Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter
Dallas Buyers Club
Dallas Buyers Club
In alta definizione la vera storia di Ron Woodroof e della sua lotta all'AIDS, film vincitore di tre premi Oscar. Distribuzione del Blu-ray curata da Koch Media
Mary Poppins
Mary Poppins
La magica tata nata dalla fantasia e dalle esperienze di vita della romanziera P.L. Travers nella prima edizione in HD. Distribuzione Walt Disney Studios HE
Nebraska
Nebraska
Prosegue la dura riflessione su famiglia e divario generazionale dallo stesso regista di “Paradiso amaro”. Distribuzione CG Home Video per Lucky Red
Tutti gli articoli Tutte le news

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Data registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    1.512

    The Woman in Black (anzi in grigio chiaro con sfumature rosse agli angoli)


    Buongiorno a tutti,

    ieri sera sono andato con la mia ragazza e un'altra coppia a vedere The Woman in Black al cinema Capitol a Bologna (sala 3). Bel thriller con atmosfera cupa e fotografia lodevole, peccato che si vedeva una schifezza totale. INDECENTE.

    Ora vabbè che qui siamo di palato fine e io stesso ha un proiettore Planar bellissimo, ma insomma, anche la fidanzata del mio amico, che non è mai stata a casa mia, si è lamentata. Immagine spenta, gravissima mancanza di luminosità, nero sollevato (leggi dinamica di una lumaca morta) e luci rosse ambientali che impattavano lo schermo. Credetemi, ben oltre l'indecente.

    So che in Italia, finché i cinema non dovranno forzosamente convertirsi al digitale, non c'è da aspettarsi grandi investimenti nei classici cinema in centro città, e noi stessi siamo andati più per uscire di casa che per il cinema in sé. Ma a tutto c'è un limite e al Capitol sala 3 ieri quel limite era superato di molto...
    Ultima modifica di gius76; 04-03-2012 alle 13:38

  2. #2
    Data registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    612
    Citazione Originariamente scritto da gius76 Visualizza messaggio
    So che in Italia, finché i cinema non dovranno forzosamente convertirsi al digitale, non c'è da aspettarsi grandi investimenti nei classici cinema in centro città
    Leggendo la discussione sulle sale 2k-4k, se i cinema vorranno ancora i film dalle major dovranno per forza convertirsi al digitale entro gennaio 2013 però questo non vuol dire necessariamente qualità. Nel cinema vicino casa mia le proiezioni in pellicola(pellicole delle major, non di quelle italiane) sono davvero eccellenti e non hanno nulla(o quasi) da invidiare alle proiezioni digitali

  3. #3
    Data registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    1.512
    Beh sì, certo, la qualità non dipende da pellicola o digitale, hai ragione a puntualizzarlo. Basta pensare al caso limite di un "normale" digitale anche recente contro un IMAX a pellicola da 70mm......

    Più che altro intendevo dire che tanti cinema pensano di poter continuare a campare della posizione di rendita che hanno stando in centro, sebbene offrano proiezioni scadenti. Secondo me rischiano. Perché ormai un televisore FullHD e un lettore blu-ray sono alla portata di tutti, e andare al cinema avrà pure il suo fascino, ma se la qualità fa letteralmente schifo, finisce che 4 amici non vanno più a spendere 30€ per una cosa che si vede meglio a casa....

    Non ho idea di quale sia la qualità minima di un moderno proiettore D-Cinema entry-level, ma deve(!) essere di molto superiore a quella cosa inguardabile che abbiamo visto l'altra sera.

  4. #4
    Data registrazione
    Mar 2012
    Messaggi
    2
    Citazione Originariamente scritto da Stanley Visualizza messaggio
    Leggendo la discussione sulle sale 2k-4k, se i cinema vorranno ancora i film dalle major dovranno per forza convertirsi al digitale entro gennaio 2013 però questo non vuol dire necessariamente qualità. Nel cinema vicino casa mia le proiezioni in pellicola(pellicole delle major, non di quelle italiane) sono davvero eccellenti e non hanno nulla(o ..........[CUT]
    Rispondo solo alla frase in parentesi: lavoro nel settore e posso dirti che lo sviluppo e la stampa delle pellicole dei film italiani e quelli delle major avvengono esattamente nello stesso modo, anzi, normalmente vengono lavorati contemporaneamente.
    Ciao
    Fabrizio

  5. #5
    Data registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    612

    Non parlavo di film italiani o stranieri, mi riferivo alla distribuzione. I film distribuiti dalle major hanno sempre avuto una qualità ottima, quelli distribuiti da "italiane" hanno sempre avuto una qualità non soddisfacente, il tutto nello stesso cinema ovviamente

    Se invece parlavi proprio di distribuzione non so che dirti, ti assicuro che da quando vado in questo cinema vale sempre la stessa regola

Permessi di scrittura

  • Tu NON puoi inviare nuove discussioni
  • Tu NON puoi inviare risposte
  • Tu NON puoi inviare allegati
  • Tu NON puoi modificare i tuoi messaggi
  •