Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
Dallas Buyers Club
Dallas Buyers Club
In alta definizione la vera storia di Ron Woodroof e della sua lotta all'AIDS, film vincitore di tre premi Oscar. Distribuzione del Blu-ray curata da Koch Media
Mary Poppins
Mary Poppins
La magica tata nata dalla fantasia e dalle esperienze di vita della romanziera P.L. Travers nella prima edizione in HD. Distribuzione Walt Disney Studios HE
Nebraska
Nebraska
Prosegue la dura riflessione su famiglia e divario generazionale dallo stesso regista di “Paradiso amaro”. Distribuzione CG Home Video per Lucky Red
Tutti gli articoli Tutte le news

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: EdoFede's Theater

  1. #1
    Data registrazione
    Dec 2004
    Località
    Bologna
    Messaggi
    2.228

    EdoFede's Theater


    Ciao a tutti, belli e brutti

    Apro questo thread per presentarvi il mio impianto home theater.

    Con l'occasione ringrazio Chiara, la mia ragazza, per avermi permesso di stravolgere il salone e per aver sopportato i "lavori in corso" per diversi mesi.
    La ringrazio meno quando ascolto qualcosa, perché sta sempre a dirmi di abbassare il volume


    Veniamo al setup


    Ambiente

    Non avendo a disposizione una stanza da dedicare al cinema (purtroppo), l'impianto è stato realizzato nella sala di casa con tutti i limiti e vincoli di realizzazione che ne derivano.

    Le dimensioni della zona utile sono 5,28 x 4,11 mt.

    Ecco un disegno dall'alto con qualche quota (click per ingrandire):


    La nicchia a destra è il punto di ingresso della casa e di accesso alle camere.
    Sulla sinistra, in corrispondenza delle due porta-finestre, c'è un balcone, mentre le due porte in basso danno accesso a cucina e ripostiglio/bagno.

    Non c'erano molte possibilità di disposizione, è stato scelto di realizzare lo schermo sulla parete in alto (parlo sempre in riferimento al disegno) e posizionare i divani vicino alla parete opposta.


    Qui un disegno della situazione finale (nel disegno mancano alcuni mobili che attualmente sono presenti):





    Discussione per i vostri graditi commenti
    Ultima modifica di EdoFede; 05-07-2011 alle 10:10

  2. #2
    Data registrazione
    Dec 2004
    Località
    Bologna
    Messaggi
    2.228
    Catena video

    Schermo
    Dimensione: 2,10mt di base
    Guadagno telo: 1,5
    Mascherature: motorizzate a larghezza costante
    Formato nativo: 16:9
    Formato con mascherature completamente chiuse: 3,75:1

    Lo schermo è realizzato su un telaio di legno (MDF da 19mm) forato al centro per ridurre il peso.
    Le mascherature sono state realizzate con materiale per tapparelle (rullo ottagonale, staffe da cassonetto, ecc), motori compresi. I listelli mobili della mascheratura sono in legno e sono tenuti in asse da una guida per cassetti per ogni lato.
    I motori hanno dei finecorsa molto ben regolabili, quindi è stato possibile utilizzare quelli integrati, senza dover prevedere apparecchiature esterne.

    Qui qualche dettaglio in più sulla realizzazione dello schermo: http://www.avmagazine.it/forum/showthread.php?t=142817

    Ecco una foto dello schermo con cornice e mascheratura finite:



    Il divano è posizionato a circa 3 metri abbondanti dallo schermo.


    Proiettore
    Il proiettore è installato a soffitto a mezzo di una staffa a binari autocostruita.
    L'ancoraggio è stato attuato per mezzo di 8 tasselli ad ombrello per pignatte più due tasselli chimici sistemati anteriormente al binario (oltre che da rinforzo, fanno anche da blocco dei carrelli)
    Precedentemente in uso un Sony VPH-1271.
    Attualmente ho un Barco 808 trasformato in 808s, che subirà la trasformazione @LC con tubi P16 ad alta risoluzione a breve.

    Per il collegamento video sono stati stesi: un cavo RGBHV (DB15 > 5 BNC) ed un cavo DVI-D.


    Processamento video
    Lo switching delle sorgenti ed il processamento video è affidato all'ottimo processore Crystalio 2 VPS3800, acquistato nel 2010.
    Faccio largo uso delle sue funzioni, in particolare il DynamicVP che permette di selezionare uno tra i diversi banchi di setup creati a seconda del tipo di segnale in ingresso.
    Ad esempio, per segnali PAL (es. DVD), viene automaticamente selezionato il banco di uscita 576p @75Hz che mi da i risultati migliori in assoluto.
    Per sorgenti HD, vengono selezionati i banchi 720P, 1080i o 1080p a seconda di cosa c'è in ingresso.
    In tutto, sono stati creati 8 banchi di setup di uscita per ottenere il miglior risultato possibile, con la mia catena, qualunque sia il segnale in ingresso e la sorgente.


    Sorgenti video
    Attualmente sto usando:
    • Sony Playstation 3 per Bluray, DVD (e ogni tanto GT 5 )
    • Toshiba EP30 per HD-DVD
    • Popcorn Hour C200 per contenuti su NAS
    • Mediaplayer del Crystalio 2 per alcuni contenuti su NAS (es. i DVD rippati)

    Le risoluzioni di uscita delle singole sorgenti dipendono dal tipo di contenuto riprodotto.
    Sul C200 viene selezionata manualmente l'uscita PAL o 1080p a seconda che il materiale da riprodurre sia SD o HD (purtroppo al momento il C200 supporta solo lo switch automatico del refresh rate in base al contenuto, ma non della risoluzione).




    Discussione per i vostri graditi commenti
    Ultima modifica di EdoFede; 05-07-2011 alle 10:11

  3. #3
    Data registrazione
    Dec 2004
    Località
    Bologna
    Messaggi
    2.228
    Catena audio

    Questo é quanto é stato realizzato in linea generale:

    Con la differenza che i finali non sono gli UcD ma i Fenice 100, sempre classe D.
    Scendendo nel dettaglio...

    Correzione ambientale
    La stanza fortunatamente non era molto rimbombante. Mi sono limitato ad applicare pannelli fonoassorbenti piramidali al soffitto, per una larghezza di 3 metri (che si riducono ad 1 metro in corrispondenza del proiettore) dallo schermo verso il punto di ascolto.
    Essendo la sala di casa, non ho potuto eseguire altri interventi, ma già i pannelli mi hanno dato un buon miglioramento del riverbero e soprattutto quella (leggera) sensazione di silenzio, che mi piace da matti, quando ci si trova nell'area trattata.
    Sono stati applicati, inoltre, pannelli fonoassorbenti attorno ai diffusori.
    I pannelli applicati a soffitto hanno una densità abbastanza bassa (20kg/mc) e una base delle piramidi abbastanza grande (10cm). Sono stati forniti dalla ditta Sound Tech ad un prezzo molto buono, rispetto a quando trovai in giro.


    Diffusori
    Il setup audio che ho disegnato per la sala, prevede tutto l'impianto configurato in multiamplificazione con tagli attivi.
    Per ridurre al minimo l'ingombro e facilitare l'integrazione dell'impianto, ho realizzato 4 diffusori "satelliti" posti ai 4 lati dello schermo, più quattro diffurori per le basse frequenze di ciascun canale.
    Per motivi di spazio è stato scelto di aggregare i quattro diffusori per basse frequenze in due diffusori posti sotto allo schermo ai lati del centrale inferiore.

    Ho quindi realizzato 4 satelliti e due unità bassi con camere distinte (come se fossero 4 diffusori indipendenti).

    I componenti utilizzati sono identici per tutti i diffusori:
    • Woofer: Ciare CW200C
    • Midrange: Ciare CM161
    • Tweeter: Ciare PT383


    I diffusori surround saranno realizzati in seguito usando la configurazione e cubatura a 2 vie dei satelliti frontali.
    Tutti i diffusori sono in sospensione pneumatica.

    I tagli impostati sono:
    • Woofer: Passabasso a circa 90Hz, pendenza 24 dB/oct
    • Midrange: Passaalto a circa 90Hz, pendenza 48 dB/oct - nessun passabasso
    • Tweeter: Passaalto a circa 5,5 kHz, pendenza 24 dB/oct




    Subwoofer
    Sono stati realizzate due unità subwoofer con coni MB-Quart PWE-352 (15" a doppia bobina 2 Ohm).
    Entrambi in sospensione pneumatica, posizionati in due punti differenti della sala e pilotati con canali indipendenti (sia di amplificazione che di taglio).


    Amplificazione
    La scelta dei finali per il fronte anteriore è leggermente deviata verso i moduli Fenice 100 (90W RMS x 2 canali).
    Ho realizzato due finali da 6 canali ciascuno che si fanno carico del pilotaggio di tutti i diffusori frontali, senza alcun filtro passivo.


    Processamento
    Ho installato due processori Behringer DCX-2496 con le funzioni di:
    • Crossover
    • Correzione di fase sui singoli altoparlanti
    • Ritardi temporali (particolarmente utili per correggere l'emissione dei due centrali, centrando la scena sullo schermo)
    • Limiter ed EQ dinamico (per ridurre i rischi dei fondocorsa dei coni nei passaggi più dinamici, con volume di ascolto elevato)

    Il crossover dei canali main è stato modificato eliminando totalmente lo stadio analogico di uscita ed accoppiando DAC e finali mediante trasformatori audio.
    Questa modifica ha portato molti benefici, tra cui:
    - Maggior tridimensionalità
    - Maggior naturalezza
    - Più definizione
    - Minor rumore di fondo, distorsione e fatica all'ascolto


    Decodifica e switching sorgenti
    Per la decodifica ed il processamento ho un Meridian 565 che mi da grandi soddisfazioni da diverso tempo, nonostante sia abbastanza limitato come possibilità di connessione, specie con le nuove sorgenti e nuovi formati.
    Decodifica segnali Stereo, Dolby Digital, DTS e MLP.
    E' connesso all'uscita digitale del Crystalio 2 che si occupa dello switching delle sorgenti.

    Il 565 é connesso ai DCX-2496 di frontali e sub con intefaccia SPDIF stereo e controllo volume digitale.


    Sorgenti audio
    Le stesse indicate nella descrizione della catena video, con in più l'iMac connesso con interfaccia ottica SPDIF tramite scheda M-Audio Firewire 410.


    Discussione per i vostri graditi commenti
    Ultima modifica di EdoFede; 05-07-2011 alle 10:11

  4. #4
    Data registrazione
    Dec 2004
    Località
    Bologna
    Messaggi
    2.228
    Ecco qualche foto (click per ingrandire)

    Fonoassorbente con il vecchio Sony 1271



    Schermo 16:9



    Schermo 2,35:1



    Per il 4:3...




    Discussione per i vostri graditi commenti
    Ultima modifica di EdoFede; 05-07-2011 alle 10:21

  5. #5
    Data registrazione
    Dec 2004
    Località
    Bologna
    Messaggi
    2.228
    Finalmente i subwoofer sono in costruzione!
    Verranno due unità cubiche (45cm di lato) a sospensione pneumatica con un cono MB Quart PWE da 15" ciascuna.

    Benchè già ora l'impianto mi dia una estensione notevole ed una gamma bassa molto potente, veloce e definita, sentivo la mancanza di quella sensazione di vuoto nelle budella che vivevo a Bologna guardando alcuni film (N.B. per "vuoto nelle budella" ed "alcuni film" non si intende l'uso di materiale per adulti )
    Le esigenze sono:
    - Buona estensione in basso
    - Dimensioni "contenute"
    - Velocità e dinamica
    - No code o delay eccessivi


    Progetto

    Visti i requisiti del progetto, ho escluso subito la possibilità di realizzare una cassa reflex. Tale realizzazione, infatti, avrebbe richiesto un aumento non indifferente dei volumi delle casse ed avrebbe introdotto un elemento di ritardo, specie con questi coni molto pesanti, rischiando di rendere impossibile l'affiancamento ai woofer attualmente in uso.
    Inoltre tutto l'impianto è realizzato in sospensione pneumatica, quindi volevo mantenere la stessa tipologia di carico anche per i sub. (aspetto chiaramente secondario nella scelta)

    Dopo qualche simulazione generale al computer per individuare il volume ideale (o meglio: il giusto compromesso tra estensione, velocità ed ingombro), si è partiti a ragionare sulla forma da dare alle casse.
    Ragionando con il cuore, avrei fatto una cassa di 3 metri, larga quanto il mobile attuale, ma avrei dovuto buttare il mobile stesso, rifare tutto e spendere una barca di soldi. Oltretutto avrei preso le botte dalla mia ragazza Chiara e sicuramente non sarebbe stata una soluzione riutilizzabile un domani.
    Il cubo, sebbene inizialmente non mi ispirasse più di tanto, è stata la scelta finale. Il motivo principale: la semplice integrazione estetica nell'ambiente e la possiblità di riutilizzo/spostamento.

    Per la realizzazione è stato usato del comunissimo legno truciolare da 18mm. Per ovviare i chiari problemi di flessibilità sono stati inseriti dei travetti di rinforzo all'interno della cassa e sono stati usati due legni incollati per la faccia che ospita il cono.
    Avrei voluto usare legno più spesso, ma non ho trovato nulla di utile vicino a casa mia, quindi ho optato per 10 minuti di attesa al leroy merlin e qualche travettino in più per dare rigidità alla struttura.

    Farò qualche prova per decidere la posizione dei piedi:
    - Cono in basso = 4 piedi
    - Cono frontale = 3 piedi
    Dipende molto dalla resa acustica nella stanza, anche se non mi aspetto differenze significative.


    Ecco qualche dettaglio del progetto (click per ingrandire):

    Vista esterna



    Interno con particolare dei travetti di rinforzo (ho intenzione di aggiungerne un terzo verticale al centro delle due pareti superiori ed inferiori)



    Particolare del retro del cono




    Realizzazione (in corso...)

    La foratura è stata fatta tutta con una fresatrice a mano e l'utensile "compasso". I fori sono venuti veramente perfetti.
    Per l'incollatura sto usando normalissimo vinavil e morsetti da 60cm.
    Successivamente sono previste:
    - levigatura grossolana per ridurre gli errori di assemblaggio
    - stuccatura
    - levigature fine
    - verniciatura (colore nero opaco o simil wengé)


    Ecco qualche dettaglio delle fasi costruttive (click per ingrandire):

    Invaso per incasso del cono (fatto alla fresa con l'utensile "compasso")



    Foratura completata (fatta sempre alla fresa)



    Particolare del profilo, si notano i due legni da 18mm incollati



    Una delle fasi di incollatura (mancano alcuni morsetti messi dopo la foto)



    I sub sono completi, ma devono ancora essere rifiniti per bene e verniciati.


    Discussione per i vostri graditi commenti
    Ultima modifica di EdoFede; 05-07-2011 alle 10:29

  6. #6
    Data registrazione
    Dec 2004
    Località
    Bologna
    Messaggi
    2.228

    Purtroppo anche la sfiga a volte si diverte col sottoscritto..



    Guasto alla valvola della caldaia del vicino di sopra...l'acqua ha preso la strada più facile: i fori della staffa del proiettore!

    Questo è solo uno dei diversi danni avuti.

    Sto già ordinando i pezzi di ricambio per ripristinare il tutto.
    Penso che approfitterò dell'occasione per ultimare la conversione AC > LC del proiettore.

    Per il momento tutto fermo...


    Ah, mi scuso anche per la mancanza di tutte le foto nel thread, ho fatto un casino su picasa e devo trovare un poco di tempo per sistemare il tutto..

    Discussione per i vostri graditi commenti

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •