Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Samsung LCD 55" auto-stereoscopico

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 18 Marzo 2011, all 08:42 nel canale DISPLAY

“La casa coreana ha presentato al FPD China un prototipo di display LCD 3D senza occhialini da 55 pollici. Questo modello è destinato alle aree pubbliche e garantisce un'efficacia 3D a partire da 9 punti di visione diversi”

Dopo i recenti prototipi 3D senza occhialini presentati al CES 2011 sia da Toshiba che da Sony, anche Samsung dimostra al pubblico un suo primo modello da 55 pollici. Il prototipo funzionante è stato presentato al FPD China 2011 e la finalità del prodotto è quella della visione in aree pubbliche (per informazioni o pubblicità). Per questo motivo, il display è stato ottimizzato per una visione stereoscopica senza occhialini da 9 diversi angoli e a una distanza compresa tra i 2,5 e i 6 metri.

Questo 55 pollici offre una risoluzione Full HD, una luminosità di 500cd/mq e un rapporto di contrasto di 4000:1. Al momento la retroilluminazione del pannello utilizza classiche lampade fluorescenti CFL, ma la versione definitiva vedrà l'integrazione di moduli LED. La commercializzazione è prevista fra ben 3 anni!

Fonte: Samsung Hub



Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Beralios pubblicato il 18 Marzo 2011, 23:25
Bah, IMHO non ha senso prevedere una commercializzazione di un prodotto simile dopo 3 anni, si spererebbe che in tal periodo si possano fare ulteriori passi avanti nella tecnologia! Avrebbe avuto più senso forse dire: Crediamo di essere pronti a commercializzare un prodotto autostereoscopico fra 3 anni....
Commento # 2 di: SSAbarth pubblicato il 19 Marzo 2011, 10:16
Perchè 3 anni se la tecnologia già cè ?

E' molto ma molto meglio il 3D senza occhialini , non capisco perchè queste tempistiche elevate , non ha senso , un pannello simile a LED potrebbe benissimo uscire per Natale .
Commento # 3 di: Beralios pubblicato il 20 Marzo 2011, 17:14
Beh, motivi ce ne saranno di sicuro, uno fra tutti potrebbe essere il prezzo... chissà quanto costerebbe oggi una produzione di una tecnologia simile... teniamo presente che bruciare le tappe in ambito tecnologico è fortemente antieconomico: se in casa posseggo una tecnologia tre passi avanti agli altri non la brucio subito, propongo prima ciò che ho in casa e che costa meno (produrla)...