Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sharp accelera la produzione di LCD

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 01 Marzo 2006, all 10:51 nel canale DISPLAY

“Sharp per la prima volta cede la leadership tra i produttori di pannelli LCD ma dal prossimo Ottobre inizierà per prima la produzione di pannelli di ottava generazione, per soddisfare la crescente domanda di TV LCD.”

Tokyo, 1 Marzo 2006. La domanda di pannelli LCD nei prossimi anni è destinata ad aumentare così tanto che i maggiori produttori mondiali continuano una corsa agli investimenti per la costruzione di impianti dalla capacità produttiva sempre più grande.

Sharp è una delle aziende in prima linea negli aumenti di produttività negli ultimi mesi ma sembra che gli obiettivi raggiunti non siano mai sufficienti. Dopo gli ultimi investimenti di oltre 130 milioni di US$, gli impianti di Kameyama da oggi sono in grado si sfornare 60.000 substrati al mese.

Gli stabilimenti di Kameyama possono produrre substrati di sesta generazione con dimensioni di 1,5 x 1,8 metri da cui possono essere tagliati 8 pannelli da 32", oppure sei pannelli da 37", tre pannelli da 45" oppure 2 pannelli da 65".

Secondo "Display Search", una delle principali società specializzate in analisi sul mercato dei display, durante l'ultimo quadrimestre del 2005 Sharp avrebbe comunque perso per la prima volta il primato mondiale nella vendita di TV con tecnologia LCD.

Sharp rimane ancora saldamente al primo posto in Giappone ma sarebbe sceso dal secondo al terzo posto in nord America e dal terzo al quinto posto in Europa. Lo svantaggio maggiore sarebbe a carico dei display con dimensioni comprese tra 30" e 34", fascia nella quale Sharp sarebbe passata dal primo al quarto posto.

Dal prossimo Ottobre, dai nuovi stabilimenti di Kameyama dovrebbe partire per la prima volta al mondo la produzione dei nuovi substrati di ottava generazione con dimensioni di 2,16 x 2,4 metri da cui possono essere tagliati ben otto pannelli da 40" oppure sei pannelli con diagonale da 50".

All'inizio la produzione della seconda fabbrica di Kaneyama dovrebbe assestarsi sui 15.000 substrati al mese ma entro 12 mesi la capacità produttiva complessiva sarà più che raddoppiata, con l'obiettivo di far fronte alla crescente domanda di pannelli LCD di generose dimensioni.

Fonte: N.D'A.



Commenti (3)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: poe_ope pubblicato il 02 Marzo 2006, 11:14
Domanda ingenua: ma se l'imminente tecnologia SED è/sarà così superiore rispetto agli LCD / Plasma, e (pare) anche abbastanza concorrenziale fin dall'inizio anche per i costi (per lo meno sulla fascia alta del mercato), tutti questi annunci di investimenti ciclopici in fabbriche per la produzione dei soliti LCD/Plasma...? Come li si deve leggere? Indifferenza dettata dalla superiorità dei processi produttivi forti di anni di esperienza e affinamenti? Strategia commerciale/marketing? Alleanza Toshiba/Canon vista come un'accoppiata male assortita (tecnicamente/commercialmente/distributivamente), incapace di poter preoccupare i colossi dei consorzi 3LCD & C.?

Boh?

Ciao!
Marco
Commento # 2 di: benegi pubblicato il 03 Marzo 2006, 10:18
Originariamente inviato da: poe_ope
Domanda ingenua: ma se l'imminente tecnologia SED è/sarà così superiore rispetto agli LCD / Plasma, e (pare) anche abbastanza concorrenziale fin dall'inizio anche per i costi (per lo meno sulla fascia alta del mercato), tutti questi annunci di investimenti ciclopici in fabbriche per la produzione dei soliti LCD/Plasma...? Come li si deve leggere? Indifferenza dettata dalla superiorità dei processi produttivi forti di anni di esperienza e affinamenti?
Ciao!
Marco

Be la domanda non mi pare ingenua .. anzi !!
Me lo chiedo spesso anch'io e ...... vuoi vedere che sto SED non sarà poi quella gran figata che si vuol far credere :::::
Oppure che ci siano problematiche che naturalmente noi non conosciamo .....
ciao
Commento # 3 di: Kuarl pubblicato il 04 Marzo 2006, 14:12
o semplicemente non avendo un alternativa valida al sed, i concorrenti spingono per aumentare qualità e volumi degli lcd, tecnologia che conoscono molto bene. In altre parole i prezzi degli lcd sono in picchiata e la qualità è in costante salita, probabilmente contano di proporre gli lcd ad un prezzo inferiore e ad una qualità non troppo distante dai sed, almeno per l'utonto medio