Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

The imitation game

di CineMan , pubblicato il 08 Maggio 2015 nel canale SOFTWARE

“Pioggia di candidature e Oscar alla sceneggiatura ma edizione blu-ray italiana troppo al risparmio. Distribuzione del disco Eagle Pictures per Videa”

- click per ingrandire -

Quando nel 1939 la Gran Bretagna entra in guerra con la Germania il matematico Alan Turing (Benedict Cumberbatch) presta i propri servigi alla nazione al fine di decriptare i messaggi segreti nazisti elaborati dal sistema elettromeccanico Enigma. 159 milioni di milioni di milioni di combinazioni, cambio dell'impostazione della macchina ogni giorno a mezzanotte e primo messaggio alle 6 del mattino lasciando quindi solo 18 ore per l'analisi non sembrano mettere in soggezione più di tanto il piccolo team di luminari che lavora unito, eccetto Turin.

Con un carattere a dir poco indisponente, tenendo nascosta la propria natura omosessuale, è l'unico che invece di concentrarsi sui codici si isola per progettare uno complesso e costosissimo elaboratore per risolvere Enigma. Nessuno darà credito, almeno inizialmente, al brillante scienziato che solo in un secondo momento, aiutato dalla collega e amica Joan (Keira Knightley), realizza che per poter far breccia nelle menti dei colleghi occorre prima conquistare il loro cuore.

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Il cinema nel passato più o meno recente si è occupato di Enigma con produzioni non particolarmente eccelse come “Enigma” di Michael Apted o “U-571” di Jonathan Mostow e anche questo “Imitation Game”, (troppo) osannato da grossa parte della critica e con un Oscar come migliore sceneggiatura non originale, non è in grado di entusiasmare più di tanto, concentrato più sulla figura del matematico omossessuale Alan Turing, delineandone il profilo psicologico attraverso ripetuti balzi temporali avanti e indietro nel tempo: le difficoltà a scuola, l'isolamento, l'innamoramento per il compagno di classe tubercolotico, la persecuzione omofobica delle autorità nel dopoguerra che lo portò al suicidio.

Anche storicamente il film si prende qualche licenza facendo credere sia (quasi) tutta farina del sacco di Turing (“...ho preso spunto da una vecchia macchina polacca”) quando il brillante ricercatore in realtà migliorò il cosiddetto sistema 'Bomba' sviluppato dal matematico polacco Marian Rejewski, qui nemmeno citato, tra il 1932 e il 1938 e che solo per un certo periodo ci fu la possibilità di decifrare i messaggi vale a dire sino a quando i tedeschi non aumentarono i rotori di Enigma, ma di questo fatto non vi è traccia.

Anche se la messa in scena non va propriamente a braccetto con la storia e la struttura del racconto non sia poi così cinematograficamente intrigante l'opera rimane comunque interessante non fosse altro per carisma e bravura del cast, in particolare dell'interprete principale Benedict Cumberbatch (“Star Trek Into Darkness”, “Il quinto potere”) con una recitazione molto coinvolgente che gli ha valso la nomination alla statuetta dorata quale migliore protagonista dell'anno.

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Qualità video

BD-25, aspect ratio 2.39:1, codifica AVC/MPEG-4 (1920x1080/24p). Immagini di ottima resa con ampio dettaglio anche in secondo piano e background indipendentemente dalle condizioni di luce, saltuaria grana in secondo piano più evidente su schermi di grandi dimensioni.

Colori saturi restituendo tutto il tono dell'originale cinematografia di Oscar Faura (“The Orphanage”), profondità dei neri. Un risultato complessivo di livello a esclusione delle immagini bianco e nero di repertorio.

Analisi del bitrate
- click per ingrandire -

Qualità audio

Doppia traccia DTS-HD Master Audio 5.1 canali italiano e inglese (core @1509 kbps), entrambe codifiche lossless che restituiscono un notevole fronte anteriore con dinamica dal centrale, dialoghi ben sfumati e ottimo sostegno anche per i due rimanenti canali. Il subwoofer ha qualche entrata interessante aiutando perlopiù nell'accompagnamento musicale.

Qualcosa meglio l'originale. Fronte posteriore con elementi solo in parte significativi per la natura stessa dell'opera anche qui sostenendo l'orchestrazione di Alexandre Desplat (“Argo”, “Zero Dark Thirty”).

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

Extra (HD)

Sorpresa per la sezione supplementi con solo trailer e galleria fotografica, ancora più amara considerando che il resto degli speciali è disponibile nell'edizione 2 DVD con backstage, interviste al regista e cast, focus su Alan Turing e il suo team.

L'edizione americana offre ulteriore materiale tra cui scene tagliate e commento del regista al film assieme allo sceneggiatore Graham Moore, più che doveroso dal momento che il film ha vinto l'Oscar per la miglior sceneggiatura non originale.

- click per ingrandire - click con pulsante dx e "apri in altra finestra" per l'immagine full HD -

La pagella secondo CineMan

Film  6,5 
Authoring  5 
Video  8 
Audio ITA  8 
Audio V.O.  8,5 
Extra  5 

 

Articoli correlati

Home Video HD: maggio

Home Video HD: maggio

Panoramica sulle uscite home video in alta definizione per il mese di maggio. Pubblichiamo il calendario delle uscite Blu-ray evidenziando i prodotti meritevoli di attenzione sul piano tecnico o artistico. Buona collezione a tutti
Top Vendite HD: marzo 2015

Top Vendite HD: marzo 2015

Classifica dei 10 Blu-ray più venduti nel mese di marzo, una puntuale elaborazione Univideo su dati GFK che racchiude le maggiori vendite in alta risoluzione dello scorso mese



Commenti