Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sharp: pronti nuovi tagli occupazionali

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 26 Settembre 2012, all 09:35 nel canale DISPLAY

“Continuano i piani di ristrutturazione del gigante giapponese che punta a ritrovare utili a partire da marzo 2014. Il tutto passerà per un taglio di quasi il 20% dei propri impiegati, l'abbandono di partnership, la chiusura e la vendita di impianti produttivi”

Secondo quanto pubblicato dal quotidiano nipponico Kyodo News, Sharp si appresterebbe ad affrontare nuovi tagli per riportare i conti in utile a partire da marzo 2014. Il nuovo piano di ristrutturazione prevede il taglio di quasi 11.000 posti di lavoro (10.966) entro marzo 2014, ovvero quasi il 20% dell'attuale forza lavoro del gruppo (57.170 dipendenti). Al tutto si aggiungeranno anche la vendita di alcune divisioni, la chiusura di impianti produttivi e l'abbandono di alcune partnership (tra cui quella con Toshiba) per portare nelle casse circa 2,7 miliardi di dollari.

Sharp punta a rivedere il business dei TV LCD, nonché rafforzare quello dei pannelli LCD per dispositivi mobili. La multinazionale giapponese dovrebbe, inoltre, abbandonare il settore della batterie solari, con la vendita della sussidiaria statunitense Recurrent Energy LLC. Il presidente di Sharp Takashi Okunda avrebbe già programmato un "comitato di emergenza" in cui annunciare a tutti i dirigenti il nuovo piano di ristrutturazione, previsto per ottobre.

Secondo le ultime indiscrezioni pubblicate dall'agenzia Reuters, potrebbe esserci un forte interesse da parte di Intel a diventare uno dei maggiori azionisti di Sharp, per assicurarsi il know-how e lo sviluppo delle tecnologie di Sharp in ambito pannelli LCD e in particolare i nuovi IGZO che si annunciano estremamente promettenti sia per il mercato Ultrabook, che per quello tablet e smartphone. Proprio per quanto riguarda gli Ultrabook, Sharp avrebbe proposto a Intel un pannello LCD con tecnologia IGZO da 13,5 pollici e risoluzione da ben 3840 x 2160 punti (4K2K).

Fonte: TechCrunch / Reuters



Commenti