Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Nuovo chip SXRD da Sony

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 05 Aprile 2007, all 14:24 nel canale PROIETTORI

“Sony annuncia un nuovo processore SXRD per i propri proiettori e retroproiettori con tempi di risposta dei cristalli di appena 2,5ms e un frame rate che sale a 240Hz”

La multinazionale aggiorna il proprio chip a tecnologia riflessiva SXRD (Silicon X-tal Reflective Display) con un nuovo modello da 0,61 pollici sempre Full HD (2.070.000 pixel). Il nuovo microdisplay è stato, inoltre, migliorato nella risposta di rotazione dei cristalli scesa a 2,5ms e nella velocità di frame rate del drive a cristalli liquidi passata dagli attuali 120Hz a 240Hz. I vantaggi dovrebbero teoricamente tradursi nell'eliminazione dei problemi di motion blur e jittering che affliggono solitamente le tecnologie LCD (e i suoi derivati).

Con questo nuovo modello, lo spazio tra i pixel è stato ridotto ad appena 0,35 micron, mentre il rapporto di contrasto dichiarato (esclusa ovviamente l'ottica) è di 5000:1 e i primi apparecchi ad utilizzare il nuovo SXRD dovrebbe apparire sul mercato entro la fine del 2007 o l'inizio del 2008.

Fonte: Sony Japan



Commenti (29)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Guido G. pubblicato il 05 Aprile 2007, 15:12
Ciao,non essendo molto afferrato vorrei capire la distanza dei pixel di questo new processore sony e reale?Si afferma che tale distanza e di soli 0,35 millimcricons mentre il processore del jvc hd1 ha come distanza di pixel solo 23 micron cioè 1500 volte maggiore del nuovo modello sony.Mi spiegate questo arcano non essendo afferato fino a questo punto?
Commento # 2 di: francis pubblicato il 05 Aprile 2007, 15:15
Si, ma mi pare che siano più piccole delle precedenti.
Cosa erano 0.78 quelle di prima?

Se il nativo di prima era 3000:1, passerebbe a 5000:1.

Niente di trascendentale, mi sembra.

P.S.
Ma non è che poi più scendono le dimensioni e più difficilmente l'ottica risolve l'immagine nei suoi particolari?

P.s.
Che poi il nativo del Pearl è 5000:1, per cui non riesco a capire dove sarebbe l'effettivo progresso oltre che nel tempo di risposta e nella distanza dei pixel.

E' anche possibile che il sostituto del Pearl non si riveli niente di particolarmente impressionante.
Commento # 3 di: maurice74 pubblicato il 05 Aprile 2007, 15:41
scusate, ma 0,35 millimicrons sarebbero 0,35 nanometri cioè 3 atomi di idrogeno e mezzo (e scusate se sono un fisico) cioè è impossibile.
sulla questione delle dimensioni, pixel più piccoli = più rumore, infatti nelle reflex digitali i pizel sono mediamente più grandi che nelle compatte. L'ideale sarebbe tanti pixel e grandi, ma ovviamente ci vuole più silicio e quindi....costano!
Commento # 4 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 05 Aprile 2007, 15:48
Originariamente inviato da: Guido G.
Ciao,non essendo molto afferrato vorrei capire la distanza dei pixel di questo new processore sony e reale?Si afferma che tale distanza e di soli 0,35 millimcricons


Scusate, millimicron è ovviamente un refuso....si parla di 0,35 micron!!!
Come dice giustamente Maurice, sarebbe impossibile!

Per quanto riguarda la difficoltà nel risolvere l'immagine, ha già risposto correttamente Maurice!

Ma la notizia secondo me riguarda soprattutto la risposta di rotazione dei cristalli scesa a 2,5ms e la velocità di frame rate del drive a cristalli liquidi passata a 240Hz! ....vedremo tutto ciò come si tradurrà nella pratica...sperem!

Ciao! Gianluca
Commento # 5 di: francis pubblicato il 05 Aprile 2007, 15:51
Originariamente inviato da: maurice74
sulla questione delle dimensioni, pixel più piccoli = più rumore, infatti nelle reflex digitali i pizel sono mediamente più grandi che nelle compatte. L'ideale sarebbe tanti pixel e grandi, ma ovviamente ci vuole più silicio e quindi....costano!


Infatti mi ricordo una prova di DVHT di un Fujitsu che aveva matrici di 1.3 se non sbaglio, praticamente più del doppio di questo.
Era però leggermente caro.

ciao
francis
Commento # 6 di: francis pubblicato il 05 Aprile 2007, 15:53
Originariamente inviato da: Gian Luca Di Felice
Ma la notizia secondo me riguarda soprattutto la risposta di rotazione dei cristalli scesa a 2,5ms e la velocità di frame rate del drive a cristalli liquidi passata a 240Hz! ....vedremo tutto ciò come si tradurrà nella pratica...sperem!


Si...ma il contrasto non è il solito di prima?

ciao
francis
Commento # 7 di: AlbertoPN pubblicato il 05 Aprile 2007, 16:02
Originariamente inviato da: maurice74
L'ideale sarebbe tanti pixel e grandi, ma ovviamente ci vuole più silicio e quindi....costano!


Oltre che per una questione di rumore (dato che oltretutto nelle macchine fotografiche il chip serve al contrario rispetto a quello che serve in un VPR), più che altro è una questione di ottiche e di allineamento delle matrici.

Più la funzione di trasferimento di un'ottica è prestante nel lasciarsi attraversare da un tot di linee/mm senza addurre aberrazioni, tanto più costa il pezzo di vetro. E tanto più piccolo è il pixel, tanto maggiore sarà l'errore di convergenza che la macchina mostrerà a schermo, che guarda caso è definito in numero di pixel .

mandi !

Alberto
Commento # 8 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 05 Aprile 2007, 16:10
Originariamente inviato da: francis
Si...ma il contrasto non è il solito di prima?


Il precedente SXRD (ovvero l'attuale!) era da 0,78 e il rapporto di contrasto dichiarato era di 3000:1

Ciao! Gianluca
Commento # 9 di: AlbertoPN pubblicato il 05 Aprile 2007, 16:17
Originariamente inviato da: francis
Si...ma il contrasto non è il solito di prima?


Beh ma Francis considera che il CR non è solo funzione della diagonale del chip .. ma di tanti altri fattori .

Mandi !

Alberto
Commento # 10 di: maurice74 pubblicato il 05 Aprile 2007, 16:33
forse si sta facendo un po' di confusione...
una cosa è la dimensione del pixel, un'altra cosa la distanza tra pixel e pixel. La dimensione del pixel, da come la vedo io, sarebbe opportuno fosse non troppo piccola, per una questione di rumore e per una questione di linee/mm come si diceva giustamente sopra. Con pixel molto piccoli, si rischia di far diventare la matrice molto economica ma di aver bisogno di ottiche migliori, e siccome in questo campo non si può migliorare troppo a causa di fattori di prezzo, alla fine non è detto che la somma totale sia più performante. Ovviamente il discorso del refresh è interessante, e forse anche questo è aiutato dalle ridotte dimensioni dei pixel.

La distanza tra pixel e pixel, invece, è opportuno che sia il più piccola possibile, per ovvie ragioni anche di contrasto.

Comunque questi discorsi sono un po' riduttivi, perchè la qualità finale è una somma infinita di tnatissimi fattori, quindi non è detto che questo chip sia meglio o sia peggio. Dipende tutto dall'implementazione finale.

Ovviamente è solo un'opinione (mi sono chiamato in causa solo a causa del refuso....può darsi che originariamente ci fosse scritto 0.23 millimm cioè milli millimetri, che sono appunto 0.23 micron...)
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »