AV Magazine - Logo
Stampa
 
Microsoft: il 3D non è accessibile a tutti
Gian Luca Di Felice - 29/06/2010, 10:18
“Chi si aspettava un aggiornamento in chiave 3D della console Xbox360 di Microsoft al recente E3 di Los Angeles è rimasto deluso. La casa di Redmond preferisce puntare su funzionalità e periferiche accessibili e il 3D al momento non lo è!”

Mentre Sony e Nintendo sembrano puntare dritti all'esperienza di gioco in 3D, Microsoft sembra in tal senso più "fredda" e in occasione dell'ultimo E3 di Los Angeles ha preferito puntare tutto sulla sua interfaccia gestuale Kinect (ex Project Natal), nonostante in molti si aspettassero un aggiornamento della console Xbox360 anche in chiave 3D. Per giustificare tale scelta il vice presidente di Microsoft Game Studios Phil Spencer ha dichiarato: "Mentre cerchiamo di evolvere in quanto piattaforma, ritengo che l'accessibilità debba essere essenziale. Con Kinect abbiamo sviluppato una periferica che una volta connessa all'Xbox360, funziona immediatamente. Non c'è bisogno di indossare qualcosa o di acquistare un nuovo televisore".

Spencer non risparmia neanche una frecciatina a Sony: "Non abbiamo bisogno di vendere nuovi televisori al mondo intero, non è il nostro mestiere." Al di là delle considerazioni personali e filo aziendaliste, sappiamo che Microsoft sta lavorando da tempo a un aggiornamento 3D per la sua console (la conferma è arrivata dallo stesso Phil Spencer) e probabilmente preferisce per ora rimanere alla finestra in attesa di vedere come il mercato recepirà concretamente l'avvento del 3D nei videogiochi. Se dovesse rivelarsi una chiave di successo, crediamo che Microsoft non tarderà di certo a proporre anch'essa giochi in stereoscopia.

Fonte: IGN