Denon LINK [Archivio] - Forum di AV Magazine

PDA

Visualizza Versione Completa : Denon LINK



Microfast
05-10-2002, 00:38
Buone e cattive notizie al riguardo.

La buona e' che e' Denon Link e' stato approvato dal C4 per trasferire digitalmente dal DVD-A1 al AVC-A1SR ( e AVC-A1SE upgradati ) tutti i flussi digitali anche protetti dal copyright eccetto il SACD ( prima in caso di contenuti protetti si disabilitava e usciva solo in analogico ).

La cattiva e' che bisognera' fare un upgrade software all'AVC-A1SR ( e all'AVC-A1SE upgradato ) e software/hardware al lettore DVD-A1.
Naturalmente come consuetudine di Denon ( per la gioia dei propi utenti ) detti upgrade dovranno essere fatti presso i laboratori di Denon.

Chi li possiede si prepari alla spedizione .......

Saluti
Marco


Ps.
Nicola ed Emidio siete pronti per un nuovo viaggio ed articolo ?

N. D'Agostino
05-10-2002, 14:31
Le major hanno imposto cio' alla Denon per evitare che il firmware cada in cattive mani. Per quanto riguarda il viaggio vedremo, ma credo che questa volta aspetteremo il risultato da casa. Per quanto riguarda il supporto SACD credo che ci vorrà ancora del tempo poiche' deve essere modificato il DVD-A1, il Denon Link ed infine il "pupone" AVC-A1Sr. Non e' forse meglio utilizzare le prese di input analogiche con un SACD esterno? Si perde meno tempo ed i risultati sono molto buoni. Comunque io sono il fautore di impianti separati/uniti (contraddizione logica) per audio di qualità e audio bum bum. Il sistema deve essere in grado di riprodurre audio multicanale/stereo di alta qualità ed offrire ore di svago con audio bum bum. Questa e' la vera sfida e pochi ci riescono perche' si focalizzano sull'uno o sull'altro aspetto perdendo di vista l'obiettivo. I due sistemi si possono tranquillamente integrare fra di loro e possono offrire risultati molto interessanti. Alla base di tutto c'e' naturalmente il portafoglio

Microfast
05-10-2002, 15:24
Nicola,

A questo punto si sta sfiorando il ridicolo, inutile negarlo....

Imposto o non imposto, a ben guardare chi vuole puo' senza problemi leggere direttamente le flash ....... , e poi tutti questi costosi trasporti avanti e indietro, non e' accettabile ..... poveri utenti .

Quanto al Denon link per quanto interessante e' senza futuro ed in definitiva a che serve un interfaccia/protocollo propietaria ?

E ancora, se propio si vuole e' cosi' difficile agganciarsi all'ingresso dei DAC per copiare i flussi "puliti" ?

Tutto tempo perso e grande confusione per chi deve spendere soldi, e poi c'e' chi si lamenta che il mercato e' in crisi .....

Per il resto in linea di massima sono d'accordo con te, pero' c'e' sicuramente la tecnologia per avere un unico apparecchio che funzioni bene per entrambi gli scopi ( lo stesso Denon non mi sembra poi malvagio ) e per essere sinceri a mio modesto parere ci sono altri argomenti tipo l'ambiente che nella stragrande maggioranza dei casi abbisognano di tali miglioramenti da portare a ben piu' concreti miglioramenti della resa finale.

A meno che si dia per scontato ( per me a torto ) che tutti dispongano di un auditorium perfetto o che si accontentino di ascoltare solo tramite "eccellenti" cuffie.


Saluti
Marco

Ps

La strada timidamente imboccata da Pioneer per l'adattamento automatico tramite DSP all'ambiente l'hai mai ascoltata o perche' no misurata, studiata ?

E se si cosa ne pensi ?

Lino Mazzocco
05-10-2002, 16:06
Originariamente inviato da N. D'Agostino

Non e' forse meglio utilizzare le prese di input analogiche con un SACD esterno?

Sono d'accordo.
Ma poi di questo DVD-A Denon e' anche prevista una versione
"solo meccanica" oppure lo stadio di conversione D/A
(magari lo stesso) si troverebbe di qua e di la' il che
significherebbe aver buttato almeno parte dei soldi?
(odio le cose doppione)



Comunque io sono il fautore di impianti separati/uniti (contraddizione logica) per audio di qualità e audio bum bum. Il sistema deve essere in grado di riprodurre audio multicanale/stereo di alta qualità ed offrire ore di svago con audio bum bum.

Anche qui sono d'accordo.
E' quello che ho cercato di fare quando attorno alle B&W 801 S3
ho posizionato un centrale, un sub e due posteriori, cercando
di conservare omogeneita' timbrica e dinamica
(stessi tweeter, midrange e woofer).
In multicanale (film) uso un McIntosh 6x100 THX,
quando voglio far riposare le orecchie (musica stereo)
vado con il mio insostituibile Audio Research D115 MKII.

N. D'Agostino
06-10-2002, 19:05
Sul fronte dell'ambiente e dei sistemi progettati per migliorare l'interazione fra impianto ed ambiente stesso vi do' un indirizzo internet molto molto interessante per molte ragioni ;)
A breve infatti verranno distribuiti in Italia e mettendo da parte un po' di soldi i problemi di cui parlate potranno trovare una soluzione di qualità. Una sessione di ascolto a cui ho assistito di recente mi ha offerto sensazioni molto interessanti ed un colloquio con il progettista mi hanno chiarito alcuni punti in ombra sul suo funzionamento.



Ps
www.tactaudio.com :D
rcs2.2X e TCS per il multicanale

cabala
06-10-2002, 20:51
Mi sembra davvero un'ottima soluzione, alla portata di pochi però.

E pensare che per 200 Euro, alle basse frequenze (che sono poi quelle più "rognose"), è possibile fare quasi la stessa cosa...

Saluti,

Marco.

P.S. Vi prego di notare che da nessuna parte si parla di equalizzazione anche se di fatto si tratta proprio di questo;
Chiamando il tipo di trattamento "room correction" si evita di spaventare gli audiofili che, come già appurato in questo forum, sono allergici al solo sentir pronunciare la parola "equalizzazione".

Microfast
06-10-2002, 22:16
Nicola,

Mi fai quasi commuovere.

Finalmente un personaggio del tuo calibro che trova interessante un tale apparecchio.

Che stiano cambiando i tempi ?


Saluti
Marco

N. D'Agostino
07-10-2002, 22:40
Si provano apparecchi e si studiamo gli apparecchi del futuro, altrimenti come si puo' essere aggiornati con le novità che piombano quotidianamente addosso? Audio, video etc etc tutta la stessa pappa per capirne qualcosa bisogna studiare studiare studiare studiare......
In ogni caso ci si diverte molto ad aprire apparecchi ed a provare a sognare come lo avresti disegnato o realizzato te. Il piacere poi di provare in anteprima prodotti o avere in esclusiva mondiale prototipi di nuovi standard e' sempre emozionante. Il nostro e'un hobby meraviglioso ma al tempo stesso maledetto. Chi si ferma e'perduto poiche' l'impianto definito non esiste.Negli ultimi anni poi si e' scoperto il video e la febbre e' aumentata. La nostra cura e' quella di vivere le cose un po' prima degli altri, in maniera tale che il desiderio dei prodotti esaminati si perde immediatamente nell'impegno dell'articolo e nel prodotto che seguirà. Mi ricordo molti anni fa quando giocavo con l'alta definizione HDMAC e mi ero appassionato a tal punto da comprarmi un monitor HD, ebbene visti i negativi risultati di tale sistema, mai lezione fu piu' mai azzeccata, mai innamorarsi di un prodotto in esame si protrebbe rimanere scottati. Quindi filosofia del guardare avanti e vivi felice

Emidio Frattaroli
07-10-2002, 22:50
Originariamente inviato da cabala
... da nessuna parte si parla di equalizzazione anche se di fatto si tratta proprio di questo...

Se iniziamo con l'esegesi delle caratteristiche tecniche degli apparecchi dove andremo a finire??? :eek::eek::eek:

Anyway mi sembra un bel po' riduttivo parlare solo di equalizzazione; in questo caso direi che si tratta anche di equalizzazione ;)

Emidio

cabala
09-10-2002, 20:30
Perfettamente d'accordo, Emidio,; tuttavia se togli la sezione Eq...

Ciao!

Marco.

Emidio Frattaroli
09-10-2002, 22:08
:D:D:D:D:D

Microfast
13-10-2002, 00:26
Emidio,

Penso sarebbe molto utile far partecipare al Forum Denis Sbragion ( bisogna che gli telefoni e lo invito a farsi vivo ).

Denis ( per chi non lo sapesse ) ha realizzato un software shareware che tramite pc corregge in un colpo solo l'intera banda tanto in frequenza che in fase.

E'un "ascoltone" di solo stereo quindi "DOC" e mi ha detto piu' volte che oltre il 95% dei risultati si ottengono con la sola correzione dell'ampiezza.

Certo si puo' sempre migliorare ulteriormente ma mi sembra eloquente notare che con poca spesa ( = alla portata di molti e non solo di un'elite, scusa se insisto su questo punto ma mi sembra un aspetto importante ) si puo' fare gran parte del lavoro.

Inoltre sono fermamente convinto che un sistema di taratura completamente automatico abbia e avra' sempre dei limiti rispetto ad una paziente e dotta taratura manuale dove possiamo prendere decisioni e strategie d'intervento che un sistema automatico nemmeno si sogna ...... ; in molti casi questo sarebbe gia' questo un compromesso ed una penalizzazione.

Saluti
Marco