AV Magazine - Logo
Stampa
 
MWC: LG G5 "unibody" e batteria rimovibile
Emidio Frattaroli - 22/02/2016, 10:21
“Il nuovo LG G5 riunisce il design "unibody" con la possibilitÓ di rimuovere l'accumulatore, uno SoC 820, display IPS 5,3" 2560x1440, fotocamere da 16 MP e 8 MP e tanti accessori, anche per riproduzione DSD”


- click per ingrandire -

Barcellona, 21 febbraio 2016. Durante la prima conferenza stampa del pomeriggio e in concomitanza con l'annuncio di Huawei del portatile 2-in-1 MateBook, LG Electronics presenta il suo nuovo G5, che riunisce in un solo prodotto le caratteristiche di solidità e bellezza del design cosiddetto "unibody" (come Sony Xperia serie Z e gli ultimi due Galaxy S di Samsung, per intenderci), con la praticità di avere la possibilità di cambiare l'accumulatore.


Il display sembra poco luminoso; il confronto con lo Ulefone Be Pro 2 è disarmante.
- click per ingrandire -

Al suo interno un SoC Snapdragon 820 con due unità quad core, 32GB di ROM, 4GB di RAM LPDDR4 e un'architettura che promette più efficienza (più potenza e meno calore/consumi) rispetto al SoC 810. Una rapida verifica con Sunspider 1.0.2 conferma queste caratteristiche con benchmark vicino a 600ms (Octane 2.0 @ 9.200) e telaio che diventa appena tiepido al meglio di 10 sessioni, 5 di Sunspider e 5 di Octane.


- click per ingrandire -

Il display, di tipo LCD IPS, con diagonale di 5,3" e risoluzione di 2560x1440, sembra nettamente meno luminoso rispetto ai diretti concorrenti; il bilanciamento del bianco tende al blu e non può essere corretto. La fotocamera principale da 16MP mantiene il veloce fuoco con tecnologia laser, mentre il software permette di default il controllo manuale totale (purtroppo non per i video) e la possibilità di scattare anche in RAW.


- click per ingrandire -

Molto interessante la sezione audio con la possibilità di acquistare un DAC 32bit/384kHz, con ampli integrato della B&O, compatibile nativamente anche con DSD e codec aptX HD, che si inserisce al posto della "chiusura" del vano batterie e che potrà essere usato anche con altri terminali, grazie al connettore USB 3.1 type-C. Qualità e potenza, testate con cuffie sovraurali B&O di media impedenza, suggeriscono una buona riserva di energia a disposizione. Ancora mistero sul prezzo. Per lo streaming wireless 24 bit LG ha introdotto anche le cuffie Tone Plus HBS-1100, le prime dotate del nuovo codec Qualcomm

Chiudiamo la descrizione segnalando la presenza del connettore USB 3.1 type-C che apre a numerose possibilità che descriveremo nei prossimi giorni. Non manca neanche uno slot microSD che permette di aumentare la capacità di memorizzazione in economia. Prezzo non ancora annunciato, crediamo attorno ai 650 Euro.