Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Nuovo DLP 720p HD5 diamond pattern

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 06 Gennaio 2006, all 08:11 nel canale PROIETTORI

“Da quest'anno la stragrande maggioranza dei retroproiettori DLP a risoluzione 720p utilizzerà il nuovo chip HD5 a risoluzione dimezzata con la stessa tecnologia impiegata per i 1080p”

Las Vegas, 5 Gennaio 2005. Era dallo scorso settembre che, dopo aver osservato da vicino un nuovo prototipo di retroproiettore Samsung all'IFA, avevamo capito il destino dei retroproiettori DLP con risoluzione 1280x720 punti. Come già successo per i retroproiettori 1080p, Texas ha scelto di dimezzare il numero di pixel per poi raddoppiarli per mezzo dell'interlacciamento.

I microspecchi sulla superficie dei nuovi DMD HD5 - utilizzati solo nei retroproiettori - sono disposti in maniera nettamente diversa rispetto a quella normalmente utilizzata per i prodotti che sono già presenti sul mercato. I pixel sono disposti in diagonale, ruotati in pratica di 45° rispetto all'asse tradizionale.


Struttura di un DMD tradizionale (a sinistra) e del nuovo HD5 (destra)

La risoluzione fisica del DMD è quindi esattamente la metà rispetto a quella dei DMD tradizionali: 640x720 punti contro quella tradizionale di 1280x720. Se non ci credete, provate voi stessi a contare uno ad uno i singoli pixel presenti nei due schemi poco più in alto. 

L'immagine da 1280x720 punti viene suddivisa in due semiquadri da 720 linee orizzontali e con 640 linee verticali: il primo con quelle dispari ed il secondo con quelle pari. Uno specchio posto lungo il percorso luminoso a valle del DMD, rende possibile il movimento di mezzo pixel in senso orizzontale, perfettamente sincronizzato con l'incedere dei vari fotogrammi, interlacciando l'immagine in senso verticale.


Particolari catturati dal retroproiettore Toshiba 56HMX96 a risoluzione 720p
- click per ingrandire -

A quattro mesi di distanza, la produzione del nuovo DMD è già a pieno regime ed è lecito attendersi che tutti i nuovi retroproiettori con risoluzione 720p utilizzeranno questo nuovo tipo di motore DLP  che permette risparmi sostanziosi soprattutto a carico degli obiettivi. E' molto strano che non ci sia traccia in alcun comunicato dell'adozione di questo nuovo chip in luogo dei "vecchi" HD2 e HD2+ (magari anche Dark Chip3). Anche perché le differenze sono davvero notevoli e non certo a vantaggio della qualità per questo nuovo chip.

Sinceramente continuiamo a non capire la reticenza della Texas Instruments che non rende disponibili  roadmap e caratteristiche tecniche dei nuovi DMD. Il nuovo DMD HD5 non fa eccezione. Le considerazioni tecniche che avete appena letto sono soltanto frutto del ragionamento, delle immagini catturate durante quest'ultimo CES e di alcune dichiarazioni rubate allo stand Toshiba ed alcune ammissioni allo stand Texas Instruments.

Per maggiori informazioni: www.avmagazine.it/articoli/videoproiettori/29/index.html

 



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: sasadf pubblicato il 06 Gennaio 2006, 12:52
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli
E' molto strano che non ci sia traccia in alcun comunicato dell'adozione di questo nuovo chip in luogo dei vecchi HD2 e HD2+ (magari anche Dark Chip3). Anche perché le differenze sono davvero notevoli e non certo a vantaggio della qualità per questo nuovo chip.



Temo che ti sei Marzullianamente fatto la domanda e dato la risposta da solo!!!

Appena arrivano in Italia questi 720p dimezzati vedrai che oltre al silenzio rispetto alla loro dimezzata definizione, se ne decanteranno le lodi (Chissà perchè ma a noi italici ci crdono un pò fessi, e visti alcuni dati di vendita, a volte temo abbiano ragione.. )

walk on
sasadf