Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

NAB: first look Blackmagic Camera 4K

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 12 Aprile 2013, alle 21:08 nel canale 4K

“Primo contatto con la Production Camera 4K di Blackmagic Design: il nuovo riferimento per la produzione cine e TV a risoluzione Ultra HD 4K a meno di 4.000 Euro”

Las Vegas, 11 Aprile 2013. La storia si ripete e a distanza di soli 12 mesi. Il clamore di questa edizione, suscitato da Blackmagic Design con la nuova Production Camera 4K da soli 3.995 US$, è secondo solo a quello che si scatenò lo scorso anno attorno alla Cinema Camera 2,5K da 2.995 US$. in realtà le "bombe termonucleari in 4K" sganciate quest'anno da Blackmagic sul mercato non si limitano solo alla Production Camera ma proseguono con banchi regia, switcher, schede video e altri accessori, alcuni dei quali per il workflow 4K, che analizzeremo in un successivo approfondimento sul NAB 2013 e che elenco qui di seguito:

- Blackmagic Pocket Cinema Camera
- Blackmagic Production Camera 4K
- DaVinci Resolve 10
- ATEM Production Studio 4K
- Blackmagic Audio Monitor
- SmartScope Duo
- ATEM Studio Converter 2
- DeckLink Mini Recorder and DeckLink Mini Monitor
- Blackmagic MultiDock

In questa terza giornata ho ritagliato un'oretta allo stand Blackmagic Dsign dove ho cercato di analizzare con più calma le caratteristiche della nuova Production Camera 4K. Si tratta ancora di campioni piuttosto acerbi, con voci del menu che ancora non funzionano completamente. Patrick Hussey, Senior Communications Manager, ha precisato che il sensore è completamente diverso rispetto a quello della Cinema Camera 2,5. Anche il fornitore è diverso. Sembra che la scelta di cambiare fornitore sia stata dettata dai notevoli ritardi causati dal fornitore del sensore della Cinema Camera.

In altre parole, Patrick Hussey, ha detto che "hanno imparato la lezione" e stavolta la Production Camera 4K sarà disponibile - come da annunci - il prossimo mese di luglio. Ripeto brevemente le caratteristiche salienti: sensore da 3840x2160 pixel effettivi (Ultra HD 4K e 16:9) in formato super35 (22,12x11,88mm - crop 1,6X) e dinamica di 12 stop, uscita video 4K 6G-SDI e Tutte le altre caratteristiche sono comuni alla Cinema Camera 2,5K: monitor touch capacitivo 5" 800x480, SSD recorder integrato, attacco Canon EF, batteria integrata da 90' e porta per alimentazione 12-30V.


Il setup con cui ho giocato: il set e in basso il monitor full HD collegato alla Production Camera 4K
- click per ingrandire -

Come detto, la registrazione avviene su una sola SSD che, per quanto possa essere veloce, non può garantire l'acquisizione di file RAW senza compressione. Servirebbero come circa 380 MB al secondo, quindi almeno 3 SSD in RAID 0, cosa che avrebbe spostato il livello di prezzo ben più in alto. Per limitare i costi di produzione e di gestione, è possibile registrare in Apple ProRes 4:2:2 oppure in CinemaDNG RAW ma in versione compressa, selezionando comunque due diverse curve del gamma, esattamente come nella Cinema Camera. C'è anche la possibilità di uscire sempre in component 4:2:2 Ultra HD4k fino a 10 bit per componente ma solo fino a 30p e atttraverso l'uscita 6G-SDI.


A sinistra una foto al set con la mia camera e a destra una foto al monitor: niente moirè!
- click per ingrandire -

Il risultato, nonostante le camere non definitive è entusiasmante. Ho cercato di evidenziare uno dei problemi più comuni, presente anche nella Cinema Camera, ovvero il moirè ma senza successo. La nuova Production Camera 4K sembra davvero destinata ad un successo clamoroso. Anche il rumore sembra estremamente contenuto, praticamente al livello della Cinema Camera. C'è solo da considerare che la Production Camera 4K ha una dinamica totale leggermente inferiore rispetto alla Cinema Camera (13 stop contro 12) e non è possibile registrare in RAW non compresso come nella Cinema Camera, neanche se si seleziona il full HD.

Non rimane altro che aspettare che Patrick ci spedisca un campione prima possibile...

Per maggiori informazioni: www.blackmagicdesign.com

 



Commenti (15)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Alessandro Conte pubblicato il 12 Aprile 2013, 21:14
4:4:4?

Emidio! non scrivere 4:4:4. Mica registra in 4:4:4! usa un sensore con matrice bayer, mica un foveon! come epic e le altre cineprese digitali monosensore, cattura un solo elemento rgb per pixel, come tutte le macchine fotografiche (a parte le Sigma che usano il foveon). Se fosse un 4:4:4 peserebbe il triplo!
Commento # 2 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 13 Aprile 2013, 00:11
Alessandro, la Cinema Camera registra in RAW (a 12 bit per componente), allo stesso modo in cui fanno le fotocamere con sensori unici. So benissimo che davanti ad ogni fotorecettore c'è un CFA (color filter array) con matrice GRGB ma le immagini vengono registrate senza alcuna compressione. I fotogrammi della Cinema Camera 2,5K pesano circa 5MB per fotogramma. Sono in realtà immagini con 2432x1366 pixel (3.322.112 pixel totali).

Per la Production Camera 4K invece (3840x2160, quindi 8.294.400) sarebbe stata necessaria una banda 2,5 volte superiore, cosa impossibile con la tecnologia attuale e con una sola SSD. Per questo motivo si è deciso di salvare il tutto in RAW compresso (dicono virtualmente indistinguibile dal RAW non compresso) oppure in Apple ProRes.

Ebbene, in modalità Apple ProRes, succede una cosa molto diversa. Le immagini vengono de-bayerizzate e convertite in component Y, Cb, Cr 4:2:2 e viene registrato un flusso video in cui ogni fotogramma ha solo la componente di luminanza alla massima risoluzione di 3840x2160 mentre le due componenti cromatiche hanno invece metà risoluzione orizzontale, quindi 1920x2160 Cb e 1920x2160 Cr. Inoltre viene anche applicata una compressione. Il risultato è un flusso video da 110MB/sec (ovvero 880 Mbps).

Se vuoi un approfondimento, puoi andare qui:

http://en.wikipedia.org/wiki/Chroma_subsampling

Confrontando l'immagine originale RAW de-bayerizzata in 4:4:4 rispetto al risultato in ProRes 4:2:2, il risultato è molto diverso. Per questo, normalmente e per convenzione, si parla di 4:4:4 rispetto al component 4:2:2 quando ci riferisce alla stessa sorgente come in questo caso. Altrimenti, dovremmo parlare di originale RAW GRGB 1:1:1:1 (oppure RGB 1:2:1) ma è una nomenclatura che non esiste.

In ogni modo, ho eliminato il riferimento al 4:4:4 perché in effetti potrebbe generare confusione. Ho anche approfittato per essere più preciso sui conti che riguardano la banda passante. Ultra HD 4K 3840x2160 a 30p in RAW sarebbero circa 375 MB/sec. Non credo ci sia nessuna SSE al mondo che possa garantire un flusso minimo non comprimibile di questo tipo.

Emidio
Commento # 3 di: giovideo pubblicato il 13 Aprile 2013, 14:47
Ci saranno molti indie che la compreranno.... praticamente hai una qualità di una Cinealta..... e spendi 10 volte meno
Commento # 4 di: Alessandro Conte pubblicato il 13 Aprile 2013, 15:35
Ciao Emidio. Non volevo farti le pulci, conosco bene la tua competenza.
So come stanno le cose. Mi occupo di questo per lavoro. Conosco la cinema camera. Oltre ad averla usata, ho partecipato alla sua presentazione alla Adcom di Bologna, dove mi hanno chiesto di tenere il seminario relativo alla post con Da vinci e lì ho colto l'occasione per illustrare degli approfondimenti sulle differenze tra raw, rgb e component vari. E' anche la mia passione. Ti ho scritto quella cosa del 4:4:4 perché ho presente che un sacco di gente del mio settore non ne ha la più pallida idea e magari spara giudizi a casaccio.
Commento # 5 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 13 Aprile 2013, 16:42
Originariamente inviato da: Alessandro Conte;3846485
un sacco di gente del mio settore non ne ha lapiù pallida idea e magari spara giudizi a casaccio ..........[CUT]
Hai ragione. In effetti sarebbe il caso di fare un po' di cultura sull'argomento. Ci proveremo.
Commento # 6 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 13 Aprile 2013, 16:58
Originariamente inviato da: giovideo;3846440
...praticamente hai una qualità di una Cinealta..... e spendi 10 volte meno
Non è proprio come dici. Con una F5 + registratore (listino circa 20.000 Euro) prima di tutto si parte da una dinamica di 14 stop, contro i 12 della Production Camera 4K. Registri in RAW a 16 bit per componente e fino a 60p in 4K pieno, quindi 4096x2160. Per altri 10.000 Euro in più, con la F55 hai hanche un CFA con gamut esteso (lo stesso della F65), uno shutter elettronico anti rolling shutter, la possibilità di registrare in 4K in macchina in XAVC su schede SxS Pro+… Senza considerare la qualità che non può essere certo misurata sulla carta o sui dati dichiarati, no?

Emidio
Commento # 7 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 13 Aprile 2013, 17:01
Quasi dimenticavo, con la FS700 di Sony, adattatore e registratore esterno (in totale sono circa 15.000 Euro di listino), si registra in 4096x2160 fino a 60p e in RAW a 12 bit per componente. Per la precisione.

Emidio
Commento # 8 di: wercide pubblicato il 13 Aprile 2013, 17:19
Emidio, per caso hai chiesto qualcosa riguardo la batteria?
Per i miei gusti è una scelta molto discutibile averla ancora interna non sostituibile dopo le numerose critiche arrivate dai possessori del modello precedente....
Commento # 9 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 13 Aprile 2013, 20:25
Identica alla precedente
Commento # 10 di: wercide pubblicato il 13 Aprile 2013, 23:56
Che dispiacere....
Grazie per l'info.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »