben preciso: Avant, infatti, è stato già utilizzato da B&O, in passato, e rappresenta il TV di maggior successo che il produttore danese abbia mai creato. Il teaser rilasciato qualche tempo fa riportava la dicitura “A moving revelation”: la frase misteriosa si riferiva ai supporti disponibili per Avant. Delle quattro opzioni disponibili, tre sono motorizzati: il supporto da tavolo alza la posizione dello schermo, quando viene accesa la TV, rivelando gli speaker inseriti a scomparsa lungo il bordo inferiore dello schermo. Anche il supporto da pavimento e la staffa da parete consentono la rotazione. Tutti i supporti, una volta spenta la TV, riportano Avant nella posizione iniziale. Il design, come da tradizione per B&O, è molto curato, con il ricorso a linee minimaliste, create fondento alluminio e un pannello frontale che appare praticamente senza cornice (da spento), risultando completamente nero.

Il pannello è un LCD a LED Edge da 55” (data la scarsità di informazioni tecniche, non azzardiamo previsioni sul fornitore), dotato di risoluzione Ultra HD e compatibilità 3D via occhialini attivi. Sul lato superiore destro è presente un piccolo modulo, contenente un sensore per la rilevazione della luminosità ambientale a 360°. Il suddetto sensore può regolare automaticamente la luminosità, la temperatura colore ed il gamma, valutando le condizioni presenti nell'ambiente di visione. L'engine video è direttamente derivato da quello del BeoVision 11, ovviamente con gli opportuni aggiustamenti del caso, necessari per gestire una risoluzione quattro volte superiore. Avant dispone di modalità Game e Monitor (quest'ultima disabilità tutte le elaborazioni non strettamente necessarie) e viene offerto agli utenti con una pre-calibrazione di fabbrica, che comprende la taratura del gamma su 10 punti. Migliorato anche il trattamento anti-riflesso, capace di ridurre le riflessioni del 98%, secondo il produttore.

L'audio riveste una notevole importanza: i diffusori integrati, a scomparsa, vanno a comporre una sorta di soundbar, realizzando un sistema con frontali e canale centrale. I driver utilizzati sono, in tutto, otto: due per il canale destro, due per il sinistro, due per il centrale e due woofer, per la riproduzione delle basse frequenze. A pilotarli sono otto amplificatori digitali in Classe D, uno per ciascun driver. Nel caso in cui si voglia migliorare il livello qualitativo, si può optare per l'integrazione con i diffusori Immaculate Wireless Sound, che utilizzano la tecnologia WiSA (vedi news). Il suono viene trasmesso dal TV in wireless, fino a 7.1 canali a 24 bit, senza compressione e con una latenza di soli 5ms. E' comunque possibile optare anche i diffusori con cavo, sempre scegliendo tra i prodotti B&O.

Avant è stato rinnovato anche a livello di interfaccia, resa più semplice e più coerente. Il sistema di controllo si basa sul nuovo BeoRemote One, realizzato in alluminio e con un display LCD sulla parte superiore. Tra le novità introdotte da questo telecomando vi sono i pulsati “My Buttons”, tre in totale. Si tratta di tasti programmabili con macro avanzate: è possibile, ad esempio, impostare l'accensione diretta su Spotify, regolando anche la rotazione del TV, in modo da adattarsi alla posizione ottimale di ascolto. Per quanto riguarda le capacità multimediali, segnaliamo la presenza di una piattaforma Smart TV, fortemente incentrata sulla fruizione di musica, da servizi come il già citato Spotify o Deezer. Sul retro sono collocati, inoltre, un apposito vano per l'insallazione di una Apple TV, oltre che per il posizionamento di un hard-disk esterno (utile per registrare i programmi TV, prelevandoli dai doppi sintonizzatori TV DVB-T2/S2 integrati).

Avant è disponibile al costo di 6.995 Euro (cui aggiungere gli eventuali costi opzionali, per ora solo in dollari, per i supporti motorizzati  - 1.995$ - o la staffa fissa da parete - 895$).

A seguire vi proponiamo i video ufficiali, rilasciati dal produttore:

 

 

Per maggiori informazioni: BeoVision Avant

Fonte: B&O



Commenti (9)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Aenor pubblicato il 09 Maggio 2014, 10:38
Non ho mai capito la qualità dei TV B&O, ovvero se oltre al design questi TV hanno anche contenuti da offrire o meno. Che pannelli usano? Sono mai stati testati a dovere e/o calibrati?
Commento # 2 di: Sly pubblicato il 09 Maggio 2014, 12:24
I pannelli sono i top del mercato consumer, uniti ad elettronica dedicata ed una stupenda interazione tra i loro prodotti.

Sono un po' un mondo a parte non vogliono essere i migliori, vogliono essere i più belli da guardare (sia adesso che tra 20 anni), da toccare (il nuovo Beoremote One è un pezzo unico di alluminio), i più semplici da usare e da gestire (la nuova tv gestisce tramite WISA (wifi senza perdita qualità segnale) fino a 8 diffusori.
Commento # 3 di: celticapatchanka pubblicato il 09 Maggio 2014, 13:38
Originariamente inviato da: Sly;4173268
I pannelli sono i top del mercato consumer, uniti ad elettronica dedicata ed una stupenda interazione tra i loro prodotti.

Sono un po' un mondo a parte non vogliono essere i migliori, vogliono essere i più belli da guardare (sia adesso che tra 20 anni), da toccare (il nuovo Beoremote One è un pezzo unico di alluminio), i più semplici da usare e d..........[CUT]


Insomma, non credo proprio che gli edge led siano il top del mercato consumer.
Non capisco perche' non utilizzino le migliori tecnologie anche per la parte video (i.e. OLED), considerando la fascia di prezzo in cui si collocano.

I materiali costruttivi, la cura dei dettagli e l'estetica sono di ottimo livello.
Commento # 4 di: Aenor pubblicato il 09 Maggio 2014, 13:48
Originariamente inviato da: celticapatchanka;4173321
Insomma, non credo proprio che gli edge led siano il top del mercato consumer.
Non capisco perche' non utilizzino le migliori tecnologie anche per la parte video (i.e. OLED), considerando la fascia di prezzo in cui si collocano.

I materiali costruttivi, la cura dei dettagli e l'estetica sono di ottimo livello.


Interpreti esattamente il mio pensiero; comprendo quanto detto da Sly per le feature ed il form factor estetico, non comprendo però dove si collochino i B&O come qualità video in un'ipotetica classifica di performance. Il discorso che i pannelli sono il top del mercato consumer non mi convince troppo ed idem l'elettronica. Gli algoritmi di interpolazione, la risoluzione del moto e quant'altro sono state prese in considerazione seriamente da qualcuno?

Non scomodando i plasma e rimanendo in ambito LCD, potrebbero avere prestazioni equiparabili ai top level 2013 tipo SonyW905/Samsung F8000?

Chiedo questo perchè proprio tempo fa parlavo con un amico dei B&O e lui venne fuori con una frase del genere : bhe se costano il quadruplo degli altri TV saranno sicuramente il top del top in tutto... Vorrei capire come motivare la risposta
Commento # 5 di: Sly pubblicato il 09 Maggio 2014, 14:15
Non li ritengo top in tutto, nè nell'audio nè nel video. Non hanno tante pugnette del mercato consumer che si combatte a fior di stupidate, sono più concreti e studiano molto la semplicità. Es. il loro telecomando Beo4 è 20 anni che è sempre lo stesso, e per tutti i prodotti si usa sempre quello.
Non si rivolgono a utenti professionali e smaliziati, ma puntano ad un mercato differente.
Commento # 6 di: bianconiglio pubblicato il 09 Maggio 2014, 14:15
Secondo me chi compra B&O compra un prodotto esclusivo. Quindi la parte tecnica magari è anche di buon livello, ma non è il target dell'azienda e non è l'aspetto principale che cerca il cliente B&O.

Un po' come i cellulari della Vertu. Magari un samsung S5 va molto meglio come prestazioni... però non ha il design e la preziosità di un vertu da 10000€.
Commento # 7 di: mariettiello pubblicato il 09 Maggio 2014, 17:18
concordo, il tipico cliente B&O cerca il tratto distintivo nel design, nei materiali e nelle funzionalità speciali (soprattutto combinando più pezzi dello stesso marchio). Negli ultimi anni hanno fatto passi avanti nell'audio, ma con la tecnologia LCD non hanno mai offerto nulla di particolarmente valido (discorso diverso con CRT ad esempio).
Ma la loro clientela è ben disposta ad ignorare il discorso quale si vede meglio? rispetto a quale oggetto è più bello?.

Con l'OLED sono sicuro che almeno riusciranno a proporre il top sia in termini estetici che funzionali...io al posto di Apple avrei comprato loro più che Dr.Beats, sono gli unici a mio avviso che riescono a competere con la mela in termini di bellezza e presentazione del prodotto.
Commento # 8 di: Aenor pubblicato il 09 Maggio 2014, 17:23
Ma perchè hanno intenzione di introdurre gli OLED nei loro prodotti?
Commento # 9 di: mariettiello pubblicato il 09 Maggio 2014, 18:10
non c'è nulla di ufficiale, sono stato io a darlo per scontato in un mio ragionamento. Tra l'altro saranno gli unici a poterselo permettere senza creare troppi problemi ai clienti sul prezzo (già gonfiatissimo)