Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sony VPL-VW1100ES 4K con HDMI 2.0

di Nicola Zucchini Buriani, pubblicata il 27 Settembre 2013, all 09:07 nel canale PROIETTORI

“Il marchio giapponese presenta la versione aggiornata del suo primo proiettore 4K "casalingo", sempre basato su matrici SXRD e risoluzione 4K, ma con la novità degli ingressi HDMI aggiornati ad una parte delle nuove specifiche 2.0, con supporto fino a cadenze 50/60 fps”

Sony ha annunciato l'arrivo di un nuovo proiettore 4K, il VPL-VW1100ES. Questo prodotto è un aggiornamento del VW1000, il primo proiettore 4K consumer introdotto due anni fa dal marchio giapponese. Le specifiche sono infatti estremamente simili: ritroviamo sempre tre matrici SXRD da 0,74” con risoluzione di 4096 x 2160 pixel, una luminosità di 2000 ANSI lumen e lo stesso rapporto di contrasto (dinamico), 1.000.000:1. Le altre specifiche includono la presenza dell'Advanced Iris3 (diaframma automatico), uno zoom motorizzato 2,1x e un lens-shift, sempre motorizzato, con un'escursione che dovrebbe essere leggermente maggiore, e per la precisione pari a +/- 86% in verticale e +/- 31% in orizzontale. Come per il VPL-VW500ES - l'altra macchina 4K annunciata qualche settimana fa all'IFA (vedi news) - è presente il supporto allo spazio colore xvYCC, in modo da poter sfruttare tutte le peculiarità dei Blu-ray "Mastered in 4K" e, ovviamente, non manca nemmeno l'apprezzata tecnologia Reality Creation. Le novità sono sostanzialmente due: anzitutto è possibile utilizzare un emettitore RF opzionale, lo stesso che può essere impiegato anche con l'HD55ES (il modello è TMR-RF1). Il secondo cambiamento, nonché il più importante, è la compatibilità con parte delle specifiche HDMI 2.0, che permetteranno al VW1100ES di supporta i segnali 4K fino a 60 fotogrammi al secondo, con codifica colore in 4:2:0 a 8bit. Il prezzo è fissato, per gli USA, a 27.999 dollari. Restiamo in attesa di annunci riguardanti il prezzo di listino in Italia.

I possessori del VPL-VW1000ES non devono però sentirsi abbandonati: negli USA partirà a breve un servizio denominato "premium activation service package", che offrirà una visita a domicilio con installazione del player 4K FMP-X1, un tablet Xperia Z come sistema di controllo, una lampada sostitutiva e soprattutto un aggiornamento hardware del proiettore, che lo renderà compatibile con le sorgenti 4K fino a 60fps. Il servizio partirà a ottobre: siamo in attesa di conoscere costi e disponibilità per l'Italia.

Per maggiori informazioni: comunicato stampa (in inglese)

Fonte: Sony



Commenti (26)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: francis pubblicato il 27 Settembre 2013, 09:38
E' un upgrade che praticamente renderebbe il 1000 eguale al nuovo 1100, per la sostituzione della scheda madre.

Un estratto del post del Sony rep che posta su AVS.

Because many of you have VPL-VW1000ES projectors and because I teased you earlier, I wanted to address the update of this great projector and what we are telling people here. We did add some features to the VPL-VW1100ES that the VPL-VW1000ES didn’t have. Since you are an early adopter and are our advocates, if you purchase our update we are going to actually swap out the complete mother board and effectively take your VPL-VW1000ES and turn it into a VPL-VW1100ES. In fact, after the update if you go into the menu, I believe it will say that you now have the VW1100ES. We wanted to make sure early adopters felt taken care of. That was very important to us.
Because there are many variables in each installation we feel our dealers might be better able to deal with the installation issues of putting a 4K Media player into your system than selling direct to customers. That being said, we can’t quote you a price as your installer will have to do that but we have not raised our dealer price from what I originally told you. Please make sure to order this update before March 31st as this is a limited time we can support doing these updates.

Source

Al momento, dato il silenzio di Sony a riguardo e salvo dichiarazioni successive, non sembra peraltro che Sony si sia sforzata granchè sul nuovo Top di gamma, che potrebbe mancare ad esempio di un CMS completo, come quello presente sul modello VW500ES.
Commento # 2 di: sasadf pubblicato il 27 Settembre 2013, 11:50
IO non lo comprerei mai!!

Sappiamo bene cosa vuole dire quel una parte delle nuove specifiche 2.0, con supporto fino a cadenze 50/60 fps”.

IL trucchetto della Sony insomma non è ancora HDMI 2.0 compliant....

E io per una cosa che è praticamente castrata vado a cacciare 28 mila dollari?!?!

Ma questi si credono di avere a che fare con dei
Invece rischia che se li ritrovano davvero così i clienti che scopriranno che lo stesso prodotto, ad un terzo del prezzo attuale l'anno prossimo uscirà bello che pronto...

Scaffale per il prezzo e per il nonsenso.
Considerando poi che il 500 Es ha anche delle cosuccie in più, è più piccolino e costa meno della metà....

Sony sembra volere tenere un piede in due scarpe, anche se sa che quella più comoda è la piccolina, anche se sa che quella più grossa e costosa ha dato a quel piede tante soddisfazioni....

walk on
sasadf
Commento # 3 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 27 Settembre 2013, 13:06
Originariamente inviato da: francis;3979287
E' un upgrade che praticamente renderebbe il 1000 eguale al nuovo 1100, per la sostituzione della scheda madre.



... potrebbe mancare ad esempio di un CMS completo, come quello presente sul modello VW500ES......[CUT]
in realtà il CMS nel 1000 c'è già, ma è accessibile solo da computer e con alcune limitazioni per l'utilizzatore consumer.

X il talebano sasadf: aspetta i primi test o, se non ti fidi, vieni ai primi shoot-out per capire quale sia il vero gap tra le due macchine.

La compatibilità di Sony (e JVC) con il 4K 60p, 4:2:0 e 8 bit è un falso problema. Sei così certo che tra due anni, quando arriverà il Blu-ray Disc 4K (o come diavolo si chiamerà sarà a 12 bit per componente, 4:2:2 e 60p? E i nuovi decoder U-HDTV? Anche questi 12 bit 4:2:2? Io credo che alla fine, tutto sarà 4:2:0 e 8 bit, esattamente come i Blu-ray e la TV digitale attuali.

Perché va bene l'efficienza dell'HEVC ma risparmiare un po' di spazio rinunciando a bit e component 4:2:2 credo che lo faranno ancora una volta. Spero di sbagliarmi.

Emidio
Commento # 4 di: Microfast pubblicato il 27 Settembre 2013, 13:59
E penso anche che sia una questione di praticità.

Un quesito: se i vecchi chip HDMI possono essere riconvertiti per l'utilizzo in l'HDMI 2.0 draft, mi chiedo se questi chip vecchi siano in grado di funzionare solo con l'HDCP vecchio oppure già quello nuovo rinforzato o se per questo servano invece necessariamente i nuovi chip del vero hdmi 2.0?

Saluti
Marco
Commento # 5 di: luca156a.r pubblicato il 27 Settembre 2013, 16:16
Secondo me non avete centrato il punto. Sasà per primo.
Sony non ha fatto uscire un altro proiettore un pochino meglio del 1000 per vendere alla massa. L'ha fatto per vendere a chi due anni fa poteva spendere 20.000€ per il top-del-top-del-top. Quel cliente (che così come ne ha spesi 20, ne può spendere anche 23/24) vuole ancora il top, ma appena uscito. Non se lo compra un lettore di due anni fa, si compra quello fresco di fabbrica. Anche se non è affatto futureproof (e del resto il 1000 lo era ancora meno, eppure ha venduto lo stesso).

Aggiungerei che il 1100 è uscito chiarire che JVC non ci si è nemmeno avvicinata alla tecnologia raggiunta da sony. Uscendo con un nuovo prodotto che costa di più, anche se solo un pochino meglio di quello prima, questa cosa è stata chiarita eccome. Chi vuole il massimo per principio JVC nemmeno la considera.

Se cerchiamo di capire le dinamiche del mercato superlusso ragionando come consumatori mortali, le scelte dei produttori rimarranno sempre oscure ed incomprensibili.

Poi certo, posso anche aver detto un mare di puttanate. Mica sono l'AD di sony io.
Commento # 6 di: alpy pubblicato il 27 Settembre 2013, 20:45
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli;3979515
Sei così certo che tra due anni, quando arriverà il Blu-ray Disc 4K (o come diavolo si chiamerà sarà a 12 bit per componente, 4:2:2 e 60p?[CUT]


Emidio, vuoi dire che passerà così tanto tempo fino all'uscita di un BD 4K (se mai ci sarà davvero)?
Commento # 7 di: AlbertoPN pubblicato il 27 Settembre 2013, 20:49
Originariamente inviato da: luca156a.r;3979750
Aggiungerei che il 1100 è uscito chiarire che JVC non ci si è nemmeno avvicinata alla tecnologia raggiunta da sony. Uscendo con un nuovo prodotto che costa di più, anche se solo un pochino meglio di quello prima, questa cosa è stata chiarita eccome. Chi vuole il massimo per principio JVC nemmeno la considera.

Se cerchiamo di capire le dinamiche del mercato superlusso ragionando come consumatori mortali, le scelte dei produttori rimarranno sempre oscure ed incomprensibili.


L'ultima frase Luca la quoto volentieri, infondo sono anni che ragiono senza considerare il mio portafoglio o i miei desiderata, ma solo di accondiscendere le richieste dei clienti e consigliarli sul top che esiste sul mercato (non solo video).

In questa ottica chi vuole il massimo per principio non considera neppure Sony.
Commento # 8 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 28 Settembre 2013, 09:57
Originariamente inviato da: Microfast;3979564
E penso anche che sia una questione di praticità.

Un quesito: se i vecchi chip HDMI possono essere riconvertiti per l'utilizzo in l'HDMI 2.0 draft,..[CUT]
Attenzione: i vecchi LSI NON POSSONO essere ricorvertiti. Soltanto un tipo di LSI di Sony è evidentemente riprogrammabile, come quello - ad esempio - che fu inserito nella PS3 (un chip di parecchi anni fa, eppure...) oppure quelli nei TV 4K 65 e 55 di Sony. Ad esempio, non credo che i chip nei TV Hisense 50 e 4K da 1.500 Euro possa essere riprogrammato. Per quanto riguarda il nuovo HDCP dovremo solo aspettare qualche chiarimento ufficiale.

Emidio
Commento # 9 di: guest_70475 pubblicato il 28 Settembre 2013, 10:23
Infatti sony rilascia l'aggiornamento del sony 1000 con cambio hardware, rendendo il 1000 praticamente un 1100. Salvaguardando così l'investimento dei suoi clienti che da poco tempo hanno speso i soldi per il 1000 e si troverebbero con una macchina già obsoleta.
E' da capire bene la questione del media server se verrà integrato anche da noi in Italia, sarebbe un plus non indifferente. Certo l'upgrade non è indolore in termini economici, ma chi ha speso cifre molto alte, non si fa certo spaventare da questo extra, tenendo conto che si può anche lasciare la macchina così e poi fare l'upgrade quando ci sarà materiale 4k.
Commento # 10 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 28 Settembre 2013, 10:26
Originariamente inviato da: luca156a.r;3979750
... JVC non ci si è nemmeno avvicinata alla tecnologia raggiunta da sony. Uscendo con un nuovo prodotto che costa di più, anche se solo un pochino meglio di quello prima, questa cosa è stata chiarita eccome. Chi vuole il massimo per principio JVC nemmeno la considera....[CUT]
Alberto, ironicamente, ti ha già risposto:
Originariamente inviato da: Alberto Pilot;3979997
... In questa ottica chi vuole il massimo per principio non considera neppure Sony.


Anche perché, il massimo per principio ora lo produce solo JVC.

Si tratta del primo proiettore 8K sul mercato, con matrici native da 10 megapixel e meccanismo e-shift che scala tutto a 8K (circa 40 megapixel virtuali) e viene utilizzato da un paio di anni nelle dimostrazioni 8K a cura della NHK (la TV di stato giapponese) nelle sue dimostrazioni a risoluzione 8K in giro per il mondo. Ora è possibile anche acquistarlo. Costa circa 160.000 Euro più IVA, ottica esclusa. Disponibile anche senza e-shif, quindi solo nativo 4K x 2,4K a qualche decina di migliaia di euro in meno.

Aggiungo solo qualche considerazione. Il prodotto entry 4K di Sony costerà 9.900 Euro (non un euro di meno). Il modello entry di JVC costerà - probabilmente - circa 4.600 Euro.

Con molta probabilità, il Sony vincerà sulla risoluzione mentre il JVC vincerà sulla profondità e tridimensionalità d'immagine, grazie ad un rapporto di contrasto nativo che ha dell'incredibile. E comunque, ai voglia a test, dimostrazioni e shooot-out... Vogliamo già decidere ora, in base solo alle caratteristiche tecniche, senza neanche verificare con gli occhi quale sia il risultato, al netto del costo delle macchine e del software disponibile da qui a due anni?

Emidio
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »