Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Nuovi schermi Maxivideo Theatrescreen

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 23 Maggio 2005, all 08:54 nel canale PROIETTORI

“I nuovi schermi Maxivideo Theatrescreeen, uniscono i vantaggi delle soluzioni fisse ad una nuova filosofia che propone di utilizzare lo schermo come complemento d'arredo.”

Schermo fisso oppure motorizzato? Fino ad oggi le due alternative presentavano pregi e difetti piuttosto evidenti. Lo schermo fisso su cornice offre le migliori prestazioni per quanto riguarda planarità e tensionamento: pieghe ed avvallamenti sono praticamente impossibili se l'installazione viene effettuata correttamente. D'altra parte lo schermo fisso occupa in modo permanente uno spazio ben definito sulla parete: una situazione insostenibile specialmente dalle mogli.

Gli schermi motorizzati con "cassonetto", offrono l'indubbia praticità di rendere disponibile la superficie di proiezione solo quando sia effettivamente necessario. Una volta terminata la necessità, lo schermo viene riavvolto per scomparire all'interno di una struttura che può essere anche nascosta all'interno di un contro-soffitto. Questa soluzione espone il fianco alla imperfetta planarità, ad orecchie e pieghe che, in assenza di meccanismi di tensionamento, possono limitare notevolmente la qualità della visione.

Maxivideo, azienda italiana all'avanguardia nella produzione di schermi per videoproiezione, ha annunciato una nuova linea di schermi denominati Theatrescrren che uniscono i pregi di entrambe le soluzioni, offrendo una soluzione che è anche un ottimo complemento d'arredo totalmente personalizzabile.

 


I nuovi schermi Theatrescreen Maxivideo diventano un ottimo complemento d'arredo
- click per ingrandire le immagini -

Il nuovo schermo Maxivideo è dotato di motore  elettrico inscatolato in un elegante involucro di metallo. Le finiture disponibili sono molto elevate: si va dal nero opaco al nero spazzolato, dall'antracite (canna di fucile) all'acciaio brillante. A richiesta sono previste anche finiture ancora più esclusive come quella in radica di legno.

Il perfetto tensionamento dello schermo è garantito da un nuovo meccanismo brevettato che ne rende estremamente precisa anche la planarità, indispensabile per una corretta messa a fuoco su tutta l'area di proiezione. Sul fondo è possibile inserire un' immagine stampata su lexan ad alta risoluzione che può anche essere a scelta del cliente e che sarà visibile quando lo schermo è sollevato.

Lo schermo giunto all' estensione completa si tende grazie ad un sistema che ne blocca al tempo stesso l' arrivo. Il motore elettrico viene comandato attraverso un telecomando trivalente, sia in radiofrequenza che tramite raggi infrarossi. Questa seconda modalità è molto utile poiché permette di comandare il movimento dello schermo attraverso un telecomando intelligente.


La scatola con i comandi ha dimensioni standard e contiene un meccanismo touch-screen

Sul muro può essere posizionata la scatola standard "503" che permette l'azionamento del motore con un dito in modalità touch screen. Il nuovo schermo potrà essere ordinato con parecchie opzioni differenti.

Dimensioni e prezzi di listino al pubblico IVA compresa:

Theatrescreen 70” 
dimensioni 1715x996x65 cm
peso 35 kg
prezzo € 2.320,00

Theatrescreen 90” 
dimensioni 2140x1226x65 
peso 42 kg
prezzo € 2.650,00

Theatrescreen 110” 
dimensioni 2612x1441x65 
peso 48 kg
prezzo € 2.990,00

I nuovi schermi Theatrescreen  verranno distribuiti in esclusiva da Maxivideo solo a pochi qualificati punti vendita.

Per ulteriori informazioni: www.maxivideotech.it



Commenti (16)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Highlander pubblicato il 23 Maggio 2005, 09:56
Brava Maxivideo

Che dire .... Brava Maxivideo ! Che sempre piu' si pone all'avanguardia nelle necessita' dell'utente che deve integrare una passione all'interno di un ambiente vivibile quotidianamente e multiuso.
Sicuramente con questa realizzazione, avranno palesemente utilizzato le esperienze raccolte sul campo e il know how dei clienti che nel tempo, manifestando le proprie esigenze, hanno guidato l'azienda verso scelte moderne e vincenti.
Qui, vedo che l'occhio, oltre che alla funzionalita', e' stato rivolto ad un connubbio estetico che permette l'inserimento dell'oggetto in un costesto di eleganza e di prestigio.
Sicuro di un crescente successo per l'azienda sia per le scelte tecniche che per la nota cura verso il cliente, non posso che augurare il meglio all'azienda stessa e alla sua Nuova Creatura.
Roberto Negroni
Commento # 2 di: maurocip pubblicato il 23 Maggio 2005, 09:59
High, perchè ti sei firmato stavolta????
Speri in futuri sconti dell'ottima azienda italiana....
Commento # 3 di: Highlander pubblicato il 23 Maggio 2005, 10:28
maurocip ha scritto:
High, perchè ti sei firmato stavolta????
Speri in futuri sconti dell'ottima azienda italiana....

Grazie Mauro che mi offri la possibilita' di replicare.
In primis, un commento come quello che ho fatto, va firmato non solo con un nick ma in prima persona per avvalorare e dare peso di veridicita'.

Secondo:
Sai quali e quante erano le mie esigenze in fatto di avere uno screen estremamente personalizzato !
Ebbene ... dopo una trattativa brillante e una disponibilita' squisita ad intraprendere le vie del Fuori Standard al fine di sperimentare soluzioni che Non hanno ancora implementato nella Loro catena produttiva ... Mi hanno avallato il progetto e si sono Offerti di realizzarmi lo Schermo !!
Questo .. a mio avviso, a livello di disponibilita' e professionalita' dimostra che la Maxivideo e' un'azienda, come poche, che ha capito l'importanza di certe richieste e il valore aggiunto che qualche User puo' dare alla loro catena produttiva.
Certo, e' anche un investimento da parte loro che richiede costi produttivi diversi ed e' per questo che meritano un doppio plauso.
Ora, vedendo anche le direzioni intraprese anche sugli schermi fissi, non si puo' fare a meno di notare di essere di fronte ad una azienda che ha tutte le carte in regola per porsi ai vertici del settore, sia Nazionale, che internazionale.
P.S. Avevo contattato anche la Stewart, che oltre ad essere piu' cara, non accettava alcun parametro di personalizzazione se non quelli previsti dai loro listini.

Sinceramente, da appassionato e utente esigente, poter contare su una azienda dello spessore di Maxivideo che si impegna a realizzare il Tuo sogno, Bhe ... Non ha Prezzo !
Commento # 4 di: sasadf pubblicato il 23 Maggio 2005, 11:01
per la prima volta....

.....possiamo dire con assoluta certezza che il WAF(Wife Acceptance Factor: Fattore di Accettazione Muliebre), è stato posto così in alto tra le ricerche di soluzioni.
Invero, questo schermo, assieme al recente 4 formati, si candida ad essere il perfetto complemento di chi ha fatto quegli impianti Home Theater no compromise.
Aggiungo che è una sboronata unica potere sfoggiare uno schermo simile.
Si nasconderà talmente bene nell'arredamento, che a voler strafare, nascondendo le casse con inserti nel muro, il vpr nel controsoffitto, si avrebbe il primo HT LIVING perfetto.
Al di là della mia stima infinita per la ditta de qua, faccio i miei più sinceri complimenti per un progetto davvero tanto geniale quanto avanti alla concorrenza.
Son pronto a scommettere che a breve anche gli altri tireranno fuori qualcosa di simile...


walk on
sasadf
Commento # 5 di: nemo30 pubblicato il 23 Maggio 2005, 11:12
Con questo senza dubbio maxivideo si pone al top dei costruttori di schermi. L'attenzione ai materiali, alle esigenze dei formati di visione, prima, e l'attenzione alla cura dei particolari ed all'implementazione dell'arredo, ora, la pongono in prima fila.

Brava Maxivideo!

Peccato per i prezzi veramente sopra le possibilità di molti!
Commento # 6 di: matazen pubblicato il 23 Maggio 2005, 11:14
anche io mi sento di fare vivi complimenti all'azienda in oggetto (tanto più che è italiana, cosa che per me rappresenta un valore aggiunto), ma sinceramente i prezzi sono parecchio alti. per carità, sicuramente saranno pure giustificati dal carico tecnologico-innovativo-di ricerca e sviluppo, ma i beneficiari che ne potrà godere saranno veramente in pochi...

comunque davvero un bel prodotto.

salutoni

matteo
Commento # 7 di: sasadf pubblicato il 23 Maggio 2005, 11:37
Ragazzi, non lamentiamoci + di tanto dei prezzi: sono prodotti TOP che danno fondo a moltissime ricerche ed uso di materiali già di loro costosi.

CI sono anche altri tipi di schermi che fanno al caso Vostro e che costano anche 200 EUro....

I motorizzati son i meno costosi in giro(e vanno mediamente meglio), per cui con le ultime mosse la Maxivideo, non ha fatto altro che andare a coprire l'ultimo segmento di mercato ancora scoperto: ora completamente chiuso il ciclo, bisogna solo venderne un bel pò, per premiare i loro sforzi.

Aggiungo qualche chicca alla new di Emidio:

1 con 6,5 cm di spessore è sicuramente lo schermo elettrico + stretto al mondo
2 non penso che sia facilmente copiabile in quanto voi sono alcuni brevetti depositati che ne limitano questa azione
3 es: il sistema di tensionamento che scorre su un binario dentato (vedi pic) ed alla fine lo tende completamente
RollingMode
Link ad immagine (click per visualizzarla)

walk on
sasadf
Commento # 8 di: Highlander pubblicato il 23 Maggio 2005, 11:50
Perfettamente daccordo !

Qui e sul Nuovo 4 Formati la Maxivideo si rivolta al segmento Top e soluzioni analoghe di oltreoceano, nonostante il cambio favorevole sul dollaro, costano mediamente quasi il DOPPIO !!! :o
Commento # 9 di: maurocip pubblicato il 23 Maggio 2005, 13:36
Voi che li conoscete così bene, perchè non dite a questa splendida azienda di realizzare un sistema di mascheratura variabile tipo quello che mi sono costruito da solo???
Se poi serve loro un consulente...
Commento # 10 di: sasadf pubblicato il 23 Maggio 2005, 13:41
maurocip ha scritto:
Voi che li conoscete così bene, perchè non dite a questa splendida azienda di realizzare un sistema di mascheratura variabile tipo quello che mi sono costruito da solo???
Se poi serve loro un consulente...


perchè no?!?


walk on
sasadf
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »