Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

DLP Mitsubishi WD390U-EST ultra-corto

di Nicola Zucchini Buriani, pubblicata il 25 Marzo 2013, all 09:50 nel canale PROIETTORI

“In arrivo un nuovo videoproiettore Mitsubishi con tecnologia DLP, ottica a tiro ultra-corto, dotato di client integrato, lettura di file power point da USB e pronto per le sorgenti 3D”

Mitsubishi si appresta a distribuire un nuovo proiettore con ottica a tiro ultra-corto: il WD390U-EST può infatti proiettare immagini con una diagonale di 70” da una distanza di 56cm circa, grazie al suo rapporto di tiro di 0.375 (è inoltre presente lo zoom digitale E-Zoom, che può ridurre la dimensione delle immagini fino al 30%). La tecnologia utilizzata è quella DLP, con un singolo DMD WXGA da 0.65” (1280 x 800 in formato 16/10). Il WD390 utilizza una ruota colore a 5 segmenti (R,G, B, W, Y), offre una luminosità massima dichiarata di 3000 ANSI lumen e un rapporto di contrasto pari a 3000:1. La lampada è accreditata di una durata di 3000 ore in modalità normale e fino a 6000 ore in modalità a basso consumo. Completa la dotazione hardware lo speaker mono integrato, con una potenza di 10W. L'ottica non è l'unica peculiarità di questo prodotto, che è infatti pronto per riprodurre sorgenti 3D (previo l'utilizzo di un computer capace di riprodurle, nonché l'acquisto degli appositi occhiali) ed offre una notevole versatilità sia in ambito business che educational.

Mitsubishi ha infatti integrato un thin client multi-server, che permette di effettuare il log-in direttamente dal proiettore e riprodurre immagini tramite USB o LAN Display (con supporto fino a 4 computer: lo schermo può essere diviso in 4 parti per visualizzare tutti i desktop contemporaneamente). Per controllare il PC in remoto si può ricorrere ad un mouse o tastiera, collegati direttamente al proiettore.  Non è tutto: sempre tramite collegamento LAN è possibile visualizzare i contenuti da riprodurre, sempre da PC remoto, su un tablet o smartphone, trasformando il dispositivo mobile in unità di controllo per il WD390; alternativamente, tramite l'applicazione Wi-Fi Doc ed un dongle Wi-Fi opzionale, si può sfruttare lo streaming diretto dei file txt/pdf/ppt/xls/doc/jpeg da dispositivi mobili, senza più necessità di avere un PC che contenga i dati. Se non si dispone di tablet, smartphone o PC, è comunque possibile proiettare file JPEG o Power Point (convertiti in PTG) via USB. Le connessioni disponibili includono un ingresso HDMI, due ingressi e un'uscita VGA, un ingresso video composito, un ingresso S-Video, due ingressi e un'uscita audio stereo su jack da 3.5mm (il segnale audio passa anche col proiettore in standby), una porta RS-232C, una porta LAN, una USB di tipo A (per connettere memorie USB, mouse, tastiere o un dongle Wi-Fi) e una di tipo B (per l'USB Display).

Fonte: Mitsubishi.



Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: djufuk87 pubblicato il 25 Marzo 2013, 11:22
Per un attimo ho sperato in un vpr HT full HD short throw in grado di far concorrenza al BENQ w1080st... Invece hanno sfornato un prodotto nato vecchio.
Commento # 2 di: blasel pubblicato il 25 Marzo 2013, 11:53
Ma non avevo letto che Mitsubishi aveva abbandonato il settore VPJ (o stava abbandonando) ??