AV Magazine - Logo
Stampa
Black Box - HDMI converter
Black Box - HDMI converter
Emidio Frattaroli - 18 Gennaio 2007
“Il piccolo Black Box, distribuito da Pick Up HiFi di Palermo, è un prodotto che permette di convertire i segnali video dal formato HDMI a quello component oppure RGB, anche con HDCP e consente l'utilizzo dei vecchi display e proiettori per la riproduzione dei segnali ad alta definizione”
Pagina 1 - Introduzione

Con la standardizzazione dei nuovi formati per la trasmissione dei segnali ad alta definizione sono arrivati anche nuovi connettori e sistemi per la protezione dei contenuti. Il connettore HDMI (High Definition Multimedia Interface) è una specie di SCART digitale del presente e del futuro e sarà ben presto il solo modo modo per trasportare segnali ad alta definizione ai vari display e proiettori nel settore consumer.

Attraverso questo connettore transitano segnali video digitali di tipo RGB oppure component che possono essere accompagnati da segnali audio stereo oppure di tipo multicanale, sia di tipo compresso che lossless (ad es. PCM oppure Dolby Digital). Quando i contenuti riprodotti sono di tipo protetto, i segnali ad alta definizione sono criptati con il sistema HDCP (High-bandwidth Digital Content Protection), con l'obiettivo di impedirne la copia.

Tra sorgente e ricevitore HDMI avviene uno scambio di chiavi piuttosto complesso e solo il corretto riconoscimento dei due prodotti permette di tradurre “in chiaro” il contenuto. In barba a questa filosofia, il Black Box permette di convertire i segnali HDMI ad alta definizione rendendoli disponibili in forma analogica sia di tipo RGB che component. In questo modo è possibile utilizzare ancora vecchi display o proiettori, provvisti anche del solo ingresso video component, per la riproduzione dei segnali video ad alta definizione.

Pagina 2 - HDCP e protezione dei contenuti

Fortunatamente, già dallo scorso anno sul mercato sono arrivati i primi prodotti che mirano a risolvere questo tipo di problemi di interconnessione. La maggior parte dei pochissimi prodotti disponibili operano una conversione sul segnale video da HDMI digitale ad RGB analogico.

La maggior parte dei display al plasma, LCD o videoproiettori, sono dotati comunque di ingresso hd-sub 15 poli (chiamato erroneamente "VGA"). L'oggetto della nostra prova invece, oltre al segnale RGB, permette di avere anche un'uscita di tipo component e provvede anche alla conversione dei segnali audio stereofonici.

Il Black Box e i suoi "colleghi", di cui abbiamo già parlato sulle pagine di AV Magazine, sono probabilmente al limite della legalità poiché chi concede le licenze per la produzione e l'utilizzo dei chip indispensabili per la decodifica del segnale, a rigore di logica dovrebbe impedire la produzione di prodotti del genere.

In realtà il Black Box originale, benché sia provvisto - come vedremo - di chip in grado di decodificare le chiavi dell'HDCP, non consente la decodifica e la conversione in analogico dei segnali ad alta definizione HDMI criptati. Sembra infatti che i modelli distribuiti da Pick Up Hi-Fi siano miracolosamente privi di questo limite e sono in vece in grado di decodificare anche quelli criptati.

Pagina 3 - Caratteristiche principali


Il contenuto della confezione del Black Box
- click per ingrandire -

La piccola confezione che accompagna il Black Box, oltre al convertitore è dotata di tre accessori: il piccolo trasformatore, un cavo di collegamento per segnali component e un cavo audio adattatore da minijack stereo a pin RCA per collegare anche i segnali audio stereofonici digitali, prelevati ad esempio da una sorgente ad alta definizione.

Nella confezione manda soltanto un cavo video RGB che abbia alle due estremità una coppia di connettori hd-sub 15 poli. In realtà si tratta di cavi quasi sempre presenti nelle confezioni dei vari display e proiettori dotati di questo tipo di ingresso. Si tratta comunque di cavi di facile reperibilità e con qualità piuttosto eterogenea.


I due pannelli con le connessioni audio e video del Black Box
- click per ingrandire -

Il solido e compatto Black Box, racchiuso in un robusto guscio metallico, dispone di ingressi e uscite video sui lati opponenti. L'ingresso HDMI è sullo stesso lato che ospita l'ingresso per l'alimentazione e l'interruttore per la selezione del tipo di segnale video da consegnare all'uscita. L'altro pannello ospita invece la presa minijack per l'audio e la presa hd-sub per i segnali video analogici.

Pagina 4 - Interno e costruzione


La scheda interna con i componenti del Black Box
- click per ingrandire -

Una volta rimosse due coppie di viti sui rispettivi pannelli, è possibile sfilare l'unica scheda sui cui sono saldati tutti i componenti, rivolti quasi esclusivamente sulla faccia superiore. L'ottima qualità dei componenti e la pulizia della realizzazione sono piuttosto evidenti. Il chip più grande è un microcontroller Myson MTV230 utilizzato spesso nei monitor LCD.


Particolare dei due integrati per l'elaborazione dei segnali HDMI
- click per ingrandire -

In posizione centrale invece riconosciamo i due principali integrati Explore EP901 ed EP 902 che provvedono alla ricezione, decodifica e conversione in analogico dei delicati segnali ad alta definizione consegnati all'ingresso HDMI. Il chip EP901, vicino all'ingresso HDMI è un receiver compatibile con sorgenti HDMI 1.2 e con segnali RGB e component a 24 bit con codifica colore 4:4:4 ed integra anche un HDCP engine, un decoder audio e anche un convertitore DAC.


Schema a blocchi dei due integrati Explore
- click per ingrandire -

Il chip Explore EP 902 che è sulla sinistra, più vicino all'uscita hd-sub 15 poli, è un trasmitter HDMI che in questo caso sembra che venga utilizzato per la conversione dello spazio colore (da component ad RGB e anche da component 4:2:2 a component 4:4:4). Sembra inoltre che sia il DAC a 10 bit per canale a produrre i segnali video analogici e anche con un'ottima qualità finale.

Pagina 5 - Test e qualità video

Per la verifica, al Black Box è stato fornito segnale HDMI proveniente da un decoder SKY HD, da un lettore HD-DVD Toshiba e da un lettore DVD Pioneer con uscita DVI mediante adattatore. In tutti e tre i casi è stato utilizzato segnale video digitale ad alta definizione con risoluzione di 1920x1080 a scansione interlacciata.

Per visualizzare i segnali abbiamo utilizzato un monitor CRT Samsung IFN 1100 da 21" opportunamente calibrato, un videoproiettore DLP BenQ 720p e un vecchio display al plasma NEC da 50" con risoluzione di 1366x768 punti. I tutti e tre i casi abbiamo utilizzato sia il segnale RGB che quello component.

Il monitor CRT Samsung da 21" collegato in RGB ha fornito un'immagine molto ben dettagliata, riproducendo senza indugio il segnale 1920x1080 punti a scansione interlacciata. Utilizzando un cavo di ottima qualità e gli ingressi del monitor con i 5 BNC con attacco a baionetta, la soddisfazione è garantita con l'unico limite di dover correggere leggermente la geometria del segnale che è leggermente spostato sulla destra.

Con il videoproiettore BenQ e il plasma NEC, tra il segnale RGB e component abbiamo sempre preferito quest'ultimo, sia per il dettaglio e la qualità generale ma soprattutto per l'assenza di qualsiasi tipo di problema sulla fase del segnale che, con il collegamento RGB ci ha dato qualche grattacapo.

Il punto di forza di questo Black Box è proprio l'uscita component che è statisticamente molto più ben digerita quando trasporta segnali 1080i. Gli ingressi RGB dei display e videoproiettori molto spesso riproducono perfettamente solo segnali VESA standard: se non si dispone di un buon controllo sui valori del segnale si rischia di non poter riprodurre correttamente il segnale.

Pagina 6 - Conclusioni

Il Black Box che ci è stato consegnato da Pick Up High Fidelity di Palermo ha mantenuto tutte le promesse. La decodifica dei segnali HDMI avviene senza alcun problema e la qualità dei segnali video analogici generati dal prodotto sono di buona qualità, specialmente quando si sceglie il segnale video di tipo component.

Disponendo di un display con ingresso HDMI la qualità delle immagini della sorgente video ad alta definizione è comunque superiore rispetto al risultato della conversione operata dal Black Box. D'altra parte, chi ha un display o un videoproiettore sprovvisto di ingresso HDMI o DVI compatibili HDCP potrà trovare in questo prodotto un valido strumento per poter accedere ai segnali ad alta definizione.

Il Black Box ha un prezzo di listino di 299,00 Euro IVA inclusa, compreso degli accessori descritti in questo articolo. Il prodotto può essere ordinato direttamente nel punto vendita Pick Up Hi-Fi di Palermo dove un personale altamente competente sarà in grado anche di verificare l'esistenza di eventuali incompatibilità con display o proiettori posseduti.

Per maggiori informazioni: 

Pick-Up Hi Fidelity
via Catania, 16 Palermo
Tel 091.6259164
www.pickuphifi.it