Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

BenQ da il via all'era Laser!

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 09 Marzo 2012, alle 09:52 nel canale PROIETTORI

“Il costruttore taiwanese annuncia l'arrivo dei suoi primi proiettori Laser. Trattasi di due modelli destinati al mercato business / educational che non offrono ancora la risoluzione Full HD. Gli LX60ST e LW61ST assicurano una luminosità di 2.000 ANSI Lumen e una durata della lampada di 20.000 ore”

BenQ annuncia l'arrivo sul mercato dei nuovi videoproiettori LX60ST e LW61ST, entrambi dotati di tecnologia BlueCore che identifica l'utilizzo di una sorgente luminosa Laser al posto di una tradizionale lampada al mercurio. Queste due macchine non sono però destinate al mercato Home Theater, bensì al settore business / educational e integrano un'ottica a tiro corto. Entrambe assicurano una luminosità massima di 2.000 ANSI Lumen, un rapporto di contrasto di 80.000:1 e fino a 20.000 ore di utilizzo in modalità "eco" (10.000 ore alla massima luminosità). Secondo quanto dichiarato dal costruttore, questi videoproiettori garantiscono un risparmio di consumi fino al 90% rispetto a un videoproiettore con lampada tradizionale.

Il LX60ST è dotato di matrice DLP con risoluzione XGA 1024 x 768 punti, mentre il LW61ST vede la risoluzione nativa crescere a 1280 x 768 punti (WXGA). Entrambi i modelli integrano nello châssis altoparlanti 2 x 10W, prevedono ingresso microfono, sono compatibili con i dispositivi iOS (iPad, iPhone, iPod) via connessione wireless e consentono la riproduzione di contenuti in 3D via occhialini attivi (opzionali). La disponibilità sul mercato è prevista entro fine marzo / primi di aprile e il prezzo annunciato per il LW61ST è di 2.200 Euro.

Per maggiori informazioni: LX60ST - LW61ST

Fonte: BenQ



Commenti (45)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Rosario pubblicato il 09 Marzo 2012, 09:58
Va bene che sono destinati al settore business ed educational , però non ci siamo ancora; Hanno una ruota colori ai fosfori che non fa ben sperare per quanto riguarda il rainbow e la costanza dei fosfori stessi...
Commento # 2 di: josephdan pubblicato il 09 Marzo 2012, 10:57
Dove hai letto questa della ruota ai fosfori? In cosa consiste esattamente?
Ma 80000 è il contrasto nativo?
Commento # 3 di: Rosario pubblicato il 09 Marzo 2012, 11:41
80.000:1 sarà il contrasto dinamico suppongo. Sul sito BenQ USA trovi la pagina del prodotto in questione in cui si parla anche di questa ruota colore ai fosfori.
Commento # 4 di: josephdan pubblicato il 09 Marzo 2012, 11:42
Io direi che comunque è una fantastica notizia, a breve è ragionevole aspettarsi prodotti home theater al laser da benq, e se quel contrasto è nativo.... (vorrei capire meglio la faccenda della ruota ai fosfori...)
Commento # 5 di: Rosario pubblicato il 09 Marzo 2012, 11:45
E' da tanto tempo che ci si aspetta da benq un proiettore home cinema lampless , se arriverà , spero proprio che non sarà basato su questo engine ma su una tripletta Laser.
Commento # 6 di: Rosario pubblicato il 09 Marzo 2012, 11:49
Originariamente inviato da: josephdan;3448318
...vorrei capire meglio la faccenda della ruota ai fosfori...


In pratica (in maniera semplicistica) c'è un solo beamer laser (blu se non ricordo male) che compone i colori attraversando gli spicchi della ruota colore ai fosfori...
Commento # 7 di: josephdan pubblicato il 09 Marzo 2012, 11:54
Rosario, sei sicuro sia dinamico, non leggo di nessun iris o dinamic black. La ruota ai fosfori comporta svantaggi?
Commento # 8 di: Rosario pubblicato il 09 Marzo 2012, 11:59
E' sempre basato sui classici DMD per cui il contrasto nativo è sempre quello , il Dynamic Black c'è praticamente sempre...
Per il resto è da vedere ma la ruota colori per me è limitante.
Non dimentichiamoci comunque che questo non è un proiettore home cinema per cui non ci si può aspettare miracoli.
L'unica speranza nel breve periodo è il view-sonic e l'optoma ibridi...
Commento # 9 di: mariettiello pubblicato il 09 Marzo 2012, 13:18
beh però se permettete è un sogno che si realizza per chi da anni ne compra a pacchi per installazioni business, mostre o musei...in pratica si azzerano quasi i costi di manutenzione, sostituzione lampada e non ci deve più preoccupare dei mostruosi cali di qualità dovuti all'usura della lampada. Ovvio che in forum dove prevalentemente ci si occupa di home theatre la notizia interessi poco, però vi assicuro che è una rivoluzione EPOCALE per tante altre situazioni...speriamo siano affidabili, il prezzo di partenza non è neppure tanto alto (circa 500/7000 euro in più all'identico modello tradizionale)
Commento # 10 di: josephdan pubblicato il 09 Marzo 2012, 13:24
Però è possibile che la diversa gestione della luce influenzi il contrasto, tipo local dimming del led, anche perchè nei dlp anche di alta fascia di un contrasto di 80000 non si è mai parlato, si arriva al max a 50000 col dinamic black...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »