Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Interstellar: 70mm all'Arcadia o 4K?

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 06 Novembre 2014, all 16:29 nel canale CINEMA

“Meglio la sala Energia a Melzo oppure una proiezione in digitale 4K? Ecco i nostri consigli per vedere al meglio l'ultimo lavoro di Christopher Nolan”

Da oggi l'ultima fatica di Christopher Nolan, distribuito dalla Warner Bros Distribution, sarà in numerose sale italiane e con molta probabilità sarà fonte di discussioni per molte settimane a venire. Purtroppo ho assistito lo scorso martedì 4 novembre all'anteprima per la stampa a Roma, al Cinema Moderno. Dico purtroppo per un paio di buoni motivi. Il primo è che non sono entusiasta della qualità video della sala del Moderno, con il suo schermo silver MACRO-forato. Esatto: macro-forato, non micro. Come se non bastasse, la proiezione per l'anteprima era qualcosa di SCAN-DA-LO-SO! risoluzione molto bassa, dinamica e livello del nero che un LCD di dieci anni fa avrebbe fatto meglio... All'inizio avevo pensato ad una copia in 35mm. Quindi il mio giudizio sulla qualità AV è sospeso.

Sospeso per poco. Lo rivedrò di nuovo questa sera, allo spettacolo delle 22:10 presso la sala 9 del Multiplex delle Stelle a Castel di Lama. Una sala che conosco bene e che uso sempre più spesso, con il suo ottimo schermo bianco, il nuovissimo proiettore Sony 4K sempre ben calibrato, con una dinamica sconosciuta ai DLP e un sistema di riproduzione audio che non si avvicina a quello dell'Arcadia ma che è sempre riuscito ad emozionarmi. Cercherò di godermi lo spettacolo e di analizzare il film anche se una parte del mio cuore sarà a Melzo, in sala Energia, dove sarà proiettata l'unica copia italiana in formato 70mm a 5 perforazioni, una delle 5 copie in Europa (Londra, Berlino, Copenaghen, Elbeuf in Francia). La foto qui in alto si riferisce proprio al rullo in 70mm che è nella cabina di proiezione dell'Arcadia di Melzo.

 

La proiezione nel formato 70MM è una proiezione eccezionale e unica, la più fedele e più rispettosa della volontà del regista Christopher Nolan ed è in grado di offrire una risoluzione fino a tre volte superiore rispetto al miglior positivo per proiezione in formato 35mm. C'è però da ricordare che il film, girato per 2/3 in 35mm anamorfico e per 1/3 in 65mm, è poi stato scansionato in digitale per tutte le operazioni di post produzione ed effetti speciali. Solo in seguito è stato stampato in formato 70mm, sia in 5 perforazioni che nelle costosissime copie a 15 perforazioni. Ecco il motivo per cui mi aspetto una qualità leggermente superiore (in termini di risoluzione, dettaglio e dinamica) delle proiiezioni in digitale 4K. D'altra parte il film in versione 4K e in 70mm con 5 perforazioni dovrebbero essere interamente con rapporto d'aspetto in 2,20:1 mentre le proiezioni in 70mm a 15 perforazioni avranno dovrebbero avere le sequenze girate in 70mm con un rapporto d'aspetto in 1,43:1 mentre quelle girate in 35mm anamorfico saranno in 2,40:1, quindi con cambio del rapporto d'aspetto durante la proiezione.

In sostanza ecco i vari rapporti d'aspetto delle proiezioni, a seconda del mezzo (fonte):

35mm: 2,40:1
IMAX 5/70: 2,20:1
IMAX 15/70: 2,40:1 + 1,43:1
IMAX Digital: 2,40:1 + 1,90:1
2K, 4K: 2,40:1

La visione del 70mm nella sala Energia all'Arcadia di Melzo potrebbe essere l'unica occasione in Italia per vedere il film di Nolan in una delle massime espressioni del cinema analogico, grazie anche ad una color correction particolare proprio per quella stampa. Non solo. Sul nostro forum ho notato qualche commento di utenti che sognavano di poter vedere questo film, sempre in 70mm ma in una sala IMAX con pellicola a 15 perforazioni. Il che potrebbe essere un errore, a causa del silver screen e del cortissimo rapporto di tiro dei proiettori utilizzati che potrebbero motrtificare l'uniformità. In altre parole, lo schermo bianco della sala Energia, le gigantesche dimensioni dello schermo, la straordinaria qualità del sistema di riproduzione audio, potrebbero battere con molta probabilitrà la migliore delle sale IMAX.

Non solo. Al Multiplex Arcadia di Melzo, Interstellar sarà proiettato in digitale 4K anche in sala Acqua, con il proiettore Sony. In più, cosa probabilmente unica nel panorama interplanetario, in alcuni giorni in sala Energia il film sarà proiettato anche in digitale 4K con un proiettore DLP Cinema Christie, quindi nella stessa sala e con lo stesso schermo utilizzati per la proiezione in 70mm. In buona sostanza, al di là della qualità artistica dell'uiltimo film di Nolan e della qualità tecnica - di cui vi parleremo ampiamente nell'articolo di prossima pubblicazione a cura di Alessio Tambone - per la visione di questo film vi consigliamo di selezionare una sala 4K e di pensare seriamente ad un pellegrinaggio a Melzo per toccare con mano le peculiarità della proiezione 70mm e le differenze con il formato digitale 4K.

Un ultimo consiglio riguarda la posizione che sceglierete all'interno della sala. Prima di tutto, cercate di non sedervi a distanza siderale: se vi interessa percepire anche solo alcuni dei vantaggi di un formato così "denso" come il negativo 65mm, dovrete per forza sedervi con un rapporto di visione che non sia troppo oltre 1,5:1. In altre parole, se lo schermo mi sura 10 metri di base, non andate oltre i 15 metri. Però non sedetevi neanche troppo vicino allo schermo. Come detto, ho già visto il film e una discreta parte delle inquadrature sono strettissime, quasi claustrofobiche. In questo senso vi consiglio di non andare al di sotto di un rapporto di visione di 0,8:1.

Concludo segnalando due discussioni già aperte nel forum cinema, per poter raccogliere i vostri preziosi commenti sia sul film in sé dal punto di vista artistico, sia dal punto di vista tecnico.

Infine i link al sito del Multiplex Ardadia di Melzo:

Orari e Prevendite 70mm: www.arcadiacinema.com/generic/scheda.php?id=34720#inside

Orari e Prevendite 4K: www.arcadiacinema.com/generic/scheda.php?id=34720#inside



Commenti (151)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: alpy pubblicato il 06 Novembre 2014, 17:03
Pensavo che le versioni 70mm 5p fossero 2.20:1. Vabbè ci dirai . Purtroppo non potrò partecipare all'evento e attenderò di leggere i tuoi commenti.
Commento # 2 di: grezzo72 pubblicato il 06 Novembre 2014, 17:07
Originariamente inviato da: Redazione;4275079
....in alcuni giorni in sala Energia il film sarà proiettato anche in digitale 4K con un proiettore DLP Cinema Christie, quindi nella stessa sala e con lo stesso schermo utilizzati per la proiezione in 70mm...

Chiedo scusa Emidio, ma mi sono chiesto una cosa....forse stupida!
Insieme ad alcuni amici abbiamo prenotato la proiezione in sala energia lunedì 10 h 21.15 e ci stavamo chiedendo: per la proiezione in 70mm in sala energia, avranno fatto arrivare un nuovo proiettore ad hoc oppure useranno il Christie?

Cmq non vedo l'ora di gustarmi lo spettacolo!!!
Commento # 3 di: alpy pubblicato il 06 Novembre 2014, 17:16
Scusa se ti rispondo io, ma nella foto si vede chiaramente un Cinemeccanica (probabilmente bipasso previo modifica fatta all'uopo ), a meno che non sia un effetto ottico e la pellicola finisca da qualche altra parte. Il Christie a cui ti riferisci tu credo sia un proiettore esclusivamente digitale.
Commento # 4 di: grezzo72 pubblicato il 06 Novembre 2014, 17:30
Grazie mille Alpy per la celere risposta ed infatti è quello che ho pensato anche io....ma non tanto per la foto che potrebbe essere di qualsiasi altro cinema al mondo, ma per il fatto che il Christie, da quanto ne so io, è un proiettore solo digitale.

Ecco il motivo della mia domanda.
Commento # 5 di: alpy pubblicato il 06 Novembre 2014, 17:33
Figurati, ma te lo dicevo (forse non hai letto tutto l'articolo di Emidio), perchè c'è un passo che dice che il proiettore nella foto è proprio quello della cabina di Melzo .
Commento # 6 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 06 Novembre 2014, 17:34
Come ha detto già alpy, si tratta di un glorioso Cinemeccanica, probabilmente un Victoria 8.

Nella sala Energia ci sono anche due proiettori Christie Digital 4K, con tecnologia DLP Cinema, utilizzati SOLO per le proiezioni digitali.

Per il 70mm è indispensabile un proiettore a pellicola come il Victoria 8 e non un proiettore digitale.

Emidio
Commento # 7 di: enrydeus pubblicato il 06 Novembre 2014, 17:43
Il film in 70 mm è in rapporto 2.20:1
Commento # 8 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 06 Novembre 2014, 17:45
Originariamente inviato da: alpy;4275108
Pensavo che le versioni 70mm 5p fossero 2.20:1...i.
Si, è corretto quello che dici:

2,20:1 per il 70mm a 5 perforazioni
2,40:1 + 1,43:1 per il 70mm a 15 perforazioni
2,40:1 + 1,90:1 per il Digital IMAX
2,40:1 per il 35mm

Per il DCP normale (a risoluzione 4K) non so quale sia il rapporto d'aspetto. Lo sapremo stasera poiché nella pagina ufficiale non ci sono informazioni al riguardo:

https://interstellar.withgoogle.com...perience/detail

Ho inserito ora tutte queste indicazioni anche nella news.

Grazie per la segnalazione

Emidio
Commento # 9 di: enrydeus pubblicato il 06 Novembre 2014, 17:47
In sala Energia usano appunto un Cinemeccanica Victoria 8 con lampada da 10 KW....cmq Batman il ritorno che ho visto in sala Energia in 4K , qualità video scandalosa, quindi non sarei tanto ottimista sul 4K meglio del 70 mm
Commento # 10 di: grezzo72 pubblicato il 06 Novembre 2014, 17:47
Originariamente inviato da: alpy;4275146
...perchè c'è un passo che dice che il proiettore nella foto è proprio quello della cabina di Melzo...


forse ho bisogno di nuovi occhiali...e non 3D!

Grazie ad entrambi per avermi chiarito i dubbi e aver colmato la mia ignoranza!
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »