Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Christie 6P: proiettore Laser 4K Dolby 3D

di Nicola Zucchini Buriani, pubblicata il 06 Marzo 2014, alle 16:35 nel canale PROIETTORI

“Lo specialista della proiezione annuncia la presentazione, alla prossima edizione del NAB di Las Vegas, di un nuovo proiettore DLP D-Cinema, dotati di tecnologia 6-Primary e di Dolby 3D”

Christie ha rilevato alcune anticipazioni su uno dei prodotti in mostra al National Association of Broadcasters NAB Show (che si terrà al Las Vegas Convention Center, dal 5 al 10 aprile). Si tratta dei nuovi proiettori (per sale cinema) Laser 6-Primary (6P), che, come indica il nome stesso, ricorrono all'utilizzo di 6 moduli Laser per la riproduzione delle componenti cromatiche. La tecnologia sarà abbinata a proiettori DLP con risoluzione 4K, nonché al Dolby 3D, ovviamente sfruttato per la visualizzazione di immagini stereoscopiche. Christie sostiene che la tecnologia 6P è almeno due volte più efficiente delle attuali soluzioni per il 3D. I proiettori al Laser che ne sono dotati sfruttano i moduli 6-Primary per generare (direttamente dalla sorgente) 6 lunghezze d'onda, ottimizzate per ogni occhio e corrispondenti alle componenti cromatiche primarie. In questo modo viene eliminata la necessità di ricorrere a filtraggi o polarizzazioni sul flusso luminoso in uscita dal proiettore. La visione richiede l'uso degli appositi occhiali Dolby 3D, progettati per corrispondere esattamente alle lunghezze d'onda emesse dai 6 moduli Laser.

Il beneficio più consistente si registrerebbe a livello di efficienza: se le attuali tecnologie per la visualizzazione di sorgenti stereoscopiche abbattono del 70-90% la luminosità, 6P riesce invece a mantenere circa il 90% del flusso luminoso, garantendo, al contempo, una migliore fedeltà cromatica, compatibilità con schermi bianchi a basso guadagno e prestazioni superiori in termini di crosstalk (ovvero una maggior separazione tra i fotogrammi indirizzati ai due occhi).

Don Shaw, senior director, Product Management per Christie Entertainment Solutions, ha dichiarato: ”Il recente calo di interesse, nella visione di film in 3D, mostra che l'effetto novità sta venendo meno. Gli spettatori sono sempre meno disposti a pagare un prezzo superiore per esperienze troppo spesso mediocri. La mancanza di qualità deriva da una serie di fattori, inerenti alle attuali tecnologie per il 3D. La lacuna più grave riguarda la scarsa luminosità, che ammonta solo al 10-30% rispetto alla visione in 2D. In parole povere i film in 3D sono troppo scuri, e lasciano gli spettatori incapaci di cogliere molti dettagli cruciali nelle immagini che si trovano di fronte. La tecnologia di proiezione 6P migliora drasticamente l'efficienza del 3D, indipendentemente dalla grandezza dello schermo. Crediamo che questo sia il futuro nella proiezione dei film in 3D per il cinema".

Fonte: Christie



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Mac Pro pubblicato il 07 Marzo 2014, 01:48
@ Nicola

Possibili ricadute su un VPR domestico ?
Ne sai o prevedi qualcosa ?
Tra dieci, venti o trent'anni ?
Grazie.
Commento # 2 di: kabuby77 pubblicato il 07 Marzo 2014, 09:20
Mi pare più una questione di ...mila euro che di anni
Commento # 3 di: JohnTuld pubblicato il 07 Marzo 2014, 10:56
Del laser per vpr se ne parla da anni, forse ci sono stati anche problemi legali e ritardi per via di come sono considerate le fonti laser dai vari legislatori.
Comunque lo sviluppo del laser nei vpr D-Cinema (quindi vero e serio sviluppo) dà qualche speranza in più che prima o poi tale ricerca si travasi nel consumer, in maniera innovativa intendo. Perché a parte Sony non saranno di certo i cinesi di Delta a sviluppare i proiettori laser e a tirare fuori il meglio da questa implementazione. Quelli al massimo spiccicano la lampada, ci ficcano il modulo laser, e vedono se si appiccia uguale... Per filosofia industriale, ad oggi non penso vadano oltre, poi per il consumer...figuriamoci!
Commento # 4 di: Onslaught pubblicato il 07 Marzo 2014, 11:23
Per ora non vedo possibili ricadute sul mercato domestico, se parliamo del breve termine.
Se però dovesse rivelarsi una soluzione di successo, probabile che qualcosa poi faccia il salto: penso che molto dipenda proprio dall'accoglienza del mercato.
Commento # 5 di: Alberto Pilot pubblicato il 07 Marzo 2014, 17:38
Originariamente inviato da: JohnTuld;4131500
Perché a parte Sony non saranno di certo i cinesi di Delta a sviluppare i proiettori laser e a tirare fuori il meglio da questa implementazione. Quelli al massimo spiccicano la lampada, ci ficcano il modulo laser, e vedono se si appiccia uguale... Per filosofia industriale, ad oggi non penso vadano oltre, poi per il consumer...figuriamoci!



Vedo che sei un fine conoscitore del mercato e delle sue strategie !