Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Il Blu-ray è adatto anche al 4K

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 13 Giugno 2012, alle 11:44 nel canale SOFTWARE

“Nel corso di un'intervista rilasciata ai colleghi statunitensi di Home Media Magazine, il presidente della Blu-ray Disc Association Andy Parsons parla del 4K e si dice convinto che l'attuale supporto "blu" sarà sufficiente per i film in 4K. Ma è ancora troppo presto per parlarne...”

Il 4K è un po' sulla bocca di tutti ed era inevitabile cominciare a parlare (finalmente!) anche dell'eventuale supporto di distribuzione dei film in 4K (o meglio quad-Full HD). Nel corso di un'intervista rilasciata ai colleghi di Home Media Magazine, il presidente della BDA (Blu-ray Disc Association) Andy Parsons ha affrontato il discorso 4K e l'eventuale compatibilità della nuova risoluzione con l'attuale supporto Blu-ray: "Ho imparato a non cercare di predire il futuro, ma così come il Blu-ray si è dimostrato il supporto ideale per presentare film a 1080p con audio multicanale non compresso, sono altrettanto convinto che il Blu-ray abbia già le capacità per riprodurre un giorno i film a risoluzione 4K."

Il presidente della BDA ci tiene però a precisare che il 4K non è al momento d'attualità: "Ad oggi, la BDA non sta lavorando a una versione 4K del Blu-ray, ma quando ci verrà richiesto, credo che la capacità di 50GB sarà più che sufficiente a supportare l'elevato data-rate che una sorgente 4K richiede". Messa così questa affermazione può sembrare audace e fin troppo ottimistica, però riteniamo che Andy Parsons abbia in mente anche l'utilizzo di un nuovo codec (che quindi richiederà un nuovo profilo, nuovi chip di decodifica e relativi lettori compatibili) e ricordiamo in proposito l'ormai avanzato sviluppo del HEVC (High Efficiency Video Coding) H.265 che promette un'efficienza fino al 67% superiore rispetto all'attuale Mpeg 4/H.264. E se anche i Blu-ray doppio strato non dovessero bastare, l'industria ha già a disposizione i supporti di registrazione BDXL con capacità fino a 128GB, che potrebbero facilmente essere convertiti in supporti ROM (non registrabili). Insomma, sembra proprio che per la futura distribuzione di film in 4K verrà ancora utilizzato il Blu-ray (seppur con nuovo profilo)...

Fonte: Home Media Magazine



Commenti (46)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: fabry20023 pubblicato il 13 Giugno 2012, 11:58
Era quello che volevo sentire.....In ogni caso i lettori attuali non saranno compatibili,codec ed uscita a 1080 non si possono cambiare semplicemente aggiornando il firmware.....
Speriamo che puntino sui Bluray a quadruplo strato così da poter sfruttare anche una banda colore più estesa tipo 4:2:2 a 10 bit...Se si vuole fare un salto di qualità lo si faccia fino in fondo ...
Non avrebbe senso fare le cose solo a metà.....
Commento # 2 di: gianni123 pubblicato il 13 Giugno 2012, 12:29
andranno bene anche per gli 8K? e per il 16K invece?
Commento # 3 di: RickDeckard pubblicato il 13 Giugno 2012, 12:56
Originariamente inviato da: gianni123;3554207
e per il 16K invece?


e gli Ologrammi? magari spendo 80 € per comprare un nuovo Lettore Blu-ray per scoprire che dopo 10 anni non potrò usare i Film olografici!
Commento # 4 di: g_andrini pubblicato il 13 Giugno 2012, 13:04
Il supporto ottico è l'unico metodo che permette una distribuzione economica e pratica di film in Quad HD.
A mio parere, sarebbe auspicabile un BD-66, cioè doppio strato, ma con la densità dei BD-XL. Questo permetterebbe di stampare i supporti con i tools attualmente in uso, senza un aggravio significativo dei costi.
E' vero, per il 4k bastano i bluray, visto che, attualmente, il supporto doppio strato viene utilizzato molto spesso solo per promuovere meglio il prodotto.
Commento # 5 di: AF80 pubblicato il 13 Giugno 2012, 13:19
Ottima news, ottima idea, sfruttiamo fino al possibile il bluray!
Commento # 6 di: gianni123 pubblicato il 13 Giugno 2012, 14:28
Originariamente inviato da: primocontatto;3554240
e gli Ologrammi? magari spendo 80 € per comprare un nuovo Lettore Blu-ray per scoprire che dopo 10 anni non potrò usare i Film olografici!

hai ragione! bisogna iniziare già a pensarci perchè il tempo passa in fretta!!!
Commento # 7 di: SALVA1 pubblicato il 13 Giugno 2012, 14:54
esistono prototipi di dischi blu ray da 200GB...penso che il blu ray è il formato fisico finale.
Commento # 8 di: gius76 pubblicato il 13 Giugno 2012, 15:14
Speriamo che arrivino anche spazi colore più estesi, anche perché il solo 4k, rispetto al fullhd, non impressiona più di tanto su un piccolo 40 pollici. E se questo standard non fa un figurone sulle tv nei centri commerciali, non è che decolla grazie ai forum con gente più informata...
Commento # 9 di: grezzo72 pubblicato il 13 Giugno 2012, 15:39
Originariamente inviato da: g_andrini;3554248
Il supporto ottico è l'unico metodo che permette una distribuzione economica e pratica di film in Quad HD......

non concordo: è il metodo certamente più sicuro per le major cinematografiche ma certamente non il più economico, distribuzionalmente parlando.
Il file liquido sarebbe sicuramente quello economicamente più vantaggioso per tutti, per non parlare dell'aspetto ecologico (zero plastica) e dell'aspetto archiviazione (spazio fisico occupato praticamente nullo ad eccezione di HD e/o NAS).
Bisognerebbe studiare solo il metodo migliore di protezione e/o decriptazione del file per minimizzare abusi e illegalità, che comunque ci saranno e ci sono tuttora anche con i BD e i file ISO.

Inoltre ci vedo anche possibili risparmi in materia di lettori e player multimediali universali.

Ovviamente è il mio pensiero e io sono un visionario!
Commento # 10 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 13 Giugno 2012, 16:25
Originariamente inviato da: grezzo72;3554414
Ovviamente è il mio pensiero e io sono un visionario!


Purtroppo temo di sì! Quello che dici è tutto molto bello, ma ti dimentichi una variabile fondamente che si chiama infrastrutture web!!! E a tal proposito ti riporto quanto detto dallo stesso Parsons nell'intervista da cui ho tratto lo stralcio in merito al Blu-ray 4K:

The home theater folks are, as always, at the bleeding edge of technology, and it's understandable that those who are clued into 4K are eager to put it to use. If and when we do decide to develop a 4K version of Blu-ray, however, I'm confident that only packaged media will have the capacity and throughput needed to do it justice, since it contains four times the picture information as 1080p — the average U.S. household bandwidth of 5 Mbps is simply not fast enough to handle 1080p reliably, let alone 4K.

Penso che basti questa dichiarazione per capire che per i servizi VOD in streaming di qualità (1080p e oltre) ci vorranno ancora molti anni, se non decenni! Senza contare che la connessione media in Italia è inferiore ai 5Mbps statunitensi!!...quindi ben venga un supporto Blu-ray 4K!

Gianluca
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »