AV Magazine - Logo
Stampa
 
Raddoppiate le sale digitali in Europa
Gian Luca Di Felice - 13/05/2011, 16:17
“Secondo l'ultimo report di Media Salles il numero di sale digitali è più che raddoppiato in Europa. Il motore della crescita è stato il 3D e in Italia il numero di sale digitali rappresenta ormai il 23% del totale con 912 schermi”

Gli schermi digitali europei nel 2010 sono più che raddoppiati. Secondo i dati rilevati da Media Salles, infatti, il numero degli schermi digitali europei dotati della tecnologia DLP Cinema o SXRD al 1° gennaio 2011 è salito a 10.346 con un incremento del 120,9% in 12 mesi. Gli schermi digitali sono passati così a rappresentare in Europa il 29% del totale delle sale, rispetto al 13,4% dell’anno prima. L’incidenza maggiore si registra in Lussemburgo (73%) e in Belgio (65%). Percentuali molto diverse caratterizzano anche i maggiori mercati: mentre sopra la media europea si collocano il Regno Unito (38%), la Russia (38%) e la Francia (34%), restano invece al di sotto Germania (27%), Italia (23%) e Spagna (19%). 

Il numero dei cinema digitali è passato nel corso del 2010 a 4.120. Cresciuti del 74,1% rispetto al 1° gennaio 2010, pesano per il 33% sul totale dei complessi europei contro il 18.7% del gennaio 2010. Nello stesso periodo è aumentato il numero medio degli schermi per complesso digitale, salito tra gennaio 2008 e gennaio 2011 da 1,6 a 2,5. Anche da questo punto di vista, peraltro, i mercati europei si differenziano fortemente. All’inizio del 2011 la media più alta è quella del Belgio (6,8 schermi per cinema). Vengono quindi Lussemburgo (4,8), Portogallo (4,8), Austria (4,3), Lettonia (3,7), Romania (3,6), Estonia (3,5) e Francia (3,5). Nei mercati di maggiori dimensioni il valore più basso è quello dell’Italia (1,9 schermi per cinema), da mettere a raffronto con quello della Gran Bretagna (3,1), Spagna (2,6) e Germania (2,2). 

Con riferimento invece ai tassi di crescita nell’ultimo anno, i maggiori incrementi si riscontrano nei paesi scandinavi: Danimarca (+444% rispetto a gennaio 2010), Norvegia (+339%) e Svezia (+308%). Se si considera d’altro canto il periodo tra il 2007 e il 2011, la maggior crescita annuale ha riguardato la Russia (+293%), il Portogallo (+216%) e la Finlandia (+206%), paesi in cui il numero degli schermi digitali è cresciuto molto soprattutto fino al 2009. Come nel 2009, il cinema 3D è stato di nuovo il motore della crescita del digitale: l’incidenza degli schermi digitali dotati di sistema 3D sul totale delle sale digitali è aumentata ovunque, tranne che in Spagna, passando dal 74% all’81,5% tra gennaio 2010 e gennaio 2011. In diversi paesi gli schermi 3D incidono per oltre il 90% del totale: Russia (99,6%), Turchia (98,5%), Ungheria (98,2%), Svezia (96,8%), Polonia (95,7%), Danimarca (95,6%), Svizzera (94%), Bulgaria (93%), Italia (92,3%), Finlandia (92%), Paesi Bassi (91,7%), Grecia (91,5%), Repubblica Ceca (91%) e Lettonia (90,9%). La percentuale è peraltro più bassa nel Regno Unito, dove è passata dal 71,1% del gennaio 2010 al 77,9% del gennaio 2011, così come in Francia, dove essa è salita dal 69,4% al 74,5%.

Fonte: AGIS