Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Ultra HD BD: venduti in USA 228.000 dischi

di Riccardo Riondino, pubblicata il 29 Giugno 2016, alle 09:50 nel canale 4K

“Il nuovo formato 4K ha venduto negli Stati Uniti un numero di unità quattro volte superiore rispetto al debutto del Blu-ray 1080p, secondo una ricerca di Home Media Magazine, mentre la CTA prevede per il 2016 una crescita del 65% dei televisori Ultra HD ”


- click per ingrandire -

Dai risultati di una ricerca di Home Media Magazine, sono stati finora 228.000 gli Ultra HD Blu-ray venduti negli Stati Uniti da quando il nuovo supporto è stato lanciato sul mercato nel mese di marzo. Comparando il risultato con il debutto del Blu-ray FHD, nel 2006 furono acquistati, nello stesso lasso temporale, solo 57.000 dischi.

Il risultato appare piuttosto incoraggiante, considerando anche gli appena 45 titoli finora disponibili e la presenza sul mercato dei soli lettori Panasonic DMP-UB900 e Samsung UBD-K8500, ai quali si aggiungerà a breve la nuova Xbox One S.

La Consumer Technology Association (CTA) prevede inoltre che nel 2016 saranno venduti circa 13 milioni di televisori 4K Ultra HD, generando entrate per 10 miliardi di dollari, una crescita del 65% rispetto al 2015.

Fonte: What Hi-Fi



Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: g_andrini pubblicato il 29 Giugno 2016, 10:23
E' un buon inizio, anche se un po' zoppo riguardo la qualità in generale. L'aver accettato lo standard BD50 come supporto base per i film ha limitato la qualità dei primi titoli.
Commento # 2 di: Winstar pubblicato il 29 Giugno 2016, 15:04
sono stupito, penso che 1080 -> uhd sia un upgrade meno drammatico di quanto fu dvd -> 1080p br
Commento # 3 di: oceano60 pubblicato il 29 Giugno 2016, 16:54
Ciao, ottima notizia, anche se nel 2006, anno di commercializzazione del blu-ray 1080, era in competizione con HD-DVD, competizione vinta nel 2008 con l'abbandono di Toshiba, quindi nei primi 2 anni i titoli erano divisi per accordi commerciali con le case cinematografiche e produttori di hardware, in questo caso la ps3 è stata essenziale per la diffusione del blu-ray.