Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Audioquest Nighthawk

di Riccardo Riondino, pubblicata il 23 Febbraio 2015, all 07:15 nel canale AUDIO

“Audioquest presenta il suo primo modello di cuffia, vincitore del premio organizzato della rivista What Hi-Fi al CES di Las Vegas 2015 ”

L'Audioquest NightHawk è una cuffia di tipo semiaperto circumaurale, con padiglioni realizzati in “legno liquido”, materiale composto da una varietà di legno naturale combinato con fibre vegetali rigenerate, che viene liquefatto e utilizzato per la stampa a iniezione. Si distingue per proprietà acustiche superiori, oltre a permettere un modellabilità pressoché illimitata. Questo ha permesso di sagomare i padiglioni in una forma simile all'orecchio umano, in grado così di aderire perfettamente al capo dell'utente e assicurare un miglior comfort durante l’ascolto.

Rispetto alla comune plastica il legno liquido è inoltre più gradevole al tatto e alla vista, oltre che eco-sostenibile. L’archetto snodato distribuisce uniformemente il peso della cuffia, grazie ad un sistema di sospensione che permette ai padiglioni di adattarsi a qualsiasi forma e dimensione, disaccoppiandoli allo stesso tempo da risonanze parassite.

I cuscinetti in morbida pelle, prodotta da sintesi proteica, sono realizzati con uno spessore maggiore nella parte posteriore e con un disegno che ancora una volta imita la forma del padiglione auricolare, orientando opportunamente l’emissione per migliorare l’immagine sonora. I trasduttori da 50 millimetri hanno una struttura simile alle membrane utilizzate nei moderni altoparlanti, con diaframmi a guida assiale dalla struttura in biocellulosa e gomma sintetica ai bordi.

Le caratteristiche di rigidità e smorzamento rendono questo materiale, secondo il costruttore, più piacevole e preciso all'ascolto rispetto al mylar, il quale presenta un picco di distorsione nell’intervallo tra i 6 e i 10 kHz. Anche la struttura dei padiglioni presenta analogie con i diffusori domestici, incorporando elementi di sostegno addizionali che migliorano l’integrità strutturale, similarmente ai rinforzi del cabinet di un sistema di altoparlanti. Le superfici interne sono inoltre rivestite in materiale elastomerico, utilizzando un materiale smorzante composto da una speciale miscela di lana e poliestere.

La NightHawk utilizza la tecnologia brevettata ad intercapedine suddivisa per minimizzare la distorsione d’intermodulazione, oltre a rendere più ampia e naturale la scena sonora. Per ridurre le turbolenze dell’aria, causa di distorsioni non lineari, utilizza guide curvilinee distribuite simmetricamente per ottimizzare il flusso all'interno. L'apertura parziale posteriore è dotata di una griglia biomimetica, che si ispira al reticolo cristallino tetragonale delle ali delle farfalle, in grado di diffondere il suono senza fastidiose risonanze.

La struttura è di tale complessità da poter essere creata solo mediante la stampa 3D, utilizzando la tecnologia di produzione additiva nota come "sinterizzazione selettiva a luce coerente”, rendendo la NightHawk la prima cuffia ad essere dotata di un componente realizzato con questa tecnica.

Il cavo di collegamento utilizza molte tecnologie dei cavi di potenza ed interconnessione Audioquest, tra cui conduttori in rame pieno Solid Perfect-Surface Copper+ isolati in polietilene espanso, con sistema di dissipazione del rumore in carbonio (NDS) e terminazioni argentate. L'adattatore da 6,3 a 3,5 mm, incluso nella confezione, è realizzato in rame rosso e berillio ad alta purezza, ricoperto in argento.

L'Audioquest Nighthawk è disponibile al prezzo al pubblico di 599,00 Euro

Per ulteriori informazioni: www.audiogamma.it

Fonte: Audiogamma



Commenti