AV Magazine - Logo
Stampa
Mi Laser projector 150
Mi Laser projector 150
Emidio Frattaroli - 27 Marzo 2019
“Il proiettore a tiro ultra-corto di Xiaomi, un DLP con tecnologia laser, accetta segnali a risoluzione UHD 4K, anche di tipo HDR, equipaggiato con Android TV 8.1 ed caratterizzato da un rapporto prezzo/prestazioni molto elevato”
Pagina 1 - Introduzione e caratteristiche


- click per ingrandire -

Disponibile già dallo scorso anno, il Mi Laser Projector di Xiaomi è un prodotto molto speciale caratterizzato da elementi esclusivi, soprattutto in relazione al prezzo. Il videoproiettore utilizza la tecnologia DLP a singolo chip con risoluzione nativa full HD, ha un sistema ottico ibrido, con lenti e specchio, con rapporto di tiro estremamente ridotto, pari a 0.233:1 ed è in grado quindi di proiettare un'immagine da 100" da una distanza tra obiettivo e schermo di circa 50 centimetri.


- click per ingrandire -

Il flusso luminoso è generato da un sistema ibrido a stato solido con laser blu e fosfori gialli ed è accreditato di una durata di 25.000 ore, dopo le quali - generalmente - il flusso luminoso è ormai dimezzato. Tra le altre caratteristiche segnaliamo il rapporto di contrasto nativo pari a 3.000:1, una soundbar integrata con altoparlanti a due vie e un completo set-top-box con sistema operativo Android 8.1. Inoltre, benché la risoluzione nativa sia full HD, il proiettore accetta segnali video a risoluzione UHD 4K anche con HDR, lasciando il compito di convertire risoluzione e gamma dinamica all'elettronica.

 
- click per ingrandire -

Il flusso luminoso dichiarato è di ben 5.000 lumen, tanti quanti sono quelli a disposizione nel proiettore Sony VPL-VW5000ES, dal costo più di trenta volte superiore. Qualcosa non torna, ancor più che, sempre sul sito del produttore, si leggono tre cose ben precise:

1- “Mi Laser Projector offre una luminosità fino a 5000 lumen”;
2- “Raggiunge 15-18 fL*, paragonabile agli standard cinematografici”;
3- “fL è lo standard cinematografico cinese per misurare la luminosità”.

Nel sito Mi.com statunitense viene anche dichiarato il flusso luminoso ANSI di 1.600 lumen. Mi permetto di aggiungere un paio di cose, ovvero che fL che sta per foot-lambert, non è uno standard cinese di misura bensì l'unità di misura statunitense della luminanza, ovvero la quantità di luce emessa o diffusa da una superficie; nel sistema internazionale, viene identificata dal NIT, alias candele su metro quadrato.

 
- click per ingrandire -

Se il Mi Laser Projector fosse in grado di tirar fuori 5.000 lumen, proiettando su uno schermo a guadagno unitario sarebbe in grado di generare una luminanza compresa tra 264 fL per schermi da 80” e 75 fL per schermi da 150”. Se volessimo prendere per buono il flusso luminoso ANSI dichiarato sul sito americano, pari a 1.600 lumen, i fL sarebbero compresi tra 84 e 24, ancora troppi rispetto a quanto dichiarato rispetto alla luminanza di 15-18 fL. Per approfondire sulle grandezze fotometriche sul rapporto tra luminanza, illuminanza e flusso luminoso, vi consiglio la lettura di una semplice guida disponibile a questo indirizzo.


- click per ingrandire -

Come potrete leggere nella pagina delle misure e nelle conclusioni, il flusso luminoso reale del proiettore è decisamente più contenuto e probabilmente i 5.000 lumen si riferiscono al flusso luminoso del sistema d'illuminamento, prima che questo arrivi al motore DLP e all'obiettivo. Al di là della discrepanza tra i dati dichiarati e quelli rilevati, vi anticipo che il Mi Laser Projector è un prodotto da prendere molto seriamente, al pari degli smartphone che stanno stravolgendo il mercato, almeno per la modifica degli standard fin qui utilizzati nella formazione di quel parametro tanto soggettivo quanto importante che è il rapporto qualità prezzo.


- click per ingrandire -

Caratteristiche dichiarate

Tecnologia: DMD da 0,47"
Risoluzione nativa: Full HD 1920 x 1080
Sorgente luminosa: ALPD 3.0
Luminosità della sorgente luminosa: 5000 lumens
Uniformità luminosità: JBMA > 80%
Gamut colori: NTSC 80% ~ 85%
Rapporto di contrasto al centro: 2500:1 ~ 3500:1
Bilanciamento del bianco: Standard, freddo, caldo
Obiettivo: trow-ratio 0,233:1 con fuoco motorizzato
Dimensione schermo: 80 - 150 pollici
SoC: CPUT962X Cortex-A53 4-core 1.5GHz/64bit
RAM: DDR4 2GB
Archiviazione: eMMC 16GB
Sistema operativo: Android 8.1
Wi-Fi: Dual-band 2.4 / 5GHz
Bluetooth: 4.0 / BLE a bassa potenza
Supporto HDR e 4K: 4K + HDR10
Geometria: correzione trapezoidale a 4 e 8 punti
Altoparlanti: stereo 2 vie (totale 4 altiparlanti)
Telecomando: Bluetooth, voce, tocco
Porte: Ethernet x1, lettore microSD x1, S/PDIF x1
Porte HDMI:2.0 ARC x1
Uscite audio: S/PDIF 1x, coax 1x
Rumore con temp abiente di 25°C: <32 dB
Specifiche elettriche
Consumo max: 250W
Consumo in standby: < 0.5W
Efficienza energ: livello C
Dimensioni: 410×291×88 mm
Peso: 7.0 kg

Elenco completo: www.mi.com/it/mi-laser-projector-150

 

Pagina 2 - Installazione, menu e calibrazione


- click per ingrandire -

L'installazione è un'operazione abbastanza semplice sebbene non così banale. Una volta collegato il proiettore alla presa di corrente deve essere sistemato su un piano, in modo che ci siano almeno 5 cm tra il lato con gli ingressi video e la superficie di proiezione, in modo da lasciare il giusto spazio per i vari cavi che saranno collegati. In queste condizioni l'obiettivo, sistemato dalla parte “opposta” del telaio, sarà quasi a 45cm dalla superficie di proiezione e sarà quindi in grado di proiettare una immagine da quasi 2 metri di base, ben luminosa e visibile anche se l'ambiente non è perfettamente oscurato.

 
- click per ingrandire -

Le prime indicazioni a schermo invitano al pairing con il pratico telecomando e alla verifica di alcuni parametri meccanici ed elettronici, come la messa a fuoco e il controllo di eventuali distorsioni geometriche, queste ultime da correggere con il “keystone” (il controllo della distorsione a trapezio) fino ad 8 punti di intervento. Le operazioni di taratura della geometria sono guidate e molto efficaci.

 
- click per ingrandire -

In meno di 5 minuti si arriva alla messa in opera del proiettore con risultati davvero molto buoni. Approfitto per ricordare che sistemare il proiettore perfettamente in piano e perfettamente parallelo alla superficie di proiezione, evita di modificare il keystone che altrimenti, visto che è basato sullo scaling dell'immagine, potrebbe generare artefatti visibili e limitare la risoluzione.

  
- click per ingrandire -

Il menu immagine è molto semplice, prevede parecchie impostazioni predefinite, tre livelli di potenza del sistema di illuminamento e tre diverse impostazioni per il bilanciamento del bianco. Se vengono riprodotti contenuti HDR, verranno attivate altre impostazioni predefinite con cui sarà possibile modificare anche alcuni parametri delle immagini non disponibili quando il segnale è con gamma dinamica standard. Purtroppo con la revisione del firmware a cui abbiamo avuto accesso, non era possibile né il bilanciamento del bianco, né la calibrazione dei colori primari e secondari.


- click per ingrandire -

Il menu “smart” prevede l'accesso alle applicazioni installate dove troviamo ad esempio Netflix ma non Amazon Prime Video. Per la cronaca, i contenuti di Netflix vengono riprodotti a risoluzione full HD e in SDR. La navigazione e l'accesso alle applicazioni è veloce e suggerisce un buon equilibrio tra potenza del SoC a disposizione e ottimizzazione delle risorse.

 

Pagina 3 - Misure, visione e conclusioni


-Un'immagine della sala presso del punto vendita Buscemi dedicata alla videoproiezione
- click per ingrandire -

Sebbene Xiaomi sia già presente sul territorio italiano con quattro punti vendita, tra Bergamo, Venezia e Milano, tutti concentrati in Lombardia,  sembra non siano ancora organizzati per il test su prodotti che non siano smartphone, quindi non è stato possibile spedire il Mi Laser Projector presso il nostro laboratorio. Visto che era possibile avere in "prestito" il proiettore al massimo per qualche ora, ho chiesto ospitalità al punto vendita HiFi Buscemi di corso Magenta a Milano, in particolare a Mauro Sbronzeri che non finirò mai di ringraziare. Ho sfruttato fino all'ultimo minuto per analizzare le varie impostazioni predefinite e anche per verificare flusso luminoso e rapporto di contrasto. 

 
- click per ingrandire -

Inizio col dire che delle varie modalità predefinite, soltanto quella "user" permette di modificare alcuni parametri, mentre tutte le altre presentano varie combinazioni di luminosità, contrasto, saturazione, e potenza del flusso luminoso. Di quelle predefinite, la migliore come qualità del gamma, colori e prestazioni generali è quella "cinema" ed è qui in alto a sinistra come curva del gamma, affiancata a quella standard. Il flusso luminoso delle impostazioni "cinema" è di circa 920 lumen, più che sufficienti per riempire schermi fino a 130" ed oltre. Per chi fosse interessato alla riproduzione dei contenuti HDR, consiglio di non andare oltre i 110" di diagonale.

 
- click per ingrandire -

Selezionando le impostazioni "cinema", il bilanciamento del bianco viene impostato su "caldo", con buone prestazioni generali e una eccellente costanza delle proporzioni tra le tre componenti su tutta la scala dei grigi. Permane una sensibile predominanza del blu ma è pienamente accettabile. Purtroppo non è possibile calibrare le singole componenti: nella modalità user ci si limita solo a selezionare il bilanciamento del bianco. Possiamo solo augurarci che in futuro venga aggiunta la possibilità di calibrare le singole componenti RGB. 

 
- click per ingrandire -

La riproduzione dei colori è condizionata ovviamente dal bilanciamento del bianco. Per questo motivo, anche con le impostazioni "cinema" e il bilanciamento del bianco più "caldo", il rosso soffre di una leggera tendenza alla desaturazione, il blu ad una leggera sovra-saturazione, mentre per i colori complementari c'è anche qualche errore di tinta per il magenta e il ciano. Al di la di questo però le prestazioni generali sono piu che dignitose, con un ottimo rapporto di luminanza tra colori e livello del bianco. Con le impostazioni standard, quindi con bilanciamento del bianco ancora più "freddo", la qualità della riproduzione dei colori è insufficiente, con deviazioni importanti sia per la tinta che per la saturazione.

Visione e conclusioni

Con il proiettore sistemato a meno di 10 centimetri dallo schermo, quindi con l'obiettivo quasi a mezzo metro di distanza, ho illuminato lo schermo nella saletta di HiFi Buscemi per un'area di circa 100", con un livello di luminanza già ben superiore a 100 NIT, quindi più che adeguato a riprodurre anche contenuti in HDR. Durante un veloce controllo con materiale full HD televisivo di tipo sportivo, quindi con segnale 1080i 50Hz, ho notato un buon risultato dei filtri di de-interlacciamento ed una discreta fluidità, con artefatti scarsamente apprezzabili, il che suggerisce che le immagini con scansione a 50Hz siano ben riprodotte.

La potenza luminosa è sovrabbondante per proiezioni al buio e più che sufficiente anche quando nell'ambiente ci fossero delle sorgenti luminose. Il test con contenuti cinema 24p, sia in 4K che in full HD, mi ha permesso di apprezzare prima di tutto un rapporto di contrasto molto buono, aiutato sicuramente da una leggera modulazione del sistema d'illuminamento che è velocissimo. La correttezza cromatica è sicuramente migliorabile ma attualmente solo con un processore/LUT esterna, ad esempio con una LUT box oppure con un HTPC. Nonostante tutto gli incarnati sono ancora credibili e gli errori di tinta e saturazione dei colori "caldi" (tra giallo e magenta) possono essere perdonati. 


- click per ingrandire -

Il dettaglio è buono, meno invece la risoluzione, limitata forse da un leggero "filtro" che non sono riuscito a disabilitare, come se venisse effettuato un leggero ricampionamento dell'immagine. Ricampionamento che invece, controllando con molta attenzione, non c'è. Grazie alla qualità d'immagine più che dignitosa, semplicità d'installazione e versatilità di utilizzo, il Mi Laser Projector 150 mi ha pienamente convinto. Non è certo un prodotto dedicato agli appassionati di proiezione della prima ora. D'altra parte, può essere un'alternativa più che valida quando c'è bisogno di uno schermo grande ma - per tanti motivi - non si è pronti per installare un proiettore tradizionale.

Il Mi Laser Projector 150 si comporta in questo senso quasi come un televisore, la sua installazione è alla portata di tutti, può rimanere accesso praticamente H24 grazie al sistema d'illuminamento ibrido con laser e fosfori, ed è in grado di sonorizzare ambienti anche di medie dimensioni, grazie ad un comparto audio sorprendente, per equilibrio e potenza, almeno rispetto ad un televisore tradizionale, seppure di fascia alta. Il Mi Laser Projector 150 può essere acquistato presso il sito ufficiale ad un prezzo di 1.949 Euro, IVA e spedizione inclusa. Il proiettore è disponibile anche su Amazon a 1.772 Euro IVA inclusa.

La pagella secondo Emidio Frattaroli: voto finale 7,6

Costruzione 8,0
Versatilità 9,0
Menu e taratura 6,0
Prestazioni video 7,0
Rapporto Q/P 8,0

Per maggiori info: www.mi.com/it/mi-laser-projector-150