Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Shoot-out Epson, Sony, JVC

di Emidio Frattaroli , pubblicato il 20 Ottobre 2017 nel canale PROIETTORI

“Epson EH-TW9300, JVC DLA-X5500 e Sony VPL-VW260ES: tre videoproiettori con caratteristiche e tecnologie diverse - 3LCD, D-ILA ed SXRD - si sfidano in un confronto "senza rete" a Roma, all'interno del punto vendita Garman nella giornata di sabato 21 ottobre 2017”

Introduzione e caratteristiche


- click per ingrandire -

L'incubo di negozianti, costruttori e distributori, il sogno di molti appassionati di videoproiezione, torna grazie alla volontà e alla spregiudicatezza di un rivenditore romano che ha accettato la sfida. Dopo un lungo periodo di assenza, anche per la cronica mancanza di novità e prodotti realmente interessanti, torno di nuovo a cimentarmi con il "Projection Shoot-out" o - se preferite - il duello tra videoproiettori. L'idea in realtà è semplicissima: convincere un rivenditore ad investire tempo e denaro per organizzare un evento in cui gli appassionati possano confrontare le caratteristiche e le prestazioni reali sul campo di alcuni videoproiettori, scelti e calibrati al meglio dal sottoscritto. Le difficoltà invece sono tante. I confronti non piacciono a rivenditori e distributori poiché ci sono tanti rischi, ad iniziare da quello maggiore: creare confusione nel consumatore che alla fine non sa più cosa scegliere. Poi c'è il rischio "sconfitta" del prodotto peggiore che sicuramente riceverà una pubblicità negativa, con una immaginabile cassa di risonanza per colpa dei forum di discussione. Ci sono anche i rischi di avere tra le mani prodotti difettosi, non all'altezza oppure difficili e complessi da calibrare.


- click per ingrandire -

Stavolta, per il grande ritorno, ho deciso di fare le cose in grande e non ho perso tempo. Insieme a Fulvio Cecconi, CEO di Garman, ho selezionato tre videoproiettori con prezzo compreso tra 3.000 e 5.000 Euro IVA inclusa e con caratteristiche molto diverse. C'è l'Epson EH-TW9300, sulla breccia già dallo scorso anno ma che ha ancora molto da dire, dalla compatibilità con i contenuti 4K e HDR al suo prezzo - pari a circa 3.000 Euro - che è il più basso dei tre. C'è poi il JVC DLA-X5500 che è l'entry level della Japan Victor Company introdotto lo scorso anno, è ancora il prodotto da battere per rapporto di contrasto e flusso luminoso, ha un prezzo di circa 4.000 Euro e sarà presto "avvicendato" dal DLA-X5900 presentato all'IFA lo scorso settembre. C'è infine il nuovo Sony VPL-VW260ES, anche questo presentato ad IFA meno di due mesi fa ma già disponibile da qualche settimana: è un proiettore a risoluzione nativa 4K ad un prezzo - 5.000 Euro - impensabile fino a pochi mesi fa. Si tratta di tre videoproiettori che conosco molto bene: con l'Epson ho ormai una "storia" di lunga data e ne ho calibrati parecchi: in questo articolo trovate misure e parecchie informazioni. Il nuovo Sony l'ho conosciuto solo recentemente ma ne ho apprezzato subito la relativa semplicità di calibrazione e le prestazioni: anche per il Sony, in questo articolo trovate misure e altre informazioni.  Con il JVC ho meno confidenza ed è quello che mi spaventava di più a causa di una difficoltà di calibrazione nettamente superiore agli altri due messi insieme.


- click per ingrandire -

Per evitare sorprese sono andato a Roma a preparare tutte e tre le macchine mercoledì scorso, da mattina a sera. Il Sony VPL-VW260ES in realtà lo avevo già calibrato per l'evento di presentazione dello scorso 30 settembre. Alla fine ho dovuto soltanto registrare il bilanciamento del bianco che si era giustamente modificato a causa di una trenitina di ore in più rispetto a quelle inziali. L'Epson EH-TW9300, in funzione in quel punto vendita da circa 200 ore, non lo avevo ancora calibrato ma la sfida non mi preoccupava neanche un po'. Come già anticipato, le uniche preoccupazioni erano generate dal JVC DLA-X5500, una macchina in grado di dare enormi soddisfazioni ma che, se viene sottovalutata oppure se si è particolarmente sfortunati, è in grado di portare alla disperazione. Nelle prossime pagine analizzerò le caratteristiche principali dei tre prodotti e pubblicherò le misure rilevate nelle condizioni in cui saranno in funzione, acquisite con gli strumenti puntati verso lo schermo e iniziando proprio dal JVC. A conclusione dell'evento di sabato prossimo aggiungerò le mie considerazioni finali, un breve report della giornata e anche qualche commento da parte di alcuni appassionati. Se la fortuna ci assisterà, proveremo anche a trasmettere una diretta web sul canale Youtube di AV Magazine di una delle sessioni. L'obiettivo è quella delle 13:00, poco prima di una sana carbonara ristoratrice.

Caratteristiche dichiarate a confronto

 
produttore JVC EPSON SONY
modello DLA-X5500 EH-TW9300 VPL-VW260ES
prezzo € 3.990,00 € 3.000,00 € 4.990,00
tecnologia D-ILA (LCoS) 3LCD (HTPS) SXRD (LCoS)
risoluzione nativa 1920x1080 1920x1080 4096x2160
diagonale MD 0,7" 0,74" 0,74"
flusso luminoso 1.800 lumen 2.500 lumen 1.500 lumen
contrasto nativo 40.000:1 n.d. n.d.
lampada NHS 265W 250W 225W
durata (eco) n.d. (4.500 ore) 3.500 (5.000) n.d. (6.000)
rumorosità (eco) n.d. (21 dB) 24 dB (20 dB) n.d. (26 dB)
rapporto di tiro 1,4:1 - 2,8:1 1,35:1 - 2,84:1 1,36:1 - 2,79:1
lens shift ±80% / ±34% ±96% / ±47% +85%-80% / ±31%
rapporto d'apertura 3,2:1 - 4,0:1 2,0:1 - 3,0:1 n.d.
HDMI (HDCP 2.2) 2 (18 Gbps) 2 (10,2 Gbps) 2 (10,2 Gbps)
diaframma si (anche auto) 2 (fisso + auto) no
frame interpolation si (UHD 4K) si (full HD) si (full HD)
autocalibrazione si (EODIS/i1Pro2) no no
trigger si si
dimensioni 455 x 179 x 472 mm 520‎ x 450 x 193 mm 496 x 196 x 464 mm
peso 15,4 kg 11 kg 14 kg
consumo 380W (0,4W) 355W (0,35W) 350W (0,3W)

Tra le caratteristiche devo sottolineare alcune differenze importanti. Il proiettore con ottica più versatile è sicuramente l'Epson che ha non solo il rapporto di tiro più corto ma anche quello con il lens-shift più esteso e non di poco. Attenzione al rapporto di tiro dichiarato da Sony (1,36:1 - 2,79:1) che si riferisce alla risoluzione di 4096 punti in orizzontale: se con i contenuti nativi UHD 4K si vuole sfruttare più intelligentemente la risoluzione nativa orizzontale di 3840 punti, il rapporto di tiro reale sarà compreso tra 1,46:1 e 2,98:1. Tutti e tre i proiettori hanno ottiche motorizzate ma il Sony non ha banchi di memoria; al Sony manca anche un diaframma, presente invece nel JVC. Nell'Epson ce ne sono addirittura due e indipendenti tra loro (uno con apertura fissa e l'altro variabile in automatico). Altra differenza importante a carico della porta HDMI: solo JVC accetta segnali a 18 Gbps, quindi anche 4K 60p 4:2:2 a 12 bit, gli altri due, sempre in 4K 50p/60p, solo 8 bit 4:2:0. Tutti e tre hanno sistemi di interpolazione dei fotogrammi ma solo il JVC li applica anche su segnali a risoluzione 4K. L'autocalibrazione (in realtà è una operazione semi-automatica) è presente solo nel JVC e prevede un software con OS windows e due strumenti compatibili: l'EODIS3 e l'i1Pro2. Le lampade di ricambio hanno prezzi molto diversi tra loro; la più economica è quella di Epson, garantita 3 anni oppure 3.000 ore, che ha un costo di listino di 134 Euro IVA inclusa (online costa anche meno).


- click per ingrandire -

Prima di iniziare devo aggiungere qualche indicazione sulle condizioni del test. La sfida avverrà nella saletta principale di Garman in via Boezio a Roma. La sala è completamente trattata con superfici nere e assorbenti ed è dotata di schermo "Screenline", con rapporto d'aspetto variabile e superficie con gain 1.2, base di 2,7 metri e diagonale in 16:9 di circa 120". Come sorgente utilizzeremo un lettore Oppo UDP-205EU che sarà collegato ad uno splitter HD Fury Integral. La parte audio è altrettanto interessante; l'ampli Anthem MRX-1120 pilota un sistema Dolby Atmos in configurazione 7.1.4 con diffusori surround, surround back e "atmos" (questi ultimi a soffitto) della Canton, mentre frontali e sub sono B&W. Ho ascoltato con attenzione il sistema e, dalla posizione giusta, le prestazioni sono a dir poco SPETTACOLARI!