AV Magazine - Logo
Stampa
 
Ultra HD in forte crescita negli USA
Riccardo Riondino - 03/05/2016, 09:30
“Nel primo trimestre dell'anno segnali molto positivi per il settore Ultra HD in Nord America, con un deciso aumento nelle vendite in tutti i settori, dai televisori 4K, ai supporti e lettori Ultra HD Blu-ray, agli abbonamenti ai servizi VOD”

L'agenzia nordamericana DEG (Digital Entertainment Group), che raggruppa i principali attori dell'industria audiovisual entertainment, esclusi quelli del settore gaming, annuncia nel primo trimestre 2016 risultati molto positivi per il mercato Ultra HD. Le buone notizie arrivano da tutti i settori, cominciando con le vendite di TV 4K che hanno superato i 1,5 milioni di pezzi nei primi tre mesi dell'anno, un incremento del 210% rispetto al 2015, portando la base installata a oltre 7 milioni di unità.


- click per ingrandire -

La diffusione di televisori UHD ha generato una forte domanda di contenuti a risoluzione nativa 4K. Ne hanno beneficiato le vendite del primo lettore Ultra HD Blu-ray ad arrivare sul mercato: il Samsung UBD-K8500, del quale tutte le unità distribuite sono state vendute in poche settimane o addirittura giorni, sebbene non si conosca ancora il numero preciso.


- click per ingrandire -

Sono invece oltre 80.000 i dischi Ultra HD Blu-ray, suddivisi nei 26 titoli disponibili inizialmente, venduti nelle prime settimane di commercializzazione del nuovo formato. Si tratta di più del doppio delle unità vendute al lancio dello standard Blu-ray. Il risultato viene considerato eccellente, pur considerando la concorrenza all'epoca del formato HD-DVD, che oggi è rappresentata dai servizi di streaming come Netflix.

L'agenzia ha inoltre dichiarato che il 95% delle famiglie statunitensi (104 milioni) posseggono almeno un TV HD 1080p e ben 85M aggiungono un lettore Blu-ray, includendo nel calcolo anche le console gaming.

Globalmente il mercato home entertainment USA si mantiene su valori analoghi al 2015, con 4,6 miliardi di dollari nei primi tre mesi dell'anno, superando del 10% gli incassi delle sale cinematografiche. Anche le piattaforme di video on demand (VOD) continuano a crescere, con oltre il 7% nel primo trimestre, invertendo la tendenza negativa di inizio 2015, mentre gli abbonamenti sono aumentati del 19%

Fonte: Digital Entertainment Group